sabato 13 settembre 2014

Viterbo - Non fiori ma opere di bene! Piangendo al cimitero di San Lazzaro (per i morti e per le zanzare....)


Viterbo - Visita al Cimitero di San Lazzaro 

Non  si narra  della famosa fiera di San Lazzaro, della quale Guccini cantava, e non si tratta dello scambio di piccioni, bensì  qui si parla del cimitero di San Lazzaro e delle zanzare, ben più piccole dei piccioni ma pure più fastidiose.... Ecco qui la lettera di alcune ragazze Grilline di Viterbo che denunciano un fatto increscioso da loro testimoniato (P.D'A.)



La mattina del 11.09.14, intorno alle 10:30, sotto una pioggia battente, ci siamo recate presso il Cimitero di San Lazzaro. I grigi cancelli erano chiusi, con un avviso affisso sugli stessi in data 10.09.14 (e cioè appena il giorno prima, come risulta dal timbro di protocollo).

Sull'avviso del Comune- Settore VIII - Servizi Cimiteriali leggiamo che il cimitero il giorno 11.09.2014 resta chiuso al pubblico dalla mattina sino alle h.13:30 per disinfestazione. Chiediamo quindi qualche informazione ad una delle persone che gestiscono le varie bancarelle di fiori che si trovano appena fuori il cimitero. 

Una signora, tra l'amareggiato e il rabbioso, ci dice che sono circa 3 o 4 anni che deve essere fatta una disinfestazione. Pare che all'inizio dell'estate ci si sia lamentati della presenza eccessiva di zanzare (del resto, è un luogo per piangere i propri cari, non per patire le sofferenze dovute a punture di insetti). 

Invero, si è lasciata trascorrere praticamente tutta l'estate (anomala, ma pur sempre estate) e si è dato corso all'intervento soltanto adesso (intervento che -tra l'altro- non si sa se sia effettivamente stato concluso oppure semplicemente interrotto a causa della pioggia).

La cosa ancora più grave -ci spiega sempre la signora della bancarella dei fiori- è che non si è tenuto assolutamente conto delle esigenze dei visitatori che vogliono andare a trovare i propri cari defunti né dei rivenditori di fiori e articoli cimiteriali che si trovano fuori il cimitero, con danno economico per questi ultimi.


Infatti, ci viene riferito che è proprio durante la mattina che è maggiore il flusso dei visitatori e che, pertanto, maggiori sono anche le entrate economiche dei rivenditori. Perchè non si è tenuto conto di tali esigenze e non si è svolto l'intervento la mattina prima della apertura (alle 5 del mattino, come faceva la precedente ditta) o, al limite, durante il pomeriggio quando il flusso dei visitatori è molto minore?

Ragazze Grilline di Viterbo - grilliviterbesi@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento