sabato 23 novembre 2013

Ricerca alternativa alla vivisezione e l'opposizione del ministero della salute





Memento Naturae a seguito degli ultimi accadimenti avvenuti
negli ultimi giorni, come la protesta dei malati SLA, lo
scandalo annunciato dei rifiuti tossici della Campania e non
ultimo il vergognoso diktat della solita lobbie del Farmaco
e della Ricerca Scientifica, contro cui da sempre
combattiamo e che ha voluto imporre il suo veto all'utilizzo
del metodo Stamina del Prof. Vannoni alle tante persone che
chiedevano solo di poter far decidere ai propri cari come
potersi curare, intende denunciare pubblicamente il
Ministero della Salute, visto lo scarso interesse che sta
dimostrando nei riguardi del tavolo ministeriale sui metodi
alternativi alla sperimentazione animale inaugurato dall'ex.
Ministro Renato Balduzzi nell'aprile 2013, nonché il
comportamento scorretto che alcuni suoi funzionari stanno
tenendo nei confronti dei ricercatori che compongono la
terna che sostiene una ricerca scientifica senza utilizzo di
test animali.

Per il Ministero è più importante seguire alla lettera
le pressioni della casta farmaceutica, che ha evidenti
interessi a discapito della nostra salute, piuttosto che
informare l'opinione pubblica, sempre più contraria alla
vivisezione, lo dimostra anche il grande successo ottenuto
dalla petizione europea Stop Vivisection che ha superato il
milione di firme, e sempre più informata sul livello
corruttivo e colluso che intercorre su vari ambiti tra la
classe politica e le baronie medico-scientifiche.

L'attacco politico che lanciamo, pienamente in linea con il
Partito Animalista Europeo che in queste ore ha diffidato
l'attuale Ministro Lorenzin, nasce dal fatto che dopo tre
incontri avvenuti tra ricercatori scientifici pro e contro
la vivisezione, la pressione della lobby del Farmaco sta
cercando di far passare nel dimenticatoio il tavolo
ministeriale.

In sostanza queste sono alcune verità nascoste che
vogliamo diffondere a tutti coloro che non sanno cosa stia
avvenendo tutt'ora:

1 Il tavolo ancora non ha scopi, obiettivi, funzioni e
nessun valore istituzionale nell'utilizzo di fondi nella
ricerca bio-medica in Italia o rilevanza per esaminare dati,
documenti, progetti etc. sulla sperimentazione animale al
fine di identificare metodi o strategie adatte per la
sostituzione;

2 Al tavolo sulle alternative alla sperimentazione animale i
membri scelti dal Ministero sono esperti di sperimentazione
animale, fondazioni private che la effettuano, Farmindustria
e Aifa, non sono stati scelti esperti sulle alternative in
Italia, che tuttavia esistono;

3 Le alternative agli esperimenti su animali sono parte
integrante della ricerca, quindi i membri scelti tramite
consultazione popolare, dovrebbero essere integrati nella
Commissione Nazionale per la Ricerca Sanitaria del Ministero
della Salute e del nuovo Consiglio Superiore di Sanità,
nominato dal Ministro Lorenzin e valido per tre anni.
Evidenziamo in merito come ne sia membro il Dr. Silvio
Garattini, direttore della fondazione privata Mario Negri,
mentre ne sono esclusi i rappresentanti dei metodi
alternativi.

Dopo quanto premesso e a seguito dei compromessi raggiunti
durante gli incontri si chiede quanto segue:

A - Che il Documento Condiviso, frutto di un arduo lavoro
svolto dai nostri ricercatori contro la parte avversa, sia
ufficialmente reso pubblico e che i futuri incontri vengano
trasmessi in streaming viste le diverse scorrettezze,
pressioni e irregolarità che si sono registrate al tavolo
in questione;

B - Che sia resa pubblica e fornita incontrovertibilmente di
documentazione precisa e dati riscontrabili immediatamente
da tutti, la validazione avvenuta da circa due mesi, di un
metodo alternativo-sostitutivo all'uso degli animali che
sanno solo gli addetti ai lavori mentre l'opinione pubblica
ne è tenuta volutamente all’oscuro;

C - Che vengano attribuiti compiti istituzionali al suddetto
tavolo e che si abbiano poteri decisionali reali che portino
a spostare fondi da togliere alla ricerca sugli animali a
favore di una ricerca alternativa e sostitutiva. Dal momento
che si ripete continuamente il ritornello che non ci sono
fondi per la ricerca, iniziamo allora a levarli a coloro che
si finanziano con la pratica della vivisezione;

D - Che vengano rimossi gli esperti sulla sperimentazione
animale e sostituiti con esperti sulle alternative
sostitutive, inclusi anche esperti dall'estero per
conferenze e seminari ad hoc e che vengano rimossi da
qualsiasi incarico i membri che hanno chiari conflitti di
interesse.

Stiamo giocando una delicatissima partita a scacchi ma dal
momento che lo scopo di questo tavolo ministeriale, come
espresso dallo stesso Balduzzi, era di arrivare gradualmente
ad utilizzare metodi alternativi per sostituire quelli su
animali mentre fino ad ora la partita ancora non è
iniziata visto che si stanno attuando solo incontri
conoscitivi ed informativi anziché attuativi e
realizzativi tra le due squadre in campo, era arrivato il
momento di fare finalmente una mossa risolutiva facendo
conoscere ai media e alla gente lo stallo preoccupante con
cui certi personaggi stanno giocando per portare questo
tavolo all'oblio.


Riccardo Oliva - 
info@mementonatura.org
Presidente Associazione Memento Naturae

Nessun commento:

Posta un commento