venerdì 5 ottobre 2012

"Qualcuno ti sta guardando!" - La consueta tirannia della politica ... secondo Anthony Ceresa




Per lungo tempo gli occhi del mondo sono stati catturati dagli avvenimenti del Nord Africa, dove animali dalle sembianze umane meglio definiti Tiranno-sauri, si erano impadroniti della vita di milioni di uomini ridotti in schiavitù, che il tempo ha giustamente punito come spazzatura umana.

L’onda lunga delle agitazioni Africane si è estesa sino in occidente per le stesse ragioni per le quali uomini affetti da patologie di egoismo, corruzione e gloria, continuano a sottomettere i propri fratelli a subire i segni negativi del Potere, controllando le principali funzioni sociali ai danni del quieto vivere, intaccando: l’ECONOMIA – la POLITICA – la GIUSTIZIA – la FEDE, sino alla GUERRA con o senza armi.

Verrà quel giorno dove i Politici, alcuni Spirituali anti Cristo e i tantissimi Indemoniati, non potranno più pronunciare il Nome di Dio in nessuna lingua, inconsapevoli che il tempo scorre veloce, appena ieri erano bambini da Oratorio ed oggi divenuti vecchi e per loro scelte hanno abbracciato il male.

L’Italia é una Nazione fortunata, eletta oltre duemila anni fa a capitale del Cristianesimo, con la pretesa di essere la scienza di tutte le filosofie di amore, di fratellanza, di pace, dove dalle evidenze millenarie si riscontra un titolo immeritato per le continue sofferenze inflitte dal Potere ai cittadini attraverso i secoli, interpretando comportamenti indegni di un Paese posto come esempio per l’intero genere umano.

Millenni di sofferenze provocate dal male radicato in alcuni esseri non del tutto umanizzati, dove il tempo e il progresso avrebbero dovuto migliorare i comportamenti e le Politiche adottate dal Potere, di cui neanche gli insegnamenti della Fede Cristiana é riuscita a emancipare.

E’ vergognoso constatare che a distanza di tanti anni, non siamo ancora riusciti a riconoscere e distinguere il bene dal male, che ha condotto il nostro Paese in una vertiginosa e inarrestabile caduta Economico Politica, ma anche di civiltà, penalizzando gravemente l’intero Paese, soprattutto le classi medio basse di cittadini.

A questo punto è bene chiedersi dove sono finiti i grandi umanisti, i sociologhi, gli amanti della pace, della fratellanza e degli insegnamenti di Cristo Re dell’umanità?
Eppure i fatti impuniti di corruzione, imbrogli, e varie speculazioni su basi giornaliere fanno parte di una tradizione Politica, spesso giustificata come segreti di Stato, segreti di Regione o di Partito, e arrivano comunque all’Opinione Pubblica, nonostante i continui tentativi di imboscare o limitare la gravità dei crimini Politici.

Dopo questa orrenda esposizione dei fatti, non si riesce a capire come e perché tantissimi cittadini fra i ranghi dei privilegiati, non riescono a intravvedere la realtà, perdendosi in filosofie illusorie di sviluppo e cooperazione formulate da Professori fuori corso, rappresentativi mercenari di programmi impartiti da malpensanti che impongono ciecamente la promozione di argomenti di interessi secondari per il Paese, a discapito di tanti altri molto più importanti.
La Politica del nostro Paese è sempre stata un peso gravoso per la Nazione e i risultati che si trascinano nei tempi sono bene evidenti, benché le realtà censurate hanno sempre nascosto una immagine molto peggiore dell’intero Stivale.

Le operazioni del nuovo Governo Monti e aggregati, sostenute esclusivamente dai Partiti Politici, diretti beneficiari e in modo sorprendente anche dalla Chiesa, per non perdere i diritti e le libertà acquisite, dove tutti insieme uno per tutti e tutti per uno, hanno dato il colpo di grazia al Paese, non soltanto uccidendo le attività Industriali in un mercato da sessanta milioni di anime, quindi un grande mercato che fa gola all’Europa, creando disoccupazione e innalzando a sproposito il costo della vita, derubando pensionati e ammalati, ma ancor di più, demoralizzando le speranze presenti e future della cittadinanza, in primo luogo dei giovani, mettendo a repentaglio tutte quelle belle e rispettabili filosofie della Fede Cristiana.
Se vi sarà una ripresa per il nostro Paese in un futuro molto remoto, nonostante gli ottimismi incoraggianti di alcuni Ministri affetti da patologie ottimistiche, non lo dovremo alla Politica ma alla Scienza ed alle nuove tecnologie le quali dopo un devastante arretramento della Nazione, causato da politiche lungamente negative, arriverà l’alba, il risveglio guidato da uomini dallo spirito innovativo, che Governeranno il Paese verso una lenta rinascita obbligando la Politica ad una totale rivoluzione del pensiero fondato sull’onestà e sul bilanciamento delle risorse economiche Nazionali.

Sembrerebbe che la maggioranza degli Italiani abbia fatto il callo sul comportamento indecoroso della Politica, dove quasi giornalmente si scoprono appropriazioni indebite di inestimabili valori sottratti ai cittadini per allietare individui e Partiti disonesti, ai quali la comunità aveva confidato piena fiducia.

Ma il male peggiore ereditato dai tempi, continua imperterrito in modo improprio e senza rendersi conto della gravità nel discreditare l’intero corpo Politico Italiano, per rifiutare di correggere il letame Politico esistente nelle varie Istituzioni, possibilmente correggendo  con l’ausilio di adeguati Decreti Legge che eviterebbero l’inarrestabile ripetersi di fatti di pura disonestà mafiosa negli ambiti Istituzionali.

Hanno rubato le quattordicesime ai Pensionati, hanno rubato case già pagate, hanno distrutto l’Industria, hanno offeso i giusti e i saggi, hanno fatto della corruzione un bene Nazionale da salvaguardare per finanziare i Partiti e dilapidare le risorse Nazionali.

Molte Regioni d’Italia sono sotto la scure della Giustizia per crimini che sicuramente finiranno in prescrizione, ma guarda caso la Regione più incriminata di tutta la Nazione, ossia la Lombardia, è diabolicamente protetta da interessi e intrallazzi Politici e Spirituali che la salvano dalla forca ai danni dell’intero Paese di onesti malcapitati.

Anthony Ceresa.

Nessun commento:

Posta un commento