sabato 6 dicembre 2014

Roma - Esplodono le fogne (per eccesso di carogne....)



Mentre esplodono le fogne della politica, vomitando i miasmi di un paese in putrefazione morale e materiale, l’ultimo ritrovato della Maffioneria,  il funambolico acrobata della menzogna,  persino più bravo del suo padrino,  annuncia felice il licenziamento, in Parlamento, del licenziamento per ingiusta causa, come una positiva evoluzione della civiltà democratica, con esso irrobustita, a suo dire, grazie alla alienazione di diritti acquisiti in decenni di sacrifici e lotte dai lavoratori. Più facilità di licenziamento = più facilità di assunzioni! Questa la magica alchimia risanatrice!! Questa  – chi l’avrebbe mai detto! - la scommessa in campo. E presto, sul campo, avremo le conferme!

Per deprecarizzare la deprecabile precarietà nel mondo del lavoro si spalancheranno i cancelli delle Cooperative Rosse delle campagne della compagna Emilia, quelli delle Cooperative Nere Romane, allestite per l’accoglienza di profughi con tanto di Banda (della Magliana) a riceverli e quelli, non ultimi, delle Cooperative Rossonere di Arcore e dell’Orgetta….pardon, volevamo dire Olgetta, con stipendio base  a partire dai 2.500 euro in su!

I vertici della Fiat, ravvedendosi dopo la transoceanica migrazione negli USA, potenzieranno gli impianti di Mirafiori per importarvi la produzione delle imponenti station wagon con marchio Chrysler  e riapriranno la pista parabolica del Lingottoper collaudarne, costì, le performances.

Il baffuto signor Bialetti riporterà all’ombra del San Carlone di Omegna, per goderne della provvidenziale protezione, la produzione delle graziose macchinette del caffè con l’omino coi baffi.

Con zattere, pedalò e natanti d’ogni genere riattraverseranno, stavolta all’incontrario, le acque dell’adriatico i proprietari dellostorico calzificio Omsa , per la gioia delle più snelle silhouette del Bel Paese.

La ricchezza in arrivo, scaturita dall’estinzione della assurda e ostinata pretesa di tutela dei diritti del lavoratore, chiuderà sì, questo è vero, i numerosi negozi di Compro Oro, fioriti negli ultimi anni, come ratio estrema per la provvisoria sopravvivenza degli italiani, vilmente taglieggiati prima dalle tasse e poi dai taglieggiatori della bella vita organizzata, ma in compenso fioriranno ancor più, compensandone l’assenza, le sale Bingo, i gratta e vinci e le slot machines, ove pensionati e inoccupati potranno consumare sogni di gloria insieme a laute pensioni e cospicui sussidi di opulenza sociale!!

Guai ai gufi!.....vae gufis!! potranno esultare orgogliosi ai retrivi e pavidi miscredenti nel nuovo che avanza che ci inverte di verso e diverte d’inverso, mentre accolgono in grembo tintinnanti e lucenti monete in copiosa cascata di provvida sorte di baci di donna, divina bendata!!! …..Ah mullata!!! Ahi mummallata!!!!! Schermisci, stermisci et parvi, cazzo!!!!...... eeeeeeeee BASTAAAAAAAAAA!!!!.....L’inchiesta Mafia Capitale è la prova su strada dell’evoluzione tridimensionale della criminalità organizzata 2.0, modello Seconda Repubblica, proprio come l’avevano disegnata oltre 20 anni fa Riina, Provenzano e i loro consulenti politico-affaristico-massonico-istituzionali (Marco Travaglio, 5 dic. 2014)
E’ COSI’, NON POSSIAMO RESTARE A GUARDARE! E’ ora che questa Banda Larga di magliari della politica ceda il passo all’onestà, alla verità e al decoro. 

Adriano Colafrancesco



Video Collegati: 

Nessun commento:

Posta un commento