lunedì 17 febbraio 2014

Progetti per l'Incontro Collettivo Ecologista 2014 - Montesilvano 21 e 22 giugno 2014

“Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa”. (Madre Teresa di Calcutta)
Montesilvano - Incontro ad Olis (a sinistra Michele Meomartino)

L'idea di dove organizzare l'Incontro Collettivo Ecologista del 2014  ci è venuta, a Caterina ed a me, sin dalla prima vista fatta a Michele Meomartino, a Montesilvano,  lo scorso anno. E lì per lì gli proponemmo di festeggiare il Solstizio Estivo 2014, assieme ad OLIS e  Vivere con Cura, invitando anche tutte le associazioni che si riconoscono nei principi dell’ecologia profonda e della spiritualità della natura. 

L’evento, che integra l'incontro annuale della Rete Bioregionale Italiana,  ha il nome di “incontro collettivo ecologista”, da tenersi durante  i giorni magici della vigilia di San Giovanni, dal 21 al 22 giugno, forse anche il 23,  e si terrà per l'appunto a  Montesilvano in provincia di Pescara, la patria di Gabriele D'Annunzio. 

Montesilvano si trova in riva al mare e quindi l'incontro sarà caratterizzato dall’elemento Acqua, particolarmente femminile e rappresentante della produzione vitale per antonomasia. Infatti l'argomento principale verterà sulle fonti di approvvigionamento del cibo e sulla alimentazione bioregionale.

Acqua e Terra assieme compiono il miracolo e fanno nascere il Legno. Il Legno è l'elemento dello zodiaco cinese che contraddistingue l'anno in corso. Ed il legno rappresenta anche emozioni, amore, corporeità, linfa, nascita, morte, sessualità. Da qui il concetto di Grande Madre, che dando la “vita” simboleggia il rito della natura che rinasce senza posa e senza fine.

Ed in sintonia con la tradizione anche quest’anno, festeggeremo il massimo fulgore della luce, il solstizio estivo. In questi giorni tutto combacia perfettamente, ed  è possibile celebrare adeguatamente la coniugazione dei cinque elementi: etere, aria, fuoco, acqua e terra.  L'incontro potrebbe iniziare anche dal venerdì 20 giugno, nel primo pomeriggio, quando il sole è caldo e l’aria dolce, per ritrovarci sulla riva del mare, e lì compiere il tradizionale lavacro sacrale, sinonimo di purificazione mentale e corporale. Poi a partire dalla mattina del 21 giugno iniziano le sessioni di "sharing",  nell'aia di OLIS.  Verso sera, dopo la condivisione di cibo e bevanda, in un   luogo preposto si svolge un rito propiziatorio davanti al fuoco, con salto della fiamma ed espressione di desideri (le donne sono pregate di vestire gonne larghe). E più tardi ancora ci sarà l’osservazione delle stelle ed una meditazione silenziosa, assieme a esercizi di respirazione. Questo è il senso della cerimonia che riproponiamo a Montesilvano, per ricordare la supremazia della natura su ogni artifizio dell’uomo.

Sull’etimologia di Giugno gli studiosi sono concordi che questo è il mese dedicato a Giunone, la dea dell’abbondanza e delle messi, sposa legittima di Giove, per questa ragione venivano raccomandate le nozze durante il mese di giugno. Questo è anche il mese delle ciliegie, un frutto rosso e turgido e dolce, come il liquido fertilizzante di Giunone (il sangue mestruale)….

Durante le due giornate dedicate all’incontro si terranno vari scambi di esperienze e proposte di carattere sociologico, bioregionale ed ecospirituale. Gli incontri saranno arricchiti da canti e poesie e musiche arcaiche. Il cibo vegetariano verrà convivialmente cucinato e condiviso ed ognuno parteciperà alla conduzione dell’incontro, collaborando alla sua buona riuscita.

Fra gli ospiti  di quest'anno segnaliamo la presenza di Annamaria Properzi  ed Antonio Onorati.  Antonio Onorati è il presidente di Crocevia Internazionale, un'organizzazione che si occupa principalmente di sovranità alimentare, di accesso al cibo, di biodiversità, ecc... una delle persone più informate sui problemi legati alla terra e all'agricoltura. E' uno strenuo difensore dei piccoli contadini, anche perché, nonostante i suoi numerosi impegni, in giro per l'Italia e per il mondo, quando torna a casa,  in campagna, tra Roma e Rieti, coltiva la sua campagna..

Ovviamente saranno presenti anche i referenti storici della Rete Bioregionale nonché ecologisti di altre associazioni,  aderenti alla Rete degli Ecovillaggi,  del CIR, di comunità spirituali, di comunità agricole, etc. 

Insomma è un incontro “caleidoscopico” in cui coniugare i vari elementi che compongono l’esistenza materiale con quelli del pensiero. Natura, erotismo, arte, ecologia, filosofia, canto, danza, cibo… 

Un Incontro Collettivo Ecologista.

Paolo D'Arpini - bioregionalismo.treia@gmail.com

Rete Bioregionale Italiana 

Per informazioni logistiche e sulla ospitalità:
michelemeomartino@tiscali.it - Tel. 085.4683554


Altre info sull'incontro: 

Nessun commento:

Posta un commento