domenica 28 ottobre 2012

Roma, 29 ottobre 2012 - Convegno per un agricoltura in grado di riconciliare economia ed ecologia




Ante Scriptum - Io ci sarò, in veste di uditore, ed invito anche voi ad esserci... per far sentire le ragioni dell'agricoltura naturale e anti OGM - Giuseppe Altieri 


La crisi economica colpisce un'agricoltura già fortemente attraversata da una profonda crisi strutturale. Ai dati del censimento dell'agricoltura, che evidenziano in Italia la perdita in 10 anni del 32,2% delle aziende (- 25% in Europa), si uniscono diverse analisi dedicate al settore che mostrano negli anni 2008-2009 un calo del 25,3% del reddito delle imprese agricole (-12,2% in Europa) recuperato solo in minima parte nel 2010.

La crisi agricola di oggi è il punto di arrivo di un modello di sviluppo non più sostenibile e che vede nei sistemi agricoli e di produzione del cibo i settori dove maggiormente esplodono le contraddizioni di un tale modello di sviluppo. Contemporaneamente però, l'agricoltura è il settore che più di altri ha già realizzato attività innovative per la costruzione di un modello di produzione e consumo basato su una visione avanzata della sostenibilità in grado di garantire al tempo stesso efficienza economica, equità sociale e tutela e valorizzazione delle risorse naturali e del paesaggio. Quello che oggi, infatti, appare con esemplare evidenza è che ciò che è meglio sul piano ecologico lo è anche sul piano agronomico ed altrettanto sul piano economico e sociale e la strada maestra che ci viene indicata dagli scenari attuali è di puntare per il futuro in modo deciso sulla diversificazione, la sostenibilità e la multifunzionalità. La crisi strutturale nella quale siamo immersi impone di dare una priorità assoluta nell'uso delle risorse pubbliche a obiettivi pubblici come la salvaguardia dell'ambiente e dell'occupazione. Un forte tessuto di imprese multifunzionali, ad alta intensità di lavoro, è la strada migliore per perseguire questo obiettivo.

Associazione Italiana Agricoltura Biologica . Associazione per l'Agricoltura Biodinamica . Fondo Ambiente Italiano . Federbio - Unione Nazionale Produttori Biologici e Biodinamici . Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica . Italia Nostra . Legambiente . LIPU BirdLife Italia . Pro Natura . Società Italiana Ecologia del Paesaggio . Touring Club Italiano . WWF Italia

Roma - Lunedì 29 ottobre: per un agricoltura in grado di riconciliare economia ed ecologia, alle ore 15.00 nella sede di Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.

PROGRAMMA

SALUTI
Alessandro Giordani, Capo Settore "Comunicazione, informazione e reti" della Rappresentanza in Italia della Commissione europea
Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia
Coordina: Costanza Pratesi, Responsabile ufficio ambiente e paesaggio del FAI

INTERVENTI
In rappresentanza delle Associazioni promotrici dell'iniziativa
Alessandro Triantafillidis, Presidente di AIAB
Marco Bignardi, Vicepresidente di FederBio
Riccardo Santolini, Presidente di SIEP-IALE
Patrizia Rossi, Responsabile agricoltura di Lipu BirdLife Italia

Le associazioni promotrici si confrontano con i rappresentanti degli agricoltori e delle istituzioni
Pietro Sandali, Capo Area Azione Economica di Coldiretti
Vincenzo Lenucci, Responsabile Segreteria di Presidenza e Direzione Generale di Confagricoltura
Giuseppe Cornacchi, Responsabile Dipartimento Sviluppo Agroalimentare e Territorio di CIA
Dario Stefàno, Assessore Agricoltura della Regione Puglia e coordinatore tavolo agricoltura della Conferenza Stato - Regioni
Paolo Petrini, Assessore Agricoltura della Regione Marche e Presidente della Rete Regioni OGM free
Giuseppe Blasi, Capo Dipartimento delle politiche europee ed internazionali e dello sviluppo rurale del MIPAAF

Conclusioni: Mariagrazia Mammuccini in rappresentanza delle Associazioni promotrici dell'iniziativaSegreteria: Carmelina Pani, c/o WWF Italia Via Po 25/c, c.pani@wwf.it, Tel. 06.84497454

Nessun commento:

Posta un commento