venerdì 20 gennaio 2012

"Dietro al velo, in volo..." - La verità svelata -secondo Antonio Pantano- sulla Repubblica Popolare Cinese

"La Cina è lontana o vicina...? - Vola e taci.." (Saul Arpino)


La sedicente "Repubblica Popolare di Cina" è figlia della sua storia, nel XX secolo iniziata con la soppressione dell'Impero e la Repubblica erede (analogìa a carta carbone con Italyland!) "creata" giorno per giorno dai Signori della Guerra e dai banchieri cinesi emigrati - con fortunissima, per essersi omologati - negli USA. Il Giappone - nella sanguinosa guerra civile sviluppatasi sin dal 1927 - tentò di "metterci le mani" per salvaguardarsi ad ovest, sotto l'incalzare degli affaristi americani che si erano impadroniti dell'Oceano Pacifico come delle Filippine, e di mezzo continente cinese.

Poi ... la seconda guerra mondiale, con i due partiti cinesi dominanti, ma aggregati alle truppe USA. Indi il partito comunista di Mao, sorretto e finanziato da alcuni signori del denaro con sede in Occidente (anche Wall Street, USA!).

Dal 1972 i bankieri USA si palesarono nella "conduzione della Cina", ed oggi la dominano in toto, sotto la sigla e bandiera formalmente "rossa", ma di vero sfruttamento del popolo, ridotto a formiche schiave, al servizio di una satrapìa di 40-50 milioni di burocrati straricchi in USDollars.

Ergo, dalla Expo di Shang-hai alle Olimpiadi a Pekino, TUTTO è sotto l'egida plutocratica dei grandi affaristi sovrannazionali (cristiani sia protestanti che ortodossi e cattolici, islamici ed ebrei, con spruzzata di qualche magnate pakistano e indiano di altre religioni) di "stile e moda occidentale". Quindi in Cina si deve "vendere, vendere, presto e con profitto" (Ezra Pound, Canto XLV), esattamente come si fa ove impera il criterio affaristico liberista vigente alla occidentale.

Ne consegue, giustamente, che le città soccombano sotto l'immondizia, i miasmi per smog, le porcherìe degli scaltri amministratori locali e l'avvilimento degli abitanti, le montagne e colline producano valanghe di fango (bonifiche e forestazioni sono "fisse fasciste"!), le pianure tornino ad essere malariche o stracariche di centri commerciali, gli edifici si sbriciolino o si capovolgano come navi da crociera apparentemente italiane ma di proprietà anglo-americana, e ... i morti ... ottengano la parolaia apostolica benedizione da chi - vegetando beatamente a spese altrui e di usura protrattasi nei secoli - la domenica s'affaccia alla finestra vaticana per raccomandare ai rassegnati di essere pazienti e continuare a sopportare... cristianamente.

Ecco perché il casamento - edificato scientemente senza fondazioni razionali e stabili - fa testo in tutto ciò che non è SOLO cinese, ma è frutto di chi vede nell'unico DIO denaro lo scopo della vita. E questo "dio" - evasore fiscale TOTALE verso gli Stati! - è adorato nelle banche dai bankieri e dai loro servi!

Antonio Pantano

Nessun commento:

Posta un commento