venerdì 10 aprile 2015

Tabù mediatici - Samantha va in orbita... ma nessun deve sapere che la tecnologia è russa...



Da Mattarella allo spottone per il Governo Renzi, da Fazio a Carlo Conti, dalla Rai a Sky, più radio e giornali, l'astronauta italiana ha fatto quasi più apparizioni TV di Salvini, Renzi e Landini.
Ma la nostra Samantha Cristoforetti, di cui mi sono ignote le idee politiche, ha qualcosa in comune con tutti i suoi competitor di minutaggio televisivo: il 'tabù'.
Salvini, Renzi e Landini, parlano, parlano...ma evitano accuratamente di parlare della grande finanza globalizzatrice, che con le sue banche e multinazionali esercita il potere reale sul cosiddetto 'mondo occidentale', governando le informazioni, le logge massoniche e i partiti di centrodestrasinistra (e le organizzazioni, enti, fondazioni e associazioni ad esse sottoposte).
Questo è il loro tabù.
Il 'tabù' della nostra astronauta, spalleggiata dai suoi interlocutori e presentatori televisivi, radiofonici e della carta stampata, è che la tecnologia e la navicella spaziale che l'ha portata lassù è ... Russa !

Sono ridicoli. 

L'Agenzia spaziale europea e quella italiana piazzano i loro loghi dentro la Soyuz, per esibirli durante i collegamenti televisivi, vantano i loro successi scientifici per gli esperimenti che sono in atto dentro la navicella ... ma i loro dirigenti sostengono le sanzioni economiche contro la Russia, colpevole di non assecondare il colpo di Stato della NATO/BCE/UE, in Ucraina, voluto dagli USA e realizzato -gestito richiamando in Ucraina le bande criminali naziNATO di mezzo mondo (Libia, Turchia e Arabia Saudita comprese).
Da ragazzo facevo il tifo e gonfiavo il petto per le ripetute vittorie dei 'compagni sovietici' nella gara spaziale in cui stracciarono gli USA.
Putin non è un 'compagno sovietico', né io sono più il 'compagno' che ero allora, ma apprezzo il recupero di sovranità nazionale che Putin sta gestendo in Russia e proverò un po' di com-passione e soddisfazione, appena un interlocutore e/o presentatore della Cristoforetti, in uno dei tanti nuovi collegamenti che ci attendono, spenderà un minuto per rompere il 'tabù' e dirci che:
... la Soyuz è un gioiello della tecnologia e della ricerca, che la Federazione Russa continua a sostenere, nonostante le multinazionali abbiano fatto crollare il prezzo del suo petrolio, la grande finanza ed i suoi speculatori abbiano attaccato il rublo, la NATO/BCE/UE porti avanti il golpe in Ucraina ed ASSURDE sanzioni economiche (che danneggiano l'economia della Russia e quella degli Stati Europei, avvantaggiando l'economia USA). 

Per amore della verità
Fernando Rossi

Nessun commento:

Posta un commento