mercoledì 2 maggio 2012

Caprarola... torna lo Sguardo Selvaggio, dal 24 maggio al 9 giugno 2012

CAPRAROLA 24 maggio - 9 GIUGNO 2012 Lo sguardo selvaggio - Teatro Scuderie Palazzo Farnese ingresso libero

Risorse naturali, capitale finanziario, flussi migratori.
Poli di frizione che vedono da un lato la soffocante visione economicistica del mondo che ha come unico valore di riferimento la religione dei mercati, dall’altro gli equilibri del pianeta e la vita delle donne e degli uomini che lo abitano.
Priorità e bisogni che non si incontrano, mentre la crisi, ambientale, economica, sociale, stenta a trovare una via d’uscita.


Il punto di partenza è lo straordinario resoconto del crack finanziario del 2008 che Inside Job ci offre, dove, assenza di regole, rapacità e cinismo dei brokers, velocità istantanea delle transazioni su scala globale sono all’origine di una delle crisi più devastanti della storia.

Spirito predatorio e assenza del limite sono anche le cause dello sfruttamento delle risorse del pianeta e dei suoi mari (Al capolinea) e del meccanismo perverso, scientificamente collaudato nei centri di ricerca, che assegna agli oggetti di largo consumo un periodo di vita limitato, per generare nuovi flussi di merci da immettere nel mercato (La cospirazione della lampadina).

Ma dalle immense discariche del Brasile ci arrivano storie virtuose di recupero dei materiali di scarto, dove i rifiuti, oltre ad essere riciclati diventano opere d’arte ospitate nei musei di tutto il mondo, grazie al lavoro sorprendente di un’artista al servizio degli ultimi della terra (Waste Land).

Come è sorprendente e problematico il tentativo di superare le barriere comportamentali e linguistiche con il regno animale, fosse anche nell’anello più prossimo a noi come quello delle scimmie (Project Nim).

Infine uno sguardo a tutto campo sul tema stringente dell’inclusione, affidandoci al ritratto del nostro paese e del suo sistema di accoglienza riflesso negli occhi di chi arriva (Benvenuti in Italia) o alla storia della tenera amicizia tra un pescatore di Chioggia e una giovane cinese che devono fare i conti con le resistenze delle rispettive comunità (Io sono Li), per giungere infine in Germania, tra la comunità turca stabilmente insediata, dove frizioni e conflitti si trasferiscono all’interno delle generazioni, tra recupero delle radici lontane e adesione a nuovi modelli culturali (Almanya - La mia famiglia va in Germania).


PROGRAMMA

giovedì 24 maggio ore 20.30
WASTE LAND
un film di Lucy Walker, Karen Harley, João Jardim
con  Vik Muniz - anno di produzione 2010 - nazionalità Brasile, Gran Bretagna - durata 90’
Ambientato nella terra di nessuno, alla frontiera tra vita e miseria, Waste Land è un documentario che scopre la bellezza nell'immondizia. Un viaggio che parte da Jardim Gramacho, la più grande discarica al mondo, alla periferia di Rio de Janeiro dove vengono scaricate a tonnellate le scorie della società, per arrivare ai vertici dell’arte contemporanea internazionale. La guida in questo percorso è l’artista Vik Muniz, che dimostrerà quanto grande possa essere il potere di trasformazione dell’arte sullo spirito umano. 
Vincitore Premio del Pubblico al Festival di Berlino 2010 (sezione Panorama)


venerdì 25 maggio ore 20.30
PROJECT NIM
un film di James Marsh
anno di produzione 2011 - nazionalità Gran Bretagna - durata 93’
Dal regista Premio Oscar per Man On Wire, arriva la storia di Nim, lo scimpanzé divenuto, nel 1970, oggetto di un esperimento passato alla storia: si voleva dimostrare come una scimmia potesse imparare a comunicare col linguaggio, se cresciuta come un essere umano.
Mettendo insieme le testimonianze di tutti coloro che hanno attivamente partecipato a questa straordinaria avventura, film di repertorio finora inediti e immagini eccezionali, Project Nim ci racconta la storia dello straordinario percorso di uno scimpanzé attraverso la società degli uomini e l’effetto indelebile che ha avuto su tutti coloro che ha incontrato sul suo cammino. La biografia asciutta e fedele di un animale che si è tentato di trasformare in essere umano.
Presentato al Festival Internazionale del Film di Roma 2011


sabato 26 maggio ore 20.30
BENVENUTI IN ITALIA
film documentario di Aluk Amiri, Hamed Dera, Hevi Dilara, Zagaria Mohamed Ali,
Dagmawi Yimeranno
anno di produzione 2012 - nazionalità Italia - durata 61’
Presentato in occasione della Giornata della Memoria, Benvenuti in Italia racconta cinque storie di vita quotidiana ambientate in città molto diverse tra loro, Venezia, Milano, Roma, Portici e Napoli. Cinque cortometraggi scritti, girati e diretti da ragazze e ragazzi immigrati per raccontare l’Italia con gli occhi di chi arriva. Aluk, Hamed, Dag, Hevi e Zakaria hanno seguito un percorso di video formazione promosso dall’Archivio delle memorie migranti, col sostegno di Open society foundations e Lettera27, e si sono serviti di una telecamera per guardare all’accoglienza da un’altra prospettiva e restituire voce alle memorie migranti.
Al termine della proiezione incontro con Zagaria Mohamed Ali, uno degli autori del film


