lunedì 18 marzo 2013

Fermento grillino – Lettera pubblica di Adele Gambaro, eletta al Senato con M5S



Cari amici, ieri l'altro al senato è stata la giornata più difficile della mia vita.
L'esito della prima votazione ha visto finire al ballottaggio Schifani e Grasso.

Alle 13.30 circa siamo entrati nella sala Commissione industria che ci hanno provvisoriamente messo a disposizione per riunirci, e ne siamo usciti alle 16.15 per tornare alle 16.30 in aula a votare. 

In quelle 3 ore abbiamo visto sfilare sotto i nostri occhi tutta la storia del nostro movimento. Le nostre battaglie contro un potere colluso, il bisogno di restare integri nelle nostre convinzioni, il bisogno di fermarci per sentirvi.

Siamo il Movimento della rete, che vuole sentirsi unito e condiviso, anche contestato, ma che abbia la possibilità di confrontarsi e crescere.
... In quella sala avevamo solo 3 ore, soli con le nostre coscienze, le nostre emozioni e le nostre lacrime.
Attenendomi alla scelta maggioritaria del gruppo, ho votato scheda bianca.
Sono contenta che Schifani non sia il Presidente del Senato.
Il nostro non è un gruppo spaccato, non abbiamo paura di noi stessi, non abbiamo paura di loro. 

Ho stima e rispetto per coloro con i quali sto facendo questo percorso, con tutte le difficoltà che comporta la condivisione di temi tanto importanti.
Credo nel Movimento e nella possibilità di cambiare questo Paese.
Credo che abbiamo molto da imparare ma ancor più da insegnare.
All'interno del nostro gruppo c'erano contestazioni su Grasso e unanimità sul NON volere Schifani.
Non ci alleiamo con nessuno.
Non siamo interessati alle poltrone.
Alcuni cittadini eletti stanno postando le loro dimissioni se la base lo riterrà opportuno.
Ieri mentre gli altri facevano strategie noi piangevamo sulle nostre responsabilità. 

Adele Gambaro, eletta al Senato con M5S


..........................................


Commento ricevuto:


Non ci sono alternative a P. Luigi – Scrive Luigi Caroli: “IO NON SONO CERTO STATO TENERO CON BERSANI. MA MOLTI TUOI LETTORI DIMENTICANO CHE O COMANDA LUI OPPURE TORNA A COMANDARE BERLUSCONI. TERTIUM NON DATUR. RENZI E' UN BAMBOCCIONE PRESUNTUOSO E MONTI VALE UN DECIMO DI QUEL CHE CREDE. E' FACILE CRITICARE. PIU' DIFFICILE PROPORRE MISURE CHE SI POSSANO METTERE IN PRATICA. E DI ALCUNE C'E' URGENTE BISOGNO. LE CAMERE NON POSSONO ESSERE ETERODIRETTE!! GRILLO NON PUO' DIRIGERE UNA PARTE DELL'ORCHESTRA STANDO FUORI DAL TEATRO. SI RASSEGNI A LEGGERE LE RECENSIONI. PER LA PROSSIMA STAGIONE SINFONICA POTRA' CAMBIARE I MUSICISTI E MODIFICARE SPARTITO"

................................


Altro commento: 

"Alla prima occasione di sbarazzarti degli impresentabili hai votato scheda bianca... proprio rispettando il mandato degli elettori ... infatti pure loro sarebbero andati volentieri in bianco: o fai pace col cervello o ti rileggi attentamente la Costituzione: in bocca al lupo Cittadina Senatrice! (Maria Castronovo)"

3 commenti:

  1. Chi ha scelto lo ha fatto in piena coscienza e nessuno credo possa dubitare della persona di Grasso che dietro le orme di Borsellino e Falcone ha lottato contro la mafia e per poco non gli facevano fare la stessa fine. Ma cosa vuol dire lottare contro la mafia? Quando penso alla mafia mi si apre davanti agli occhi un orizzonte sconfinato( come se all'improvviso avessi un'illuminazione )di relazioni di affari, amicizie, conoscenze, piaceri, ricambi,onori,rispetti,omicidi, rapimenti, attentati, appalti,commissioni politiche e non....(sembra Matrix) valli a trovare tutti non si finirebbe mai.Vorrei solo dire che chiunque si accinga ad iniziare questa lotta (in realtà se avrà successo sarà solo perchè la faremo tuttio quasi) avrà un compito difficilissimo e che noi che abbiamo dato la fiducia non potremmo aspettarci miracoli subito. Ci saranno come diceva lo stesso Grillo una decina di anni di sacrifici ma, sarà importante che ci spieghino e ci mostrino la direzione di questi sacrifici ed inoltre, che i sacrifici comprendano anche la lotta all'evasione fiscale, alle finte onlus, all'imu per la chiesa, allo spaccio delle droghe pesanti che ci hanno rovinato le generazioni e gonfiano gli interessi che vanno contro la Nazione, ai tanti investimenti errati che servono solo a compiacere qualcun altro... Questo è un'altro capitolo importante a proposito di mafia... Cè gente che si sta giocando ai dadi alcune nazioni Europee Italia compresa, dobbiamo uscire da questo gioco facendo andare contro a questa gente gli stessi interessi che il loro gioco produce...( mi vengono in mente le parole di Gesù Cristo quando dice: se uno ti ruba la tunica tu dagli anche il mantello... nessuno ti porta via qualcosa che non vuoi) In questo modo si possono salvare le nazioni che stanno peggio e cambiare l'impostazione dei principi di Unità Europea. Non è facile certo ed è per questo che ci vogliono una decina di anni ma chi non sarebbe disposto ad aspettarli sapendo di realizzare il suo essere.

    RispondiElimina
  2. Non dare ascolto a chi parla solo per ferire e per tentare di distruggere tutto quello che di buono c'è in te, nel movimento e in tutti noi che in esso ed in voi crediamo!!! Voi siete lì per le NOSTRE idee, ed è per quelle che devi e dovrai sempre batterti fino alla fine insieme a tutti noi. Siamo fortissimi e queste esperienze anche spiacevoli serviranno soltanto a rafforzarci sempre di più!! Non mollare MAI!! Noi siamo tutti col M5S!!

    RispondiElimina
  3. Cara senatrice, chi ha intenzione di continuare a votare "secondo coscienza" invece che col cervello e secondo la maggioranza come prescrive in vostro codice di comportamento, è meglio che ritorni da dove è venuto. Bastava il buon senso per NON votare il candidato del nemico, quella di non eleggere Schifani è una scusa che non sta in piedi, al ballottaggio non si è obbligati a scrivere un nome. Peraltro che ci frega se veniva eletto Schifani? avrebbe cambiato lo status e le intenzioni del M5S ? alla prossima occasione voterete secondo coscienza il PD per non far eleggere il nano ? La coscienza usatela per questioni di etica o di morale non per l'elezione del candidato del nemico.

    RispondiElimina