lunedì 16 novembre 2015

Viterbo. Il ricambio amministrativo può attendere...


Vuol dire che va bene così. Abbiamo chiesto a tutti i consiglieri comunali, Giunta, Sindaco di prendere coscienza dello stato fallimentare dell'esperienza di questa amministrazione, di rendersi conto che le liti continue, i rimpasti, le lotte interne alla maggioranza non hanno permesso e non permettono di amministrare questa città. Inadeguatezza e inefficienza sono sotto gli occhi di tutti. 

Durante il consiglio comunale del 12 novembre 2015 nel quale si è discussa la mozione di sfiducia della quale siamo stati i primi firmatari, è andato in onda uno spettacolo che dire penoso è poco: difesa a spada tratta e incenso sulla figura del sindaco quasi fossimo in un tempio durante un rito. La mozione che avevamo presentato a suo tempo non aveva colore politico, non era assolutamente demagogica e riteniamo che sia stata presentata coerentemente con il nostro pensiero e per il bene di questa città. 

Avevamo una tenue speranza che qualche consigliere di maggioranza in un impeto di responsabilità potesse aprire gli occhi e rendersi conto della realtà dei fatti; non delle nostre opinioni ma solo dei fatti che sono davanti agli occhi di tutti i viterbesi. Così non è stato: la colla sotto la poltrona non si è sciolta.

Dopo il penoso teatrino possiamo dire che noi proseguiremo nel nostro lavoro che malgrado tutto ha visto accolti alcuni nostri importanti progetti per la città tra cui il market solidale, il micro credito alle imprese, il baratto amministrativo, il registro delle coppie di fatto, i contributi per i genitori single, e altri progetti ancora che speriamo di ottenere quali ad esempio la riduzione degli sprechi nel bilancio, la riduzione delle commissioni consiliari, la modifica delle nomine per gli scrutatori di seggio, l'assegno civico per i cittadini indigenti, la costituzione delle consulte degli animali e della cultura che grazie a noi sono state approvate parecchio tempo fa ma che ancora non sono state avviate anche se il sindaco si è detto assolutamente favorevole a questi organi consultori.

Continueremo a batterci contro le scelte che riteniamo scellerate come la privatizzazione del servizio idrico e la creazione di un polo cinese alla Volpara.

È  Ovvio che quei consiglieri comunali che con il loro voto hanno sancito che l'amministrazione di questa città è perfetta, va benissimo che non ci sono cose da cambiare e che quindi merita la loro fiducia da oggi non potranno più assolutamente parlare contro questa amministrazione. Noi continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto, in coerenza con il nostro modo di vedere la politica, costruendo il nostro programma assieme ai cittadini e a tutte le persone che vorranno darci una mano; purtroppo il risveglio di questa città per i prossimi due anni non ci sarà; ma è solo rimandato, contateci.


MoVimento 5 stelle Viterbo

Nessun commento:

Posta un commento