sabato 7 luglio 2012

Olga Ivanova di San Pietroburgo consiglia: "Pulizia dell'intestino per evitare putrefazioni interne..."

Clistere classico

Caro amico/amica, ti scriviamo x farti prendere coscienza di 1 problema vitale dietro consiglio della signora OLGA IVANOVA di San Pietroburgo e oggi residente a Milano. E' costei 1 assidua studiosa di alimentazione naturale e di medicina alternativa e naturista oltreché di discipline esoteriche, con particolare attenzione alle potenzialità magiche e purificatrici dell'elemento ACQVA. Ormai chiunque constata quotidianamente come l'ambiente sia sempre + inquinato, sia l'alimentazione a cui quotidianamente siamo sottoposti, hanno x anni e anni depositato nel nostro corpo un incontrollabile quantità di tossine e di scorie, tali da trasformare il nostro apparato digerente e, in particolar modo il nostro tratto intestinale (lungo circa 7/8 m.) in un vero e proprio POZZO NERO.

Tutti i disturbi e le malattie, dalle più leggere alle + gravi, aumentano quotidianamente e sono sempre derivati (oltre da un'origine psicosomatica e/o da malesseri spirituali) dalla stessa causa, anche quando sembra che i disturbi non dipendono da ciò. Basta sentire il cattivo odore del n/s alito e della nostra "aria" x rendercene conto. Ci perdonerai se ti parliamo di queste cose non troppo piacevoli ma è necessario affrontare il problema alla radice. Andare in bagno regolarmente tutti i giorni non risolve il problema, in quanto parte del materiale rimane depositato nel lungo tratto intestinale, sopratutto nelle curvature del còlon e lo stesso materiale espulso risulta sempre o troppo solido (a volte persino secco) o a volte troppo molle e sfatto (segno di vera e propria PUTREFAZIONE)...

E' in base a ciò che in accordo con la signora Ivanova ( che fa parte di un gruppo di medicina esoterica) , constatando il potere magico, purificatore e rigenerante dell' aqva, ci permettiamo di consigliarti quanto segue : almeno 1 volta al mese pratica un SALUTARE ENTEROCLISMA. Riempi l'apparecchio di circa 2 litri di acqva tiepida. Distenditi su di un fianco e, a metà operazione sull'altro e lascia che il liquido scorra lentamente e dolcemente nell'intestino( immagina un placido fiume limpido che entra in te). Trattieni il tutto circa dieci minuti e poi espelli il materiale di scarto. Durante l'evacuazione ti renderai conto di persona di quanti veleni erano accumulati da tempo immemorabile, anche se apparentemente andavi di corpo quotidianamente.

Dopo la purificazione ti sentirai scarico/ca, libero/ra, leggero/ra e in breve tempo, dopo un breve riposo riacquisterai forza ed energia. Ricorda che la pratica del clistere è sempre stata conosciuta fin dall'antichità: dall'antica India all'Egitto, dalla civiltà cinese del Tao sino ad alcune tribù berbere e dell'Africa nera e alle civiltà precolombiane. Se dirigi qualche giornale o rivista o in qualche modo vi collabori, cerca di far pubblicare questa lettera. NON TI CHIEDIAMO ALTRO.

Non facciamo parte di nessuna sétta o gruppo strano. Ci limitiamo a fare proselitismo per un problema che riguarda gran parte della gente (a parte chi, curandosi in modo naturale o praticando discipline orientali, o in diversi modi segue già queste pratiche).

Lascia perdere i lassativi, le purghe, le "pere" o i "clisteri" prefabbricati, che sappiamo contengono solo nocive sostanze chimiche e corrosive. Usa il classico ENTEROCLISMA TRADIZIONALE di 2 litri con il normale tubo, che per molto tempo è stato usato dai nostri avi. I medici ufficiali, oggi, sono solo degli agenti delle industrie farmaceutiche, e farebbero verso di te, solo commenti sarcastici e sbeffeggianti. Boicotta il più possibile la medicina ufficiale (salvo casi estremi) Non ridere di questa lettera e se intraprenderai questa via (oltre a cambiare alimentazione e ad astenerti periodicamente dal cibo) riacquisterai un perfetto equilibrio fisico, psicologico e spirituale. LA PACE SIA CON TE

Movimento Internazionale Igiene Intestinale
Dott.ssa K. KOUSMINE



Nota aggiunta:
Oltre al problema della stitichezza, la pulizia dell'intestino mediante la pratica dell' enteroclisma o lavanda intestinale cura e previene i seguenti disturbi: ALITOSI, BRUFOLI NELLE GIOVANI DONNE O ALTRI PROBLEMI CUTANEI(l'intestino intossicato è causa di deterioramento della pelle) GONFIORI INTESTINALI (la lavanda, oltre al materiale depositato trascina via anche l'aria accumulata) COLITE, GASTRITE(eliminando i residui di ciò che porta bruciori allo stomaco) FEBBRE(dopo un clistere si abbassa) MAL DI GOLA RAFFREDDORE A NASO COLANTE MESTRUAZIONI DOLOROSE CISTITI E INFIAMMAZIONI ALLE VIE URINARIE EMORROIDI MAL DI TESTA (DOVUTO A INDIGESTIONI O A IMBARAZZO INTESTINALE) - ASMA E ALLERGIE INOLTRE LA PULIZIA INTESTINALE E' UN OTTIMA PREVENZIONE CONTRO EVENTUALI COLICHE SE SI PARTE PER PAESI TROPICALI O PIU' CALDI DEL PROPRIO.

Gianni Donaudi


BIBLIOGRAFIA - Alcuni titoli:

Yogi Ramarachaca - La cura dell'acqua- Ed. La Bussola- Roma, 1978-
Yogi Ramarachaca- Hata Yoga Napoleone Editore- Roma, 1971- Dr Soleil- Disintossicarsi- Sarva- Modena- "Igiene intestinale"

"Per una generale e curiosa storia del clistere: Piero Lorenzoni- La giuliva siringa- Ed . Il Borghese- Milano, 1969-


Nessun commento:

Posta un commento