giovedì 28 febbraio 2013

Altra alternativa all'alternativa - Ed ora? La protesta ha vinto, è vero, ma chi ci governerà?



L’Italia, arrabbiata, ha scelto la protesta. Ma ora il Paese è ingovernabile. I mercati ci puniscono, l’Europa e il mondo dubitano di noi. 

Come uscirne? Proposte (inedite e persino irriverenti ) per tirarci fuori dai guai.

L’IMMENSA PALUDE STORICA DELLA POLITICA ITALIANA.

Come ci è dimostrato dall’ultima chiamata alle urne elettorali del 24 e 25 Febbraio 2013, l’elettorato ha vissuto uno squilibrio generato dalla confusione dell’informazione, manovrata di proposito da abilissimi giocolieri per indurre a sbagliare nell’affrontare decisioni importanti, di cui l’elezione dei propri rappresentanti Politici.

Sono sgomento e come me tantissimi Italiani che sognavano il cambiamento atteso da tanti anni, indifferentemente, sia con il Movimento 5 Stelle, del PD oppure del PDL, i quali inseguono in modi diversi un ideale Politico che si presume alla guida di persone competenti, al fine di migliorare il Paese e la qualità della vita dei cittadini, ma sono profondamente mortificato, amareggiato, illuso come tanti altri Italiani, nel constatare che una parte consistente dell’elettorato, proprio quelli che si lamentavano di continuo nel corso del tempo, posti di fronte alle scelte, hanno smarrito il senso del ragionamento, facendo proseguire il Paese nell’incognita e nella tradizionale ingovernabilità.

Quasi quasi ve lo siete cercato e opterei per il rinnovo del despota Mario Monti e tutta la sua clicca di Tirannosauri, che hanno creato un Regime di particolare incoscienza, seminando addizionali sofferenze e decessi, superando in un solo anno tutti i danni compiuti nei sessanta anni di vita della Repubblica.

IL PAESE GIUNTO ALL’APICE DELLA INGOVERNABILITA’. In un anno di Governo Mario Monti, come se avessimo subito una guerra con tante sofferenze e decessi soffocati dall’informazione. Migliaia di Ditte hanno chiuso definitivamente per fallimento, con gravi conseguenze per migliaia di lavoratori deprivati del lavoro e conseguentemente del necessario sostentamento. Molte famiglie hanno perso il capo famiglia in un gesto estremo dove sono sfumati tutti i sogni, speranze e sudori di una intera vita. Altri hanno persino ceduto l’abitazione a condizioni di realizzo per poter sopravvivere. In un solo anno il Paese è andato oltre i limiti di sopportazione umana, a causa di incapacità Politiche sostenute da incoscienti e i loro sostenitori.

Il Paese ha atteso per lungo tempo questo momento magico per poter eleggere i propri rappresentanti fidati e finalmente glorificare il cambiamento. Invece l’occasione si è rivelata non diversa dalle scelte Politiche precedenti, a causa di una falsa informazione Mediatica, falsi pronostici, dimostrando ancora una volta l’immaturità di una consistente parte del Popolo Italiano, incapace di cercare la verità, andando allo sbaraglio, votando senza le basilari informazioni sulle reali condizioni del Paese e sulle capacità dei candidati.
Ma non è tutto, penso con profonda amarezza a quei tanti esseri sconnessi con la realtà dei fatti, i quali hanno sostenuto Gianfranco Fini, Pierferdinando Casini, Tonino Di Pietro, Giannino, Pannella, la Lega la quale dopo essersi abbuffata di tutto punto, ha cambiato il giudizio su Roma Ladrona, e poi Ingroia il quale non è il solo ad abbandonare la Giustizia per arruolarsi in Politica, disperdendo milioni di voti che avrebbero potuto supportare maggiormente il Movimento Cinque Stelle, l’unico Movimento con una visione allargata sull’eliminazione della Politica di corruzione diffusa nel Paese.

Perché il PD e il PDL hanno perso la faccia e le possibilità di Governare?
Il risultato è sotto ai nostri occhi. Nonostante il supporto incondizionato dei pionieri della vecchia Politica per salvare la Poltrona, l’appoggio esterno dei Comunisti, dei Marxisti, dei Randagi, dei Capitalisti, dei Marziani, dei Lecchini, dei Giudici politicizzati in entrambi gli schieramenti, Pretori, Assessori, Consiglieri, Consulenti a migliaia, tutti confluiti nel PD per assicurare la vittoria del Partito, senza seguire il conto aritmetico dell’abbandono dei più saggi, la fuga  dall’inciucio Politico, i quali giustamente non intravvedevano nelle capacità dei candidati attuali, la forza risolutiva per sopprimere il marciume ben diffuso a livello Nazionale, di cui PD, PLD e recentemente con il Mario Monti, detengono i primati per i tanti danni interni e le ingiustizie contro i più deboli, generando rivendicazioni locali ed internazionali, unici responsabili del debito pubblico, dello Spread, della Crisi Italiana e della relativa recessione del Paese.

