venerdì 27 marzo 2015

Tartufo, sarin, barconi... La zuppa primavera di Fabrizio Belloni



  • I media traboccano di esternazioni di “Tartufo” Renzi (permettetemi la citazione letteraria, ma mi sembra che il capolavoro di Moliere sia il più adatto a delineare il presidente del Consiglio), che inneggia alla fine della crisi ed all’inversione di tendenza della economia del Bel Paese, vantando una previsione dello zero virgola due quale incremento del PIL. E’ una solennissima balla: “Tartufo” dimentica di citare le vere concause della…. stagnazione. Il prezzo del petrolio è sceso da circa 100 dollari il barile a circa 47/55 (variazioni speculative); la BCE ha emesso montagne di soldi (da monopoli) per l’acquisto di titoli di debito dello Stato Italiano; infine il famigerato “spred”, che era attorno ai 700 punti, ora è sceso sotto i 100 (se anche andasse a zero non ci sarebbe un posto di lavoro in più, ed in definitiva si viveva meglio quando lo spred era alto). E soprattutto la crescita dell’Italia è molto, molto inferiore a quella di altri Paesi europei. E non parlo della Grande Germania, altro pianeta. Parlo di Paesi simili: Portogallo, Spagna, finanche la Francia….Come al solito “Tartufo” ci prende in giro.
  • E’ passata ovviamente sotto silenzio la data del 16 Marzo 1988. E quasi nessuno sa che cosa accadde. In quel giorno Saddam Hussein sparse il “sarin”, micidiale gas nervino, sulle popolazioni Curde. Almeno 5000 cadaveri diventati blu. Uomini ma soprattutto vecchi, donne e bambini. Il gas era stato fornito dagli Stati Uniti, guarda caso. Il motivo era il tentativo di utilizzare il “rais” iraqueno in funzione anti Iran. Poi, divenuto inviso alle sette sorelle, sia per la sua proposta di farsi pagare il petrolio in Euro e non più in dollari, sia per l’avvicinamento alla Russia, Saddam Hussein divenne il necessario “male assoluto”. Motivo dell’invasione: la ricerca delle armi di distruzione di massa. E gli americani lo sapevano bene: le avevano fornite loro…. Solo che a guerra finita, non ne furono trovate. Ovvio: erano state usate tutte contro i Curdi. Di cui allora non fregava niente a nessuno. Oggi sono diventati eroici peshmerga, perché servono a contenere i tagliagole del califfato. Miserabili vicende umane.
  • Non passa giorno senza lo scandalo di corruttela quotidiano. Lo hanno fatto diventare una “forma mentis”, una abitudine cui assuefare la Popolazione italiana. Si illudono che –tutti colpevoli e coinvolti- questo significhi nessun colpevole, o quantomeno, che la gente consideri i miserabili farabutti come semplici monelli, un po’ economicamente vivaci. E’ un errore dovuto a due cause: bramosia ed ignoranza. Bramosia di denaro, che i farabutti ritengono dispensatore di felicità, magari attraverso un potere comperato al supermercato della storia. Ed ignoranza della Storia, quella vera. La gente, proprio perché lontana, nella grande maggioranza, dalle logiche della sporca grassazione, sopporta e tace. Fino al momento in cui si accorge che sono finiti i buchi della cintura. Allora non servono più né scollacciate fanciulle televisive, né partite di calcio, né gossip guardoni. Quando la gente per bene non ce la fa più, dopo aver dato molteplici segni di insofferenza, diventa da un giorno all’altro feroce e vendicativa e fa giustizia sommaria dei parassiti approfittatori. Andate a leggere la storia: solo per citare due casi: la tassa del thè scatenò la rivoluzione americana, e le brioches di Maria Antonietta crearono la ghigliottina. Casta (ed equitalia) avvisata…..
  • Avete notato che da un po’ di tempo i media-leccalecca non parlano, o non danno il giusto risalto, all’arrivo dei barconi? Pensate non ne arrivino più? Errore. Ne continuano ad arrivare, ma il governo-“Tartufo” non ama avere situazioni imbarazzanti. Bastano il Monte Paschi, la ministra Boschi e parentela, il padre “Tartufo”, le liti da comare del PD (che in effetti si scrive così, ma si legge DC), la scomoda alleanza con “Uovo di Pasqua”, al secolo Angelino-il-nullo-condito-di niente, il compagno Buzzi, in galera e mediamente tacitato….. Roba che il PD (si legge DC) rimpiange i bei tempi, quando Silvio si sollazzava con facil fanciulle (o almeno lo dava a credere: oggi si deve accontentare di Dudù): la stampa ci riempiva pagine e pagine e non di problemi e soluzioni necessarie più dell’aria allo Stivale, ma si crogiolava grufolando nell’alcova. Stessa motivazione della farfallina di Belen, dell’isola dei “famosi”, o, peggio di tutti, dei pessimi, partigiani, falsi documentari di “Rai Storia”.
  • Rimanendo in tema clandestini. Arrivano per il 90% giovani maschi. I catto-comunisti dicono che sono profughi. Peccato che meno del 10% (sto allargandomi) ottenga tale qualifica. Tutti costano a tutti noi dai 1000 ai 1200 euro al mese. Probabilmente vi sono non pochi terroristi militanti e moltissimi con disponibilità in tal senso. Poi dobbiamo aggiungere i costi indiretti: Forze dell’Ordine (come se non bastassero i farabutti locali!), servizi sanitari, scuole, abitazioni e spese relative……. Oltretutto chi scappa da guerre o simili si porta la famiglia: chiedetelo ad Istriani o a Meridionali quando furono costretti ad emigrare. Questi vengono allora con altre finalità evidentemente. Ma non ditelo: diventate subito razzisti e Fascionazisti. Finiremo con gli Squadroni della Morte, come in Brasile?


Fabrizio Belloni - Cell. 348 31 61 598

Nessun commento:

Posta un commento