sabato 14 marzo 2015

Venezuela - No all'attacco USA contro la libertà della repubblica bolivariana

Cari amici del Venezuela, in questi ultimi tempi si è intensificata la strategia mediatica di destabilizzazione del governo del Presidente Maduro, eletto dalla maggioranza dei venezuelani, che ha la colpa di non favorire gli interessi storici degli Stati Uniti e dei loro complici venezuelani.

Dopo le proteste violente, che hanno causato decine di vittime ed il fallimento dell’ennesimo tentativo di colpo di Stato nel febbraio di quest'anno, il Presidente degli U.S.A., Barack Obama ha innescato una nuova campagna denigratoria internazionale dichiarando pubblicamente che il Venezuela “rappresenta una minaccia inusuale e straordinaria” per la maggiore potenza economico-militare del mondo decretando lo "Stato di Emergenza Nazionale".

Abbiamo assistito a manifestazioni violente e al bombardamento mediatico massivo contro il processo bolivariano.

Persino a Roma una decina di oppositori si è riunito in centro e, di fronte a più telecamere che manifestanti, hanno dichiarato falsità diffamanti per confondere l’opinione pubblica.




​​
Tutto questo ha però suscitato l’indignazione di chi quella realtà la conosce bene e di quei popoli che vedono nel Venezuela un riferimento per le profonde trasformazioni sociali che, nonostante le grandi difficoltà ed il sabotaggio sistematico, stanno portando avanti per il beneficio di ampi settori della popolazione.
Persino le più importanti organizzazioni mondiali non possono negare i traguardi raggiunti (che anzi certificano), nel campo dei diritti, dell’economia, dei servizi, della qualità di vita… a scapito del personale beneficio di un ristretto gruppo di avidi profittatori che storicamente godevano di immensi privilegi sulla pelle di milioni di persone.

Si è pertanto dato vita ad una rete di solidarietà internazionale di sostegno al Venezuela, che denuncia l’ingerenza U.S.A.nella politica sovrana del paese latinoamericano e in appoggio al popolo di Bolivar, che sta organizzando manifestazioni in tutto il mondo ed ha indetto la data del 15 marzo come giornata di mobilitazione internazionale.


 



​Gli amanti della pace, dei diritti, della giustizia, non possono assistere inermi ad una aggressione che rappresenta un attacco della sovranità dei popoli e ai valori di chi aspira ad un mondo giusto, equo e solidale.


Invitiamo pertanto tutti a partecipare al Flash mob a favore del Venezuela che si realizzerà

Domenica 15 Marzo 2015
in Piazza di Spagna a Roma
dalle ore 11 alle 12

per manifestare la nostra solidarietà con il popolo venezuelano ed il legittimo governo della Repubblica bolivariana, come accadrà (e sta già accadendo) in tutto il mondo.


Nessun commento:

Posta un commento