martedì 11 febbraio 2014

UE, ueismo ed ueisti... come spade di Damocle sulle nostre teste



Chi sono questi Ueismo e Ueisti? (*) I totalitarismi ed i loro accoliti. In forme e con linguaggi adeguati ai tempi moderni, ma con la stessa carica di sopraffazione materiale e morale attribuita,a torto o ragione,agli "ismi" più famosi del secolo scorso: fascismo, nazismo e comunismo. Oddio,  a questi ultimi furono addebitati i crimini più orrendi della storia, dimenticando volontariamente quelli precedenti al loro avvento. Colpa della 2a guerra mondiale,con il relativo bagaglio di decine di milioni di morti. E con, Norimberga insegnò, la riscoperta del "vae victis" romano: guai ai vinti.

Trionfante tra gli "ismi" restò e rimane il padrone dei tempi moderni: il capitalismo.

Pesantemente truccato da democrazia liberale ha, attraverso gli Stati Uniti, assoggettato amici, alleati e pure riottosi nemici. Tutti assieme appassionatamente nel libero mercato e con la globalizzazione selvaggia.

E da noi, in Europa, cosa si è sperimentato per costringere intere nazioni ad obbedire ai diktat della finanza di Wall Street ed alle banche di Londra? L'Ueismo....., amici che avete la bontà di leggere. La dittatura del nuovo millennio.

Unione Europea, la panacea di tutti i mali e la soddisfazione dei bisogni dei popoli.
Così la presentarono, imponendola con i trattati, di Roma il primo. Mai, scrivo e ribadisco mai, sottoposti a verifica referendaria per sondare la volontà del popolo. Peraltro nettamente contraria in quei paesi in cui,incautamente, si votò per la adesione ai trattati e nei quali si annullò subito tutto. 

Tutto demandato agli Ueisti....rappresentanti di se stessi e delle caste partitocratiche al governo nei singoli parlamenti nazionali.
Balle? Invito tutti a riflettere: alle ultime elezioni europee NON votò il 60% degli elettori. Gli Ueisti sono una minoranza squalificata. Ma una minoranza che opprime di fatto tutti gli altri.

Servendosi della coercizione mediatica e di quella giuridica comunitaria, l'Ueismo ha imposto leggi economiche che ci stanno affamando, arricchendo le banche e le multinazionali. 

Sono entrati,tramite gli Ueisti presenti nei parlamenti,nei media dei giornali, delle tv e delle radio, prepotentemente e fraudolentemente negli stili di vita, nei consumi,nelle teste di ogni singolo cittadino europeo per intimargli cosa sia giusto fare o non fare,cosa comprare o meno,cosa leggere o scrivere..., cosa pensare. 

Balle? Guardiamo le leggi sui negazionismi vari,sulle presunte omofobie e, soprattutto, quelle cui mirano davvero e che sono già applicate in Grecia : è vietato contrastare le normative ed i trattati della Ue. Specialmente con proteste di piazza. Si finisce dritti in galera.

Sfuggono al controllo internet e la informazione libera, minacciate di sanzioni gravissime.

Di ieri pure la politica imperialista contro l'Ucraina, ove si fomenta una rivolta contro un governo legittimamente eletto, per obbligarlo ad aderire alla Ue.

Mentre, all'interno dei propri confini, gli Ueisti accusano di nazi-fascismo populista quanti dalla Ue vogliano uscire.

Oggi è una continua incitazione alla rappresaglia contro la Svizzera che, tramite referendum popolare (unica vera forma di democrazia) ha osato andare contro-corrente in Europa.

Ueismo ed Ueisti... abbiamo in casa il totalitarismo.


* N.B.  Non posso  fregiarmi della paternità dei due termini. Spero però che, da oggi, possano essere usati per indicare la nuova dittatura ed i suoi scherani.

Grazie per l'attenzione.
Vincenzo Mannello 

Nessun commento:

Posta un commento