Maestri indiscussi nel diffondere il male per trionfare nei personali interessi, rilasciare risultati fasulli e bugie ad esclusivo scopo pubblicitario per riscuotere assensi, presentando erronee previsioni di successi a pagamento per favorire i  soliti arrampicatori, creando tantissime illusioni a vari livelli non soltanto nell’elettorato, ma ben oltre.
Anche Mario Monti era convinto di ritornare in auge per completare l’opera di demolizione del Paese e riscuotere i meriti dei suoi capi d’oltre confine, Corrado Passera il Banchiere che non intende farsi da parte e si sente già Presidente, Romano Prodi il grande colpevole dell’Euro e firmatario dell’atto di sottomissione dell’Italia all’Europa, pensa già di sostituire Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica, Giorgio Squinzi dell’Industria invoca la crescita, come se fosse una pianta di fagioli, dove gli elementi principali della crescita sono gratuiti: il sole e l’acqua, ma nessuno intende mettere il dito nella piaga causata dal marciume che sovrasta il Paese.

PER TIRARCI FUORI DAI GUAI è bene ricordarlo ed eventualmente sottolinearlo, non ci sarà ripresa se prima i responsabili della Politica non intendono risolvere tutti i problemi soffocati dall’informazione, scandali impuniti che riguardano in prima persona il riassetto della funzione Giustizia.

Uno dei pochi, anzi pochissimi personaggi puliti nel PD, il quale si era reso conto della realtà della nostra situazione Paese, Matteo Renzi, con le sue competenze e il suo carisma, era riuscito a convincere anche i più accaniti oppositori del grande fallimento Pidiessino, incluso tanti sostenitori del PDL, ma il virus destabilizzante dei vermi della vecchia politica incollati alle poltrone, hanno infettato il futuro del Partito oramai alla deriva, eliminando Matteo Renzi dalla possibilità di raggiungere la Presidenza del Partito e la Presidenza del Paese.
Oggi l’Italia si trova ad un bivio molto più delicato dei risultati delle elezioni, la Mafia Istituzionalizzata diffusa nel Paese con le salde redini della speculazione e la possibilità di far retrocedere la  Nazione dal contesto Europeo, continuando a manovrare i cittadini come greggi di pecore, di cui tutto possono in nome del Potere.
Tanti scandali vecchi e nuovi ancora irrisolti e tanta pressione effettuata dai galli, polli e mezze galline arrivate in posizioni di comando, continuando con i loro loschi giochi sino al fallimento finale.

Come primo obiettivo per un riordino delle Politiche Sociali, bisognerebbe cancellare tutto l’operato effettuato dal Governo provvisorio di Mario Monti e ripresentarlo alla risoluzione di persone più competenti in materia.

I MERCATI CI PUNISCONO E FANNO BENE. Fra gli scandali che incrociano il Paese a vari livelli, ve ne uno di grande portata che intreccia la Politica e la Chiesa, senza rispetto verso i cittadini e l’incoscienza di presentarsi come rappresentanti terreni di quel Dio adoperato, sfruttato, per centrare maggiormente i propri interessi.

Dal 1972 al 1992 per decreto legge emesso da Giovanni Leone (considerato l'uomo degli scandali, poi obbligato a dimettersi), allora Presidente della DC, tutti i lavoratori Italiani furono derubati di una tassa addizionale inizialmente programmata per la creazione di un Fondo GESCAL che avrebbe permesso allo Stato di raccogliere miliardi con la scusa di fabbricare case popolari per i bisognosi.

Fu rafforzato l'Ente denominato IACP, nel quale furono incamerati una parte di questi soldi e iniziarono a costruire case a costi superiori al valore di mercato, per far fronte al tradizionale supporto della corruzione Politica Italiana.

In quanto al resto dei soldi, la parte più consistente della torta, si trattava di migliaia di miliardi, non si sa che fine abbiano fatto. Nel frattempo molti Politici sono diventati ricchissimi. Pare che la DC, o chi per lei, disponesse di molti Palazzi in SvizzeraPare che il Presidente Moro, in poco tempo divenne miliardario, ma non riuscì a portarsi dietro la sua fortuna, eliminato ante tempo dalle Brigate Rosse.
Bisognerebbe chiedere alla DC, ai Sindacati e ai Governi ombra di allora, i quali Governarono il Paese per tanti anni, , come nacque il pentolone senza fondo che diede origine al penoso debito Pubblico Nazionale sempre crescente.
Terminate le costruzioni nel 1975, lo IACP iniziò ad assegnare le case alle famiglie a condizioni di riscatto, in modo che l'Ente rientrasse nei soldi della costruzione attraverso i mutui Bancari. Il colpo di scena, i documenti relativi al riscatto non sono mai arrivati, malgrado proteste e ricorsi alle Autorità superiori. Nessuno risponde. Legge del silenzio per non cascare nell'inganno. Intanto i Condomini pagavano le bollette mensili gonfiate, deprivati persino dei servizi fatturati e mai goduti, il tutto per mantenere una Piramide di corrotti e corruttori al servizio del Partito.

