venerdì 13 novembre 2015

Chi si difende offende... Gara delle armi sofisticate fra USA e Russia



“Stiamo sviluppando un sistema missilistico in grado di penetrare
qualsiasi ‘scudo’, attuale e futuro. Lavoreremo sia per rendere
operativo un apparato difensivo antimissile sia per consentire al
nostro paese di penetrare impunemente qualsiasi barriera straniera. Le
minacce nucleari iraniane e della Corea del Nord sono soltanto dei
pretesti.

L’obiettivo degli americani è quello di neutralizzare il potenziale
nucleare strategico di quanti non facciano parte della NATO.
L’obiettivo dello scudo spaziale americano siamo noi ed è nostro
compito fronteggiare tutte le sfide che si pongono sul nostro cammino.
Nonostante le nostre preoccupazioni, espresse a più riprese, lo scudo
di difesa missilistica degli Stati Uniti continua il suo iter di
sviluppo.

Siamo stati rassicurati più volte dagli Stati Uniti, ma la minaccia
iraniana, anche a fronte dei recenti trattati siglati, non è più
plausibile. Pertanto, i riferimenti alle minacce nucleari iraniane e
della Corea del Nord sono solo delle coperture al vero piano degli
Stati Uniti: ottenere la supremazia globale. Ciò avrà un costo e delle
conseguenze. La Russia adotterà tutte le misure necessarie per
rafforzare il potenziale delle sue forze nucleari strategiche. Ecco
perché comunico ufficialmente che stiamo sviluppando un sistema
congiunto di difesa ed attacco missilistico globale”.

E’ quanto ha dichiarato l'11 novembre 2015 Vladimir Putin durante una
riunione sullo sviluppo delle forze armate russe.

 Franco Iacch - Infodifesa

Nessun commento:

Posta un commento