venerdì 2 ottobre 2015

Televideo - MaCain ammette: "Putin bombarda i ribelli addestrati dalla CIA"



Il governo, il ministro-marchese GENTILONI, il PDirenzi & complici, negheranno ancora di aver partecipato, con la NATO, alla organizzazione e finanziamento di bande armate per mettere in atto il fallito golpe siriano, e impegnarsi poi nel terrorismo e nella costruzione del Califfato di al-Baghdadi ?

L'eminente rappresentante del Congresso Americano, il sen repubblicano John McCain, pur di buttare benzina sul fuoco siriano, dichiara ufficialmente che in Siria la CIA addestra bande armate per rovesciare il legittimo governo siriano .


Il Governo ed i partiti italiani lo hanno sempre negato, ma è inutile aspettarsi reazioni indignate da Governo, ministri e partiti 'camerieri dei banchieri' (e delle multinazionali).


A chi li ha votati e continuerà a votarli (ma anche a chi NON VOTANDO, consegna l'Italia ad un 20% di renziani & complici) dedico nuovamente la documentazione che i loro giornalisti e politici sostenevano di non conoscere, e/o di non volerla riconoscere: sono le foto del rappresentante di CIA e Congresso USA che incontra le organizzazioni terroristiche operanti in Siria, tra loro spiccano, ben cerchiati, il futuro Califfo dell'ISIL e il capo di Al-Qaeda, l' organizzazione accusata del massacro delle 2 torri ! 


Fernando Rossi


2 commenti:

  1. Commento di Franco Trinca:

    ASSAD VA DEPOSTO E UCCISO (E LA SIRIA DISTRUTTA) COME GHEDDAFI E SADDAM... PERCHE' SAREBBE UN DITTATORE E LA RUSSIA CHE E' SCESA IN CAMPO CON DECISIONE IN SUO AIUTO, AIUTEREBBE UN REGIME INUMANO... AH Sìììì??! MENTRE "LA RABBIA SAUDITA", ALLEATA STORICA DEGLI USA, E' UN'OASI DI DEMOCRAZIA E CIVILTA'!!! MA VAFF.!!! VIVA LA RUSSIA DI PUTIN, VERO BALUARDO CONTRO I TAGLIAGOLE DELL'ISIS ED IL NUOVO ORDINE MONDIALE!!

    RispondiElimina
  2. Commento di Arlene Rock:

    "Odiano Putin il 31 agosto 2013 un ufficiale statunitense telefonò alla segreteria del presidente francese Hollande per preannunciargli una telefonata di Obama che avrebbe dato il via all’attacco. Così, Hollande dispose che i caccia Rafale fossero armati con missili da crociera Scalp, da lanciare contro la Siria da 400 chilometri di distanza. Poi, invece, Obama chiamò Hollande a fine giornata per annunciargli che l’attacco previsto per l’indomani, 1° settembre, alle 3 di notte, non ci sarebbe stato. Tre giorni dopo, alle 6,16 del 3 settembre, «venivano lanciati due missili contro le coste siriane “dalla zona centrale del Mediterraneo”», ma i due missili «si sono inabissati in mare , quei missili sarebbero stati lanciati da una base aerea della Nato in Spagna, e sarebbero stati abbattuti «da un sistema russo di difesa mare-aria, posto a bordo di navi russe». “Asia Times” sostiene che i russi abbiano fatto ricorso ai loro disturbatori di frequenza Gps «per rendere impotenti i costosissimi Tomahawk, disorientandoli e rendendoli inefficaci». Un’altra versione, infine, attribuisce il lancio ai “soliti” israeliani. Putin non ha badi militare in tutto il mondo. E poi dite che l Europa non è calice per questi massacri nel mondo .. Europa fallita schiava"

    RispondiElimina