Nel 2001 lo IACP viene sostituito in gran segreto dall'ALER, cancellando ogni precedente accordo con gli inquilini. L'ALER subentra come dipendenza della Regione Lombardia amministrata da rappresentanti della Chiesa Cattolica Cristiana, la quale con la forza si impadronisce delle case già pagate oltre dodici volte il valore originale, sottraendo sia i soldi iniziali versati dai lavoratori alla GESCAL, sia i pagamenti versati dagli inquilini per oltre 37 anni: le case diventano proprietà del Partito di Comunione e Liberazione.
L'ALER, come dipendenza della Regione Lombardia, Governata da  Roberto Formigoni dal 1995 sino al 2012, apparente autore del colpo mancino del millennio, rappresentante del Partito della Chiesa “Comunione e Liberazione” il tutto soffocato per anni dall’informazione, minacciando di sfratto tutte le famiglie che non sottostanno a pressioni e soprusi imposti dal sistema, con l'appoggio dei Sindacati e dei Politici a libro paga.
Il caso non fu mai risolto nonostante i vari cambi di Governo. Uno scandalo di grandi proporzioni di cui non tutti sono informati, e fu riportato all'attenzione dell'opinione pubblica mondiale come uno dei tanti reati impuniti dello Stato Italiano.

L’EUROPA E IL MONDO SONO CONTRO DI NOI, a causa di malfattori impuniti i quali  mettono a repentaglio il Paese e il Cattolicesimo con danni di gran lunga maggiori dei loro sporchi affari.

Molti cittadini sono andati a votare senza conoscere quanta porcheria si nasconde sotto al tappeto e dentro agli armadi di quelle stesse persone di cui l’elettorato ha concesso la fiducia, e poi si pretende di navigare in acque calme con un transatlantico Italicus destinato all’arrembaggio perché sino ad oggi, Governato da anime putride.
Attualmente la Nazione oltre alla Crisi, paga le conseguenze dei tanti furbetti impuniti, con una recessione causata da diversi decenni di Sciacallaggio Politico e Spirituale.
Tutti coloro che hanno sprecato i tanti anni nello studio delle Filosofie Politiche ed Economiche, ahimé, dovranno ritornare a scuola per imparare:
(1) La Scienza sulla Equità Sociale, responsabile della crisi e la necessità pressante nella riduzione delle disuguaglianze,
(2) La Scienza sulla Divinità della Natura, abbandonando tutte quelle filosofie astratte sulla rappresentazione terrena del Regno dei Cieli,
(3) La Scienza sull’Equità Fiscale, con una riduzione del Cuneo Fiscale per generare movimento e ritornare a produrre, fissare un tetto sul prelievo Fiscale attualmente raggirato con tasse dirette, indirette, contributi, imposte, timbri, bolli, regalie, multe, accise, IVA, IRPEF, e diavolerie varie all’infinito, per mantenere una Casta di privilegiati,
(4) La Scienza sull’Equità Intergenerazionale, l’uscita dal lavoro, il Sistema Pensionistico con le pensioni di morte lenta e quelle d’oro, liberare il campo a 60/65 anni per l’introduzione dei Giovani nel mondo del Lavoro,
(5) La Scienza sull’Equità della Giustizia, creare un Ente di controllo per la ricezione delle segnalazioni su fatti e  argomenti relativi alla mala Giustizia di cui l’Italia è maledettamente indietro,
(6) La Scienza sui costi della Politica, proporzionandoli al Prodotto Interno Lordo,
(7) La Scienza sulle abitazioni, sottraendole dal conteggio del PIL, responsabile di aver gonfiato i prezzi per nascondere la decrescita produttiva del Paese,
(8) La Scienza sui Monopoli di Stato, tutti fallimentari, nonostante l’applicazione dei costi superiori alle medie mondiali,
(9) La Scienza nell’Istituzione Sanitaria Nazionale, gestita dalla Politica con l’affondo della mano lunga dei Partiti Politici,
(10) La Scienza nella Ricerca & Sviluppo completamente bocciata dalla Politica, degradando il Paese,
(11) La Scienza nella Scuola, oggetto di speculazioni Politiche a danno del futuro dei Giovani,
(12) La Scienza delle Banche, divenute Istituzioni del malaffare, meglio creare Cooperative di Investimento per lo sviluppo del lavoro con partecipazione agli utili sull’impresa,
(13) La Scienza della Medicina, formulata sulla vendita di Medicinali, Visite Mediche e Esami di Laboratorio, mentre i problemi riscontrati sono spesso di natura collaterale,
(14) La Scienza sull’Inquinamento dell’aria e degli alimenti,
(15) La Scienza sulla Morale e la Felicità dei Cittadini.
(16) La Scienza della Corruzione, unica scienza ben sviluppata in Italia.

Anthony Ceresa

Nessun commento:

Posta un commento