giovedì 10 maggio 2012

20 maggio 2012 - Biodiversità in Erba - Festa della Civiltà Contadina

Civiltà Contadina in festa


DOMENICA 20 MAGGIO alla villa San Giuseppe di Crevenna (Erba) si terrà la decima festa organizzata da Civiltà Contadina, gruppo locale Alta Brianza - Vallassina

Associazione per la salvaguardia della Biodiversità Rurale (SeedSavers)
il programma è questo:

mattino
-ore 11: " Dieci anni di ricerca, conservazione e salvaguardia dei semi rurali nel territorio dell'Alta Brianza-Vallassina" Teodoro Margarita e Alice Pasin
-ore 12: "Salvare l'infanzia" Floriano Turatto educatore della Scuola Steineriana di Trecallo-Como
Pranzo di primavera conviviale con cibo condiviso
pomeriggio
-ore 14.00 "Grandi opere, povera Biodiversità" Michela Zucca direttrice di Nunatak - rivista di storie, culture, lotte della montagna
-ore 16.30: "Alimentazione strumento di giustizia, ecoevoluzione e ben-essere." Sergio Introini
per tutto il giorno sarà attivo lo scambio di semi e piantine di varietà antiche e/o da tempo autoriprodotti






Decima edizione della giornata della civiltà contadina.

"Parole, suoni, azioni in difesa della Terra" Biodiversità in erba.

Si svolgerà ad Erba la decima edizione della festa dei salvatori di semi di Civiltà Contadina del Coordinamento "Alto Lambro-Vallassina". Si terrà con il patrocinio del Comune presso la Villa Ceriani Bressi -ex Villa San Giuseppe in località Crevenna. Il Parco e la magnifica sede saranno lo sfondo per , innanzitutto, gli scambi di semi e della tradizione rurale e delle piantine, e di altre iniziative nella giornata di domenica 20 maggio 2012 a partire dalle ore 10.00.

Sono trascorsi dieci anni ed abbiamo voglia di festeggiare le attività di ricerca, di salvaguardia e conservazione del primo gruppo locale di seedsaver italiani. In tutti questi anni abbiamo incontrato altre associazioni, ci siamo confrontati con enti pubblici, privati, abbiamo sperimentato forme di collaborazione e di scambio di esperienze preziose con organizzazioni simili alla nostra in tutta la regione, in Italia e all'estero, ci siamo fatti conoscere ampiamente sul nostro territorio, siamo diventati affidabili e credibili per una molteplice serie di soggetti, l'ultima nostra partecipazione, da ospiti invitati, ad Agrinatura presso Lariofiere è stata un successo indubbio.

Si, coloro che ci hanno conosciuto ci vogliono bene ed apprezzano il nostro lavoro, dal contadino o orticoltore amatore che, venendoci a trovare di anno in anno, mostra di aver ben compreso lo spirito di questa salvaguardia di semi antichi e ci riporta quantitativi di sementi che possiamo ancora dostribuire e mettere in circolazione contribuendo così alla salvezza di essenze come il "miliun", cyclanthera pedata o il nostro mais rostrato, la scaiola, al socio che ci sostiene e non manca mai di venire a trovarci e spesso ci porta in dono anche un bicchiere di quello buono.

Se sono passati 10 anni e se siamo ancora qui, se abbiamo dimostrare che la nostra non era una moda passeggera, che noi non eravamo una tendenza, un trend momentaneo destinato a sparire con il sopraggiungere di altre novità più trendy, se abbiamo largamente convinto il territorio che noi i semi che prendiamo in carico li curiamo come figli preziosi e che nelle nostre mani trovano rifugio e, nel malaugurato caso di un trasloco o anche di una calamità come la grandine, noi possediamo le tecniche per assicurare comunque la salvezza e la riproducibilità di queste essenze.
Noi siamo orticoltori e siamo anche narratori, noi cerchiamo la bellezza nel seme antico e cerchiamo i canti, le filastrocche, le storie che questi semi accompagnavano. Noi intendiamo tramandare la tradizione e intendiamo anche aggiungervi il nostro personale contributo di conoscenze botaniche, scientifiche, tutto ciò che di utile può servire ad una migliore pratica colturale per la perpetuazione di queste essenze salvate.

Domenica 20 maggio 2012, dunque, noi ci ritroviamo ed andiamo oltre. Noi ci siamo impegnati a non disperdere il seme, a mