martedì 11 dicembre 2012

Tuscia gelida - Grandine e neve ma il sal ci manca, a Vitorchiano sventola bandiera bianca....


Giovanni Faperdue


Ieri una abbondante grandinata ha imbiancato le nostre zone. A sera la temperatura rigida ha trasformato il manto bianco in una lastra di ghiaccio. A Vitorchiano le strade erano impercorribili e lo stato di ghiaccio ha creato tanti problemi alla cittadinanza.

Stamattina alle 9 ho telefonato in Comune chiedendo se fosse stato cosparso il sale nelle strade interne ed ho scoperto che il Comune lo ha solo ordinato.

Sono rimasto stupito e indignato, al che la signora che era al telefono mi ha detto di parlare con l’ufficio tecnico, ma al telefono di questo ufficio non rispondeva nessuno.

Ma, secondo voi, un sindaco che sappia fare il sindaco aspetta il primo gelo per acquistare il sale o lo prepara nei magazzini del 
Comune qualche mese prima? Ma il sale si compera come la mortadella? Questo comportamento assente e superficiale non mi piace proprio.

Un sindaco vero non può comportarsi così come si comporta il sindaco di Vitorchiano che conosce una sola risposta a tutti i problemi: “La colpa è tutta della passata amministrazione”.
Questo sindaco Olivieri ogni giorno che passa si sta dimostrando sempre meno adatto a ricoprire quel ruolo. Ci dispiace dirlo ma è così.

Personalmente ricordo ancora, come fosse oggi, il sindaco Gemini Ciancolini che durante le nevicate del 2011, alle otto di sera era presente sulle strade della lottizzazione di Paparano, insieme ad altre persone del Comune, per controllare lo spargimento del sale e per aiutare la auto in difficoltà.

Citiamo il ricordo per suggerire al sindaco Olivieri come si deve comportare.

Caro sindaco la invitiamo ad affrontare le sue responsabilità e a non sottrarsi e non scappare, così come ha fatto durante l’intervista di Gimmi Ghione di Striscia la Notizia.

Giovanni Faperdue

Nessun commento:

Posta un commento