giovedì 31 maggio ore 20.30
LA COSPIRAZIONE DELLA LAMPADINA
un film di Cosima Dannoritzer
anno di produzione 2010 - nazionalità Spagna, Francia - durata 75’
Esiste una lampadina in grado di funzionare ininterrottamente per decine di anni? Perché si preferisce eliminare un computer guasto anziché ripararlo? Le risposte vanno ricercate nella necessità del sistema produttivo di garantirsi un livello di consumo elevato anche attraverso la programmazione della durata del prodotto. Grazie a rari filmati d’archivio e documenti del tutto inediti, il film traccia la storia di questa logica di mercato teorizzata a partire dalla prima metà del ‘900 e caratterizzata da un sempre più devastante impatto ambientale.
Presentato al Festival Cinemambiente di Torino 2011


venerdì 1 giugno
ore 17.30 presentazione del libro
BENI COMUNI VS MERCI di Giovanna RICOVERI. Sarà presente l’autrice

ore 20.30
INSIDE JOB
un film di Charles Ferguson
anno di produzione 2010 - nazionalità Stati Uniti - durata 104’
Inside Job parla della scioccante verità che si cela dietro la crisi economica del 2008. Il crack finanziario globale di oltre 20 trilioni di dollari che è costato il posto di lavoro e la casa a milioni di persone e che ha messo in pericolo la stabilità economica di paesi industrializzati, dagli Stati Uniti all'Islanda, dalla Cina alla Grecia.
Premio Oscar miglior documentario 2011


sabato 2 giugno ore 20.30
LE NEVI DEL KILIMANGIARO
un film di  Robert Guédiguian
anno di produzione 2011 - nazionalità Francia - durata 107’
Nonostante la recente perdita del lavoro, Michel vive felicemente, circondato dall’affetto degli amici, dei figli e dei nipoti, insieme alla moglie Claire con la quale ha condiviso trent’anni di matrimonio e di impegno politico. Le loro coscienze sono immacolate tanto quanto la loro visione della vita. Questa armonia viene spezzata il giorno in cui due sconosciuti armati entrano nella loro casa derubandoli dei loro risparmi e lasciandoli sotto shock...
domenica 3 giugno ore 17.30
Presentato al Festival di Cannes 2011

ARRIETTY – IL MONDO SEGRETO SOTTO AL PAVIMENTO
un film di Hiromasa Yonebayashi
anno di produzione 2010 - nazionalità Giappone - durata 94’
Protagonista della vicenda una famiglia alta poco più di 10 cm che vive sotto le assi del pavimento "prendendo in prestito" dalle case oggetti di uso comune. Ma un giorno la piccolissima quattordicenne Arrietty incontra casualmente il giovane Sho, l'umano che è andato a trascorrere la convalescenza nella casa dell'anziana nonna, e tra i due giovani scoppia la scintilla, nonostante le diverse dimensioni sembrino rendere impossibile il loro amore.


giovedì 7 giugno ore 20.30
AL CAPOLINEA
un film di Rupert Murray 
anno di produzione 2009 - nazionalità Gran Bretagna - durata 82’
Questo film alza il sipario sullo stillicidio che si compie ogni giorno, da anni, sotto i nostri occhi: una corsa sfrenata all'approvvigionamento ittico, con ogni mezzo, che entro la metà del secolo rischia di consegnarci oceani senza più pesci da pescare, la fine di una risorsa che sembrava interminabile. E ci dice che se apriamo gli occhi non tutto è perduto: le soluzioni ci sono, e ognuno di noi, senza troppi sacrifici, può contribuire a fermare il conto alla rovescia. 


venerdì 8 giugno ore 20.30
IO SONO LI
un film di Andrea Segre
anno di produzione 2011 - nazionalità Italia - durata 100’
Shun Li lavora in un laboratorio tessile della periferia romana per ottenere i documenti e riuscire a far venire in Italia suo figlio di otto anni. All’improvviso viene trasferita a Chioggia, una piccola città-isola della laguna veneta per lavorare come barista in un’osteria.
Bepi, pescatore di origini slave, soprannominato dagli amici “il Poeta”, da anni frequenta quella piccola osteria. Il loro incontro è una fuga poetica dalla solitudine, un dialogo silenzioso tra culture diverse, ma non più lontane. È un viaggio nel cuore profondo di una laguna, che sa essere madre e culla di identità mai immobili. Ma l’amicizia tra Shun Li e Bepi turba le due comunità, quella cinese e quella chioggiotta, che ostacolano questo nuovo viaggio, di cui forse hanno semplicemente ancora troppa paura.
Presentato alla Mostra Internazionale di Venezia 2011


sabato 9 giugno ore 20.30
ALMANYA - LA MIA FAMIGLIA VA IN GERMANIA
un film di Yasemin Samdereli 
anno di produzione 2011 - nazionalità Germania - durata 97’
Protagonista del film è la famiglia Yilmaz, emigrata in Germania dalla Turchia negli anni 60 e giunta ormai alla terza generazione. Dopo una vita di sacrifici, il patriarca Hüseyin ha finalmente realizzato il sogno di comprare una casa in Turchia e ora vorrebbe farsi accompagnare fin lì da figli e nipoti per risistemarla. Malgrado lo scetticismo iniziale, la famiglia al completo si mette in viaggio e alle nuove avventure nella terra d’origine si intrecciano i ricordi tragicomici dei primi anni in Germania, quando la nuova patria sembrava un posto assurdo in cui vivere. Lungo il tragitto, però, vengono a galla molti segreti del passato e del presente e tutta la famiglia si troverà ad affrontare la sfida più ardua: quella di restare unita. Presentato al Festival di Berlino 2011


Evento realizzato con il contributo di:
Regione Lazio, Assessorato Ambiente Provincia di Viterbo, Comune di Caprarola, Unicoop Tirreno

e in collaborazione con:
Festival Cinemambiente di Torino, Feltrinelli Real Cinema

si ringrazia: Sacher Film, Teodora Film, Spazio Cinema

Fabrizio Giometti

Legambiente Lago di Vico

Nessun commento:

Posta un commento