martedì 27 gennaio 2015

A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca... parola di Fabrizio Belloni



  • Cristianesimo ed islam si odiano: per forza! Sono uguali come due gocce d’acqua.
  • Renzi sta distruggendo le piccole banche locali. Deve salvare il comunista Monte dei Paschi. Rapina a legge armata.
  • Il jihad non è propriamente “guerra santa”, ma piuttosto lo sforzo di seguire i voleri del loro dio. Ed il corano afferma che è lecito reagire all’attacco. Peccato che gli islamici considerino attacco anche la professione di altra religione.
  • Moltissimi passi del corano, soprattutto quelli che trattano della guerra, sono copiati pari pari dalla bibbia. Religioni monolatre semite. Aliene.
  • L’euro è morto. Ben prima delle elezioni greche. E’ morto per malattia ereditaria endemica ed inguaribile: vuoto di valori umani, è la conferma del fallimento semitico (vedi Freud) della concezione che una parte possa sopravanzare il tutto.
  • Ero in Danimarca quando furono necessarie ventitre elezioni per eleggere l’astemio Saragat alla Presidenza della Repubblica. Fui preso in giro per settimane. In compenso poi i presidenti sono peggiorati di volta in volta. Vedrete: il prossimo sarà un ubbidiente passacarte. Ce lo meritiamo.
  • Abbiamo prestato 40 miliardi di euro alla Grecia. Non li vedremo più. Esattamente come spendere 40/45 euro al giorno per ogni clandestino e portare via i figli a due genitori italiani disoccupati. Se fate mente locale vedrete che non vi è differenza.
  • Prodi, Amato, Casini, Padoàn, Mattarella, Veltroni, Rodotà…. Chiederò asilo politico etico morale al Burundi. Dove per altro c’è più libertà di stampa che in Italia (sono al 75° posto, noi al 79°).
  • In Grecia hanno vinto i comunisti. Evviva! Faranno un’alleanza con la Corea del Nord. La forza economica e militare che conquisterà il mondo! Ma per favore! Neppure a monopoli…..
  • Quello che è insopportabile è il chiacchiericcio dei tuttologhi della casta che danno l’interpretazione di comodo e di parte sulle elezioni greche, sull’euro, sulla politica europea. Fanno finta di contare qualcosa. O stupidi o in malafede. O tutte e due le cose.
  • Un miliardo di persone è obeso. Un miliardo soffre la fame. C’è qualcosa che non capisco. O che capisco troppo bene, purtroppo.
  • Renzi è un politico. La mafia non esiste. Berlusconi è sexy. L’Italia è un Paese ordinato. Le banche non rubano. L’isola dei famosi è intelligente. La Fiat ama l’Italia. La Boldrini ha un futuro. Equitalia è simpatica. I politici non sono né corrotti né concussi. (giuro che non bevo né assumo droghe: volevo solo esercitarmi in paradossi…..).
  • Sipras sta alla Grecia come Grillo all’Italia. Inutili.
  • Il papa è un ingenuo.
  • Questa Europa è unita.
  • La democrazia esiste.
  • Comunisti, chiesa e mafie varie hanno incrementato l’invasione di disperati. C’è una puzza di soldi pubblici da dare il voltastomaco. Roma capitale, Roma mafia è solo la punta di un iceberg di guano.
  • Le donne sono più sensibili, le donne sono più scrupolose, le donne sono più evolute, le donne sono mille volte più furbe, le donne sanno sacrificarsi ogni giorno, le donne sono contemporaneamente romantiche e pragmatiche. A noi maschietti ci salvano solo due cose: la cavalleria (modo civile di estrinsecare il testosterone) ed il fatto che ….”mulier muliebri vipera est”, come dicevano i latini (ogni donna è vipera nei confronti di un’altra donna).
  • In Italia circa un milione di persone vive di politica. Peccato che la politica in Italia non esista. Parassiti.
  • C’è un crescendo di trasmissioni televisive, di articoli, di films che parlano di Nazismo. E’ un’orgia falsa e partigiana senza precedenti. La paura fa novanta. In questa società vuota e squallida la paura fa almeno 180. Ma la gente in Europa è cento metri più avanti degli abusivi occupanti il potere.

Martedì 27 gennaio 2015.

Fabrizio Belloni - fabriziobelloni@yahoo.it

Nessun commento:

Posta un commento