domenica 28 luglio 2013

Alba Mediterranea sporge denuncia querela contro Jorge Mario Bergoglio capo dello Stato del Vaticano


Vale la pena di sottolineare, per tutti coloro  che leggono, che quando ho progettato quest'azione giudiziaria contro il Vaticano ho valutato bene (come sempre) tutti gli aspetti... le responsabilità, i rischi che una simile azione avrebbe comportato e sono arrivato alla conclusione che se davvero ritenevo di essere un rivoluzionario psiconeurolinguista, razionalista e storicorevisionista avevo degli obblighi inderogabili da cui non potevo esimermi ..... e perciò dovevo assumermi fino in fondo il pesante fardello che questa mia azione e netta presa di posizione comporta e comporterà.....
 
Quindi io (e Giorgio) sono (siamo) perfettamente consapevole(i) della maggior parte dei coinvolgimenti, delle concatenazioni e delle evoluzioni che questa mia (nostra) dichiarazione contro il Vaticano comporterà.... e uno dei minimali corollari che ne derivano ... sarà proprio questo tipo di deriva impulsiva - fideistica che alcuni stanno rappresentando ... in perfetta linea illogica e trascendente... mistica propria dei "credenti" di qualunque religione... soprattutto quella democratica cristiana.... che è un ossimoro della massima purezza ed integralismo...
 
In ogni caso questa netta, chiara, pura opera di discriminazione proprio per i futuri “impegni” che ci si prospettano per i prossimi anni andava fatta …. Proprio per far prendere posizione a ciascuno secondo il  suo vero “animus” e non secondo quello appalesato come maschera di carnevale al pubblico del carnevale che domina ora incontrastato sulla scena della comunicazione, della politica dell’economia, della religione, dell’assistenzialismo.. etc., etc., … dove tutti (a cominciare del Vaticano – ma molto  largamente e ben imitato da innumerevoli schiere) si lasciano dominare da questa perversa “moda” in questa immane artefatta e messinscena che è diventato il mondo reale.
 
Noi di AlbaMediterranea primariamente vogliamo un mondo reale, davvero reale, dove ciascuno rappresenti verso il mondo esterno esattamente quello che è, la sua vera identità, l’unicum che ogni Uomo degno di chiamarsi tale deve essere …. non un “Piacione” ma un individuo con tutte la sue virtù e tutti i suoi difetti appalesati senza vergogna e falsi pudori per la folle legge non scritta, ma imperante oggi, che tutti devono essere modellati secondo un clichet definito secondo norme standard…
 
Ogni individuo è un essere unico e già perciò stesso non standardizzabile… la tendenza attuale a volerlo fare è una perversione ed una degradazione/corruzione indotta e manipolata di circonvenzione di incapaci.
 
Noi però che siamo Uomini non ci caschiamo e ci sottraiamo a questa infame deriva…  

Della serie  che ognuno e quello che è ... e non si può separare mai dalla sua coscienza/anima/afflato/essenza/spirito... … e siamo perfettamente preparati a questo e ad altro….



Laudetur Semper Priapus, Pan et Sol Invictus.....



Veiensfurens (alias Orazio Fergnani) - AlbaMediterranea.

Testo della querela pubblicato qui: www.albamediterranea.com

Nessun commento:

Posta un commento