lunedì 6 aprile 2015

Pesticidi ed affini - La UE stanzia fondi per la riconversione biologica ma non vengono utilizzati...



Il 90 % del bilancio delle regioni italiane se ne va per la "Sanità" ....ovvero spesa Oncologico-degenerativa....
...150 miliardi di € all'anno... e "IO PAGO"...

e i Sindaci dei Cimiteri... come direbbe Totò il Grande. 

La prima causa della crisi economica... è il Cancro
da cosa vi volete riprendere se state al reparto oncologico... o col Parkinson, Sla, SMC, linfomi, leucemie...  e sterilizzazione di massa, coi spermatozooi al minimo storico (principale indicatore della situazione ambientale) ...e spesso malformati...  col record mondiale dei tumori dell'Infanzia (OMS) e 8 anni di aspettativa di vita media sana persi negli ultimi 12 anni.... (EUROSTAT)

Ma la Speranza non muore mai...
A fronte di soli 1,5 miliardi di € di fatturati di pesticidi chimici irrorati in multiresidui, illegittimi, che ci avvelenano a norma di legge... e che, se fossero eliminati, eliminerebbero il 90% delle cause del Cancro e altre malattie degenerative... (Concausa aggravante principale di pericolo grave ed attuale per la salute)

...il più bello è che basterebbero solo 5-6 miliardi all'anno....
per sovvenzionare tutta la riconversione biologica dell'Italia agricola mentre ne abbiamo già 12 a disposizione dalla PAC e dai PSR regionali che non vengono usati. Anche perché i sindacati agricoli,  che vendono pesticidi nei loro consorzi agrari... li dirottano, appunto, verso la vendita della chimica assassina invece di passar dal Conflitto alla "Convergenza" di interessi... raddoppiando magari i loro fatturati e vendendo prodotti per l'agricoltura Biologica.

Oggi, purtroppo, ancora "Tutti poveri e tutti malati/morti/malformati" tranne quelli che si possono permettere di mangiare biologico e che hanno la coscienza vegetariana.

Eppure coi fondi europei potremmo creare  3 milioni di posti di lavoro in agricoltura biologica,  sugli oltre 5 milioni di ha di terreni abbandonati a sotto-utilizzati e 500.000 posti di lavoro nelle filiere corte dai produttori ai consumatori, mangiando Biologico ... a prezzo Logico...




P.S. (bollettino di Sterminio di Massa)
...hanno appena irrorato l'E 45 col disseccante Glifosate cancerogeno e inutile, invece di tagliare l'erba...

....hanno appena autorizzato l'avvelenamento su scala regionale (umbria)  e nazionale del Grano e cereali con Pesticidi antimuffa a causa di una malattia provocata dell'Uso del disseccante che squilibra i microbi del terreno
...e che si curerebbe facilmente con mezzi biologici
che dovrebbero essere obbligatori e prioritari

...Hanno irrorato il disseccante  Glifosate, cancerogeno, sul Grano prima della raccolta del 2014... autorizzazione del Ministero della Sanità...

il tutto sovvenzionato coi fondi che sarebbero destinati al biologico...


Grazie agli amici che si sono attivati... siamo riusciti a fermare (per ora) al Tar l'olocausto degli Ulivi del Salento, 
per un presunto batterio Killer ...causato dai soliti disseccanti e pesticidi mentre il Batterio si cura con l'agroecologia...

...nelle arance di Palagonia, in Sicilia, qualcuno usa un diserbante ormonico 2,4 D per mantenerle attaccate alle piante quando sono mature. Vitamina C... ancerogena
Arance all'Agente Orange..

E molto altro... dell'Economia di Morte... male organizzata dalla MAFIA DEI PESTICIDI  ...Coldiretti, Confagricoltura, CIA, ecc... e venditori di pesticidi senza ricette né controlli...
Né, soprattutto, scrupoli...

Giuseppe Altieri - Agroecologo



.........................
Il 14 aprile 2015 si terrà a Roma presso la sede del C.N.R. il Convegno “Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione”, promosso dai Ministeri dell’Ambiente, delle Politiche Agricole, della Salute e dal C.N.R. 
Il Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, adottato in Italia con D.M. 22 gennaio 2014, ha lo scopo di:
-        ridurre i rischi e gli impatti dei prodotti fitosanitari sulla salute umana, sull'ambiente e sulla biodiversità;
-        promuovere l'applicazione della difesa fitosanitaria integrata, dell’agricoltura biologica e di altri approcci alternativi alla difesa delle piante coltivate che escludono il ricorso a prodotti chimici di sintesi;
-        proteggere gli utilizzatori dei prodotti fitosanitari e la popolazione potenzialmente esposta;
-        tutelare i consumatori;
-        salvaguardare l'ambiente acquatico  (compresa l’acqua potabile) e la biodiversità.
Il Convegno che si terrà presso la sede del CNR a Roma (Sala Convegni - Ingresso Via dei Marruccini) ha lo scopo di avviare il confronto tra i principali attori del Piano, per favorire l’integrazione delle diverse componenti coinvolte (agricoltura, ambiente e salute) e le azioni per valorizzare le produzioni agro-alimentari italiane in termini di qualità, sicurezza e sostenibilità.
L’iscrizione al Convegno dovrà essere comunicata al seguente indirizzo:

Nessun commento:

Posta un commento