domenica 29 gennaio 2012

Baila la bamba... e tira la carretta per far piacere al governo ed alla chiesa...




"E sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re, fa male al ricco e al cardinale, diventan tristi se noi piangiam..." (Jannacci rivisitato da Saul Arpino)


Perdona Loro, perché non sanno quel che fanno!
Siamo avviati nel terzo millennio e molti non riescono a distaccarsi dai preconcetti del passato, che hanno seminato tante ingiustizie, guerre e morte.
Quando noi comuni mortali sbagliamo, ci tempestano di multe, tasse, imposte, bolli, interessi, minacce, con l’aggiunta di spese varie. A qualcuno hanno portano via l’auto, la casa, la vita, e ci siamo fermati alle dicerie preistoriche che invitano al perdono, perché non sanno quel si che fanno.
Chi ha inventato questa frase o è stato frainteso o doveva essere un furbacchione che ha approfittato delle persone fiduciose.
Ma no! Sta scritto nel vangelo!
Ed inoltre c’è scritto che l’Arcangelo Gabriele difende i deboli, trafiggendo il male e le ingiustizie con la spada affilata.
Quale delle due è la più giusta? Oppure ambedue si applicano secondo gli interessi di parte del momento?

Ho finito per convincermi che le religioni sono la droga dei popoli, le quali in nome di Dio inebriano la coscienza dell’uomo avviandolo ad uno stato di sottomissione al Potere, per rincoglionire i credenti in cambio di lauti benefici.
Sia ben chiaro, Dio è sopra tutti i nostri pensieri ed azioni, ed è in noi a guidarci per la corretta via, dove spesso dobbiamo fare a pugni con i diavoli terreni fatti di carne ed ossa con limitata intelligenza.

Per questa ragione è alquanto importante riscrivere la Bibbia, in modo più realistico, impostandola sulle risoluzioni delle sofferenze terrene dell’uomo, di fronte agli abusi del Potere, all’egoismo dei Politici, magari con una impostazione diversa che si addica alla realtà di Madre Natura, che molti offendono liberamente, senza cupole e senza campane, ma con tanti Arcangeli o Avvocati sostenuti dalla Madre Chiesa, pronti a difendere giornalmente le tantissime e libere ingiustizie del Potere.

Quando i Greci scrissero il nuovo testamento, si suppone intorno al 500 d.C., non avevano immaginato che nella traduzione nelle varie lingue, avvenuta diversi secoli più tardi, si sarebbe perso il senso e lo scopo primario di tale Opera, destinata a guidare l’umanità verso una concezione più realistica della Società Umana, con una Democrazia di fratellanza e di rispetto fra i Popoli, senza privilegi di disuguaglianze fra il Potere temporale preposto e il Cittadino.

A distanza di tanti secoli, non sono mancati i furbacchioni che hanno curato gli interessi di parte, piuttosto che seguire un regolamento logico, più equilibrato, nel contesto Universale fra l’uomo comune e il Potere.

In Danimarca e in Norvegia i dipendenti pubblici incluso i Ministri, vanno al lavoro in bicicletta a contatto diretto con i cittadini, e l’età di servizio dei Ministri non supera i cinquanta cinque anni, esattamente come in Italia che muoiono sulle poltrone dello Stato, con le Onoranze funebri pagate dai lavoratori, dai pensionati, dagli ammalati.

L’uomo non è per nulla ad immagine e somiglianza di Dio e molti Politici nel nostro Paese non sono neppure ad immagine del Demonio.

Mi piacerebbe sapere quanto intasca il Vaticano per sostenere il marciume esistente nella Politica e nel Governo Italiano?

L’esempio di Giuda che si ripete all’infinito e coinvolge proprio quelle persone che dovrebbero dare il buon esempio.

Suppongo che il distacco creato fra le varie Filosofie di Fede, sia generato proprio dalla necessità di trovare un interlocutore giusto e onesto, più rappresentativo della vita dell’uomo sulla terra, per alleviare quelle pene aggiuntive create dall’egoismo dell’uomo sull’uomo per mancanza di giustizia.

Gli Ebrei per primi, i quali hanno mantenuto saldo il proprio pensiero dinanzi all’evolversi dei fatti avvenuti dinanzi ai propri occhi e si sono distaccati dalle credenze Cristiane, fornendo prova di carattere di fronte alle montagne di menzogne che nel corso dei tempi hanno portato il Cristianesimo al cambiamento, trasformandosi in una filosofia di interessi, curando maggiormente l’accumulo di ricchezza materiale e non sull’esempio sociale di fratellanza e difesa dei popoli.

Maometto non fu da meno, e fiutò l’importanza di creare una Dottrina monoteista, con maggiore slancio verso il rispetto e la preghiera, per porre l’uomo a contatto continuo con la sua coscienza più volte nel corso della giornata, e non sull’accatastare ricchezza e Potere.

Certe affermazioni di primaria importanza, nate mille e duecento anni prima della nascita del Messia, corrispondenti a filosofie più reali, dettate dal pensiero di saggezza di comuni Santoni: Buddha e Confucio, , furono letteralmente abbandonate con l’evento del Cristianesimo, sostituendole con il perdono per i mascalzoni che pagano, e il ricorso alla preghiera per gli offesi.

Per cambiare il millenario pensiero dell’uomo fondato sul peccato, sulla corruzione e sulla gloria, con rimarcabili danni alla Società specie quando quest’ultimo ricopre posizioni di comando, oltre tutto privilegiato da concessioni del perdono Spirituale e persino della possibilità dell’annullamento della punizione Divina, in cambio di sostanziose donazioni materiali alla Chiesa.

Rubare ai poveri attraverso il Potere e donarlo alla Chiesa per liberarsi dal peccato, ed entrare trionfanti nel Regno dei Cieli.

Il mondo dell’oggi, con i pericoli continui che incombono sull’umanità attraverso i sistemi di distruzione di massa, reclama, esige un profondo ravvedimento dei rappresentanti della filosofica Divinità sulla terra, per un cambiamento di rotta che attualmente sbilancia la pace fra gli uomini, per effetto del Potere accecato dai vizi di gloria e di interesse.

Anthony Ceresa

Nessun commento:

Posta un commento