martedì 3 settembre 2013

Viterbo, 8 settembre 2013 - A spasso per la Tuscia, lungo le vie dell'esilio di Santa Rosa

Santa Rosa da Viterbo


Per la nona edizione della manifestazione “In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa” arriva anche l’adesione del cantastorie Antonello Ricci e dell’attrice Laura Antonini. Un itinerario culturale e naturalistico di rara bellezza tra boschi, sorgenti e castelli medioevali.

Lo scopo è quello di rievocare l’esilio di Santa Rosa dalla città di Viterbo avvenuto nel 1250 il giorno 4 dicembre. Un esilio che durò pochi giorni ma che costrinse la Santa, secondo le fonti storiche, a raggiungere i comuni di Soriano nel Cimino e Vitorchiano prima di rientrare a Viterbo.

L’appuntamento è per domenica 8 settembre 2013 alle ore 8 a Viterbo in Piazza San Francesco, di fronte alla basilica omonima. Si partirà intorno alle ore 8,30 dopo aver ricevuto la benedizione, con la reliquia di San Francesco,  da parte di padre Agostino Mallucci ofm.

Un percorso a piedi, quello che da Viterbo porta a Soriano nel Cimino, lungo circa 18 chilometri. Il nutrito gruppo partirà, come avvenuto negli anni precedenti, all’insegna della pace, della fraternità e dell’amicizia.

Da Piazza San Francesco si percorreranno Via Matteotti, Piazza Verdi, Via F.lli Rosselli, Via Genova, Via Belluno e Strada Palanzana. Poco prima dell’eremo della Palanzana si girerà a sinistra per percorrere una strada bianca che, attraversando il Parco dell’Arcionello, condurrà i partecipanti all’attraversamento della Strada Romana, all’altezza dei numeri civici 5. Qui ci sarà il primo punto di ristoro.
La camminata proseguirà per Strada Costa Volpara e Strada Piscine, fino all’attraversamento della Strada Provinciale Piangoli, fino ad imboccare la strada bianca che porta alla sorgente Acquaspasa.

L’arrivo alle sorgenti, dove si consumerà il pranzo, attraverso sentieri e mulattiere, è previsto intorno alle 13. Verso le ore 14 il cammino riprenderà, all’interno del bosco, salendo verso la sorgente Grillara. Questo è il punto più alto del percorso, rispetto al livello del mare. Sono 747,1 metri di massima altitudine, dopo aver percorso 13 chilometri e 600 metri circa. Misurazioni, queste, molto attendibili perché fatte con il navigatore satellitare per trekking che ha registrato, negli anni precedenti, anche l’intero tracciato percorso dai partecipanti.
Prima di arrivare a Soriano nel Cimino, a questo punto mancano ancora poco più di 4 chilometri, irrinunciabile è la visita alla chiesetta della Trinità edificata all’interno del bosco.
Molte le sorprese previste durante il percorso. Si sa per certo che hanno dato la loro adesione all’iniziativa il cantastorie Antonello Ricci e l’attrice Laura Antonini. Ad accompagnare il gruppo Silvio Cappelli, Franco Brenci, Carlo Maria Scipio, Remo Ceccarelli, l’esperto forestale Sabatino De Berardino con i suoi cavalli e cavalieri, la guida esperta Domenico Donato, il rappresentante del Masci Mario Latilla, gli operatori video Bruno Coco e Mario Schiavi e tanti altri veterani camminatori. Molto importante il supporto dei volontari che hanno organizzato i punti di ristoro lungo il percorso e che hanno provveduto a fare sopralluoghi e pulire il percorso nei giorni precedenti la manifestazione.


Silvio  - Info. 3382129568

Nessun commento:

Posta un commento