martedì 26 novembre 2013

L'Impero del Male bussa alla porta della civiltà, anzi la sfonda....



Quel salto di socializzazione universale e di pacifica fratellanza che manca ai popoli dominati dalle Religioni, le quali sfruttano la Divinità costruita per interessi personali e di gruppo.

Lo spirito del bene e del male che i Cristiani definiscono Spirito Santo o Spirito del Male, hanno un indirizzo preciso ed entrambi alloggiano alla pari nella coscienza umana, dagli effetti imprevedibili e riconducibili a tutti coloro che si lasciano trascinare negativamente senza meditare sulle epidemie di pensiero, che si sviluppano nelle varie epoche per merito dei grandi trascinatori con scopi puramente di interessi.

Lo Spirito del Bene e del Male è una realtà che accompagna l’uomo sin dalle origini, dai cavernicoli assoggettati ai tanti pericoli e al costante timore di ciò che di improvviso poteva capitare, perché esposti con poche difese all’imperversare della Natura in continuo movimento: terremoti, inondazioni e cataclismi,  attribuiti per disinformazione al potere delle varie Divinità che si tramandarono per millenni, accendendo il lumen speculativo con donazioni e sacrifici.
Bene e Male non sono per nulla una prerogativa di alcuna religione, la Natura, Madre indiscussa di tutte le nostre necessità di sopravvivenza, segue un corso di vita propria, lasciando piena libertà alle infinite specie viventi, di esistere e moltiplicarsi, seguendo un tracciato programmato sull’esperienza, lo studio e il sapere, per una migliore qualità della vita di ciascuna specie.

Bene e Male sono ambedue governati di riflesso dalla coscienza, di fronte a determinati fatti, necessità o pensieri che influiscono sulle nostre azioni e comportamenti, anche nel regno animale.

La realtà e il buon senso confermano che lo spirito del bene e del male sono in noi ed entrambi  fanno parte della nostra persona, condizionati da un’insieme di fattori che si manifestano e influenzano lo stato d’animo: di pace e di amore o viceversa secondo gli insegnamenti ricevuti dai propri genitori o dagli eventuali tutori sin dalla nascita, soprattutto nei primi anni di vita, i quali imprimono nel neonato un determinato ricordo di comportamento che riaffiora nel tempo: di comprensione o ribellione secondo le circostanze.

Le varie Religioni, soprattutto quella Cristiana, la quale si arroga i meriti nell’evoluzione Sociale della specie umana, attraverso insegnamenti che tentano di santificare l’operato della Chiesa con l’opera semi deviante della realtà, attraverso alcuni individui della Curia e del Clero, erroneamente considerati come rappresentanti diretti di un Dio nostro Padre Celeste, in esclusivo contatto con la Sede della rappresentanza terrena. Dio non parla con noi, non siamo degni di incontrarlo, dialoga soltanto con i superiori.
Abbiamo sufficienti esempi di contraddizioni Religiose soprattutto Israelite e Cristiane, le quali  apparentemente professano la parola di un Dio: certamente cosa buona e giusta nel condurre alla fratellanza e all’amore, mentre nel retro bottega regna lo sconcerto attraverso la disinformazione, tentando di esonerare dalle giuste punizioni tutti coloro che indossano l’abito talare, soffocando le accuse di comportamento indegno di alcuni ecclesiali.

Partendo dalla storia  più recente con la nascita del Monoteismo, ossia un unico Dio generato da vecchie ideologie Israelite, dove i Sacerdoti Giudei non pensarono più di due volte nel condannare Gesù alla Crocifissione, per scoraggiare qualsiasi tentativo di cambiamento e liberarsi definitivamente di un grande maestro con nuove realtà di socializzazione, per timore che minasse lo spirito di interessi del fragile pensiero sostenuto dalla religione Ebraica.

Allora dovevano essere anni difficili, dove il patibolo rappresentava la forma di punizione tradizionale per i condannati a morte per un non nulla, in supporto dell’espansione del Culto di Fede Ebraica, nata in Egitto al tempo del Faraone Amenophi Terzo 1400 a.C. dove alcuni fedeli Arabi probabilmente fra le file degli Schiavi, si trasferirono in Palestina all’estremità ad Est dell’Egitto, terra prescelta per lo sviluppo della nuova Credenza.

Tutte le grandi Religioni di cambiamento dal rito Pagano, ebbero nascita e sviluppo in Egitto, (molto prima della nobile Civiltà Greca), che allora rappresentava l’ombelico del mondo con le più grandi opere del Genio Umano civile e culturale, scrittura, stampa, numeri, la ruota, Geroglifici, Orientamenti, le Piramidi e la Sfinge, la Vallata dei Re, l’Arte dell’imbalsamare, nella Chirurgia operavano persino il cervello umano, la Prima Università di studi avanzati al mondo, il Faro di Alessandria e la più grande e nobile raccolta di informazioni al mondo con la Biblioteca di Alessandria.

A distanza di mille anni dal Culto Ebraico, si affaccia all’orizzonte una nuova ideologia originata sempre in Egitto, il Cristianesimo, con destinazione di sviluppo in Palestina, dove inizialmente stenta a diffondersi.
Nel mio viaggio in Egitto dove ho avuto il piacere di percorrerlo in lungo e in largo, ho sempre saputo che la Madonna localmente nominata Settina Mariam, Nostra Signora Maria, prediletta dal Signore, di origine Egiziana, la quale diede l’avvio alla Fede Cristiana, si reca a Nazaret in Palestina Egitto, dove sposa Giuseppe il falegname dai quali nasce il pargolo Gesù.

Dopo la nascita di Gesù dovettero fuggire nuovamente verso l’Ovest dell’Egitto per salvarsi, attraversando il Deserto del Sinai per recarsi a Deir Dronka, una zona montagnosa vicino alla Città di Assiut nell’alto Egitto, dove la Madonna insieme alla Famiglia riposarono in una grotta, supponendo che fu il suo Paese Natale.

In seguito, in quel luogo fu costruito un grande Monastero Cristiano Copto in onore della Madonna, richiamando migliaia di Fedeli ogni anno, esattamente come Fatima in Portogallo, Lourdes in Francia, Medjugorje in Polonia, e tante altre in Libano, Iraq, Gerusalemme, Vaticano, Mecca, Medina, Siria, Turchia, ecc.

Mentre i Romani cambiarono il nome alle Divinità Greche per semplice motivo di orgoglio e supremazia Imperiale, le altre varie forme filosofiche di Fede, si svilupparono per dar luogo al grande Business di amalgama annuale di Fedeli sofferenti in cerca del miracolo, della guarigione.

Il Cristianesimo, dopo anni difficili in Palestina e a Roma, trova nell’Imperatore Romano Costantino terzo secolo d.C., l’appoggio cointeressato per lo sviluppo in Italia e nel mondo della nuova Fede. La Roma Imperiale diventa sempre più grande e incontrollabile con infinite battaglie interne per occupare le poltrone di comando. Dopo il decadimento dell’Impero Romano, il controllo passa di mano sotto al dominio della Chiesa.

A Roma il tempo si consuma fra grandi lotte, battaglie e Guerre intraprese dal Rito Cristiano a salvaguardia dei propri interessi, condanne a morte e crimini di ogni genere, divenendo il centro dell’ipocrisia e della ricchezza mondiale, attraverso la formazione di Organizzazioni esterne: Movimenti e Partiti Politici a scopo speculativo, per mantenere il prestigio di ricchezza materiale della Chiesa.
In tempi ancora più recenti, la Chiesa in Italia si aggrega al Partito Popolare, alla Democrazia Cristiana, forma il Partito di Comunione e Liberazione e tanti altri tutti specializzati nell’occupare posizioni di comando per arraffare, speculare in nome di Dio di cui predicano l’esistenza, ma attraverso il loro comportamento mettono in dubbio l’onestà del loro operato.

La Madonna che ha tutti gli effetti è il principale personaggio di cui parte il Cristianesimo, non sanno neppure dove e quando è nata o quando e dove è deceduta.
Si servono di Media di informazione, Giornali e Giornaletti dove spesso si leggono articoli creati da scrittori mercenari della penna, timorati di Dio e infatuati dalle promesse di un posto privilegiato in Paradiso, con articoli senza senso ad opera di Antonio Socci che appaiono spesso sul Giornale Avvenire sostenuto dalla Chiesa, o quell’ultimo articolo del 23 Novembre 2013, ad opera di Andrea Lavazza dal titolo: Perdonare fa bene al Cervello.

Non capisco che cosa spinge queste nobili creature sepolte nella disinformazione più disarmante, le quali si manifestano con scritti che non reggono i tempi. Sono d’accordo nel perdonare un errore commesso involontariamente e riconosciuto come tale da un proprio fratello, il quale certamente nobilita l’uomo, ma perdonare una mascalzonata Politica o peggio, commessa dalla Chiesa, si passa pure per deficienti.

Intanto il mondo al di fuori di queste bravate pubblicitarie in supporto dello Spirito del Male, continua a girare in modo diverso mentre l’Islamismo, un'altra ideologia di fede creata sempre nel mondo Arabo, avanza in modo più corretto senza scandali, di cui l’estremismo Musulmano non ha nulla a che fare con le accuse rivolte dall’Occidente.

Non dimentichiamo che nelle forme di credenze più antiche diffuse in Asia, regnava una impostazione della Società fondata sulla saggezza, di cui abbiamo ereditato sapienti insegnamenti: Ama il prossimo tuo come te stesso, che le nuove forme di Fede Latino Italiane hanno distrutto creando la Casta dei privilegiati.

Anthony Ceresa

Nessun commento:

Posta un commento