lunedì 24 dicembre 2012

Il "grillo" silente ed il passaggio dall'antisignoraggio bancario al Sassoon banchiere


Osservazione indiretta di Fulgor Silvi


Attento grillo... il popolo ti osserva!

Egregio Sig. Beppe Grillo, sono passati parecchi anni (credo fosse il1998) quando con la sua furbesca e artificiosa furia si scagliava contro il signoraggio abbracciando gli insegnamenti del prof. Giacinto Auriti padre della “moneta di popolo”.

Ora questa sua battaglia è stata riposta in un cassetto in cambio del sostegno non tanto occulto che il potere bancario (Rothschild) ha garantito al suo movimento 5 Stelle in Internet e nei media tramite la Casaleggio Associati. A questo punto devo dedurre che anche lei rientra in quella nutrita schiera di “falsi rivoluzionari” di cui fanno parte la Annunziata, Travaglio, Santoro, Vendola, Vattimo, Saviano, Berlinguer, tutti pronti ad imbarcarsi in “crociate di facciata” contro la corruzione ma che stranamente non vedono gli imbrogli della grande imprenditoria e i crimini estrattivi e atomici perpetrati dalle multinazionali usuraie i  cui effetti sono sotto gli occhi di tutti.

Io credo, caro Grillo, che lei e il suo movimento sia l”ultima maschera della rivoluzione per non cambiare, perché il cambiare fa paura anche quando conviene.

Considerato che gli ultimi sondaggi la vedono  tra il 16-20% nell'interesse dei cittadini che sono stati suoi elettori e non, mi consenta di farle alcune domande le cui risposte sono indicative per come si fa a guidare e governare una Nazione: ”Chi candiderebbe come premier visto che lei non indica nessuno e non spiega come possa essere fatta la scelta?

Perché rifiuta il confronto e non risponde neanche on line?

In Realtà la vera mente del Movimento 5 Stelle non è lei ma il sig.Casaleggio con i suoi altri 4 soci (di cui uno Enrico Saassoon che ha un imparentamento con una Rothschild)  per cui le chiedo: nel partito lei che ruolo svolge e quale è il suo peso politico reale?

Non è un controsenso proporre l'uscita dall”Euro, nazionalizzare la banca e non condannare il signoraggio secondo  gli insegnamenti del prof. Auriti?

Domande cui la invito a rispondere per la mia e altrui chiarezza visto che lei potrebbe essere, in un futuro, un premier politico.

Mario Troviso 

Nessun commento:

Posta un commento