domenica 1 novembre 2015

NATO, "banda" USA di truppe d'occupazione intoccabili.... Come sbarazzarsene?



 ...la presenza di troppe basi USA e Nato in Italia, oltre che di poligoni militari nei quali sperimentano di tutto (lasciando residui tossici), di sottomarini nucleari, di installazioni radar e di comunicazione e controllo, costituisce senza dubbio un problema grave, per la sovranità territoriale (dopo l’occupazione post bellica siamo di fatto divenuti una colonia USA).  

Ma soprattutto è un problema per la salute e l’incolumità della popolazione, che non è minacciata solo dai rischi potenziali e dall’inquinamento prodotto ma anche dal comportamento dei soldati, che sono praticamente intoccabili anche se commettono reati, come disponessero di immunità diplomatica (gli italiani ed i media in particolare hanno la memoria corta, ma ci sono già stati decine di incidenti e delitti e gli americani non hanno mai risarcito e neppure sono stati condannati, vengono semplicemente richiamati in patria). 

Inoltre, a proposito d memoria corta, rammento che il giudice Imposimato (in pensione da anni) quando indagò sulle stragi italiane (sia terroristiche che mafiose) scoprì che dietro ad esse con diversi gradi di responsabilità spesso c’era la NATO (le basi NATO venivano utilizzate per riunirsi tra massoni e servizi segreti deviati ed organizzazioni criminali per pianificare gli attentati), quindi è da ingenui pensare che la NATO sia un’istituzione difensiva a favore dell’Europa, è uno strumento al servizio del governo USA ed ai suoi interessi, suoi e delle multinazionali che lo foraggiano, applicando politiche ciniche e spietate.

Purtroppo coi governanti che ci troviamo, yesman, quaquaraquà e paraculi, è praticamente impossibile che tali argomenti siano mai affrontati con dignità e serietà e con la dovuta determinazione.

Claudio Martinotti Doria
claudio@gc-colibri.com


Video collegati: http://fulviogrimaldi.blogspot.it/

1 commento:

  1. Tutto quello che giustamente denunci è raccontato direttamente dai siti nel mio ultimo docufilm "L'ITALIA AL TEMPO DELLA PESTE - GRANDI OPERE, GRANDI BASI, GRANDI CRIMINI". Una selezione è pubblicata in www.fulviogrimaldicontroblog.info.Se interessa, scrivi a visionando@virgilio.it. Fulvio Grimaldi

    RispondiElimina