sabato 8 marzo 2014

Economia dei Proci o del saccheggio di Stato




All'economia di Stato lo schiavo fa comodo così: scientificamente persuaso del nichilismo relativistico in cui tutto non può che essere opinione, perfino la stessa matematica. 

Oggi è il tempo dell'imbecillità in cui lo schiavo, anche se morto di fame, afferma con certezza che non può esservi certezza alcuna, e che anche la matematica è un'opinione. Avendo smarrito i punti di vista universali, abbiamo raggiunto il punto zero dell'efficacia della politica, e vogliamo perseverare nell'errore, dato che, credendo che non esista verità, non si può neanche credere che vi sia una non verità. 

È allora difficile accorgersi degli errori. Se non ci innalzeremo alla vastità delle vedute dei punti essenziali della mai risolta questione sociale, resteremo nel nichilismo nientista del "parolismo", nel parlamentarismo, nel dibattito fra sordi, ciechi e muti, come le tre scimmiette... Ritrovare la strada verso l'universalità del pensare è l'unica possibilità di liberazione dello schiavo attuale. I limiti che abbiamo posto alla conoscenza hanno come unica funzione quella di essere ravvisati come pregiudizi che la conoscenza può superare. 

In tal senso, la tecnoscienza dei cosiddetti "quanti" del mondo submateriale o subatomico o delle sub-particelle, ha come unica funzione quella di condurrre l'uomo fuori dal subumanesimo in cui si è ingarbugliato impedendosi di accorgersi che l'antimateria non è altro che il pensare da cui egli vorrebbe continuamente sfuggire, deresponsabilizzandosi. In tal senso, se al mondo non ci fosse la grande crisi dell'economia, la situazione del mondo sarebbe peggiore, perché l'errore procederebbe su tutti i fronti terrestri, indisturbato e legittimato sotto il segno della democrazia e delle convenzioni sociali, cosicché lo statalismo raffinatamente legalizzato continuerebbe tranquillamente la sua opera di formazione dello schiavo, automatizzandolo ed animalizzandolo, senza contrasti frontali.  

Nereo Villa
http://youtu.be/hZvBdD62Zqs 

Nessun commento:

Posta un commento