domenica 1 settembre 2013

ONU - Serve una nuova Norimberga per i crimini contro l'umanità degli USA


In attesa dei prossimi bombardamenti sulla Siria e sull'Iran...


Drone USA all'opera


Nel novembre del 2004, durante l’invasione NATO dell’Iraq alla ricerca delle inesistenti armi di distruzioni di massa di Saddam, gli americani bombardarono per giorni e giorni la città irachena di Falluja con bombe al fosforo bianco provocando la morte di migliaia di civili e, a causa delle radiazioni, la nascita di bambini deformi e un aumento esponenziale dei tumori tra i sopravvissuti.

Le immagini raccapriccianti, visibili su youtube, dei corpi corrosi e scarnificati dalle bombe al fosforo: uomini, donne e bambini bruciati vivi tra atroci sofferenze e senza alcuna possibilità di cura, non hanno suscitato alcuna reazione da parte del mondo politico occidentale e hanno lasciato del tutto indifferenti le grandi testate giornalistiche e le maggiori reti televisive.

Anche in questo caso, per i massacri perpetrati dagli americani nel corso degli anni sui civili inermi, nessuna ondata di sdegno, nessun titolo in prima pagina, nessuna presa di posizione dei governi europei a dimostrazione del totale asservimento della cosiddetta libera stampa e dell’Occidente americanizzato agli interessi economici e geopolitici degli USA.

Dalle due bombe atomiche (non ne bastava una?) gettate su un Giappone prossimo alla resa, alle bombe al napalm sui villaggi vietnamiti, fino ai proiettili all’uranio utilizzati nei Balcani, l’America non è nuova a questi metodi e nonostante sia la prima produttrice, esportatrice e utilizzatrice al mondo di armi di distruzione di massa è sempre e comunque considerata un baluardo di democrazia e libertà.


Un giorno, per questi crimini contro l’umanità, ci sarà una nuova Norimberga...

Gianfredo Ruggiero, presidente  Circolo Culturale Excalibur


...........................

Intervento integrativo

Ricordo, in estrema sintesi alcuni fatti recenti e non.

Nel 2004 gli yankee bombardarono Felluja (Iraq) con tonnellate di bombe al fosforo bianco, massacrando la popolazione (vecchi, donne, bambini), condannandoli ad essere bruciati vivi, a morire per radiazioni, a nascere deformi, a morire per la crescita esponenziale di tumori.

Nel Viet Nam bruciarono centinaia di villaggi con bombe al napaln. Anche in questo caso a farne le spese furono per lo più vecchi, donne, bambini

Nei Balkani fu impiegato su larga scala l'uranio impoverito. Le radiazioni uccisero e stanno ancora uccidendo per tumore migliaia e migliaia di persone. Fra le nostre Forze Armate, là di stanza, si sono verificati oltre 2000 casi di tumore. Naturalmente il tutto messo a tacere dalla stampa e dalle tv, asservite.

E, ultimo ma il peggiore dei casi, come non ricordare le due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, sganciate non per abbreviare la guerra, ma per mandare un avvertimento a Stalin?
E gentaglia di questa fatta ha la faccia di presentarsi al mondo come coloro che devono "punire" Assad?


Ma arriverà anche per loro la nemesi, la vendetta storica....

Fabrizio Belloni

Nessun commento:

Posta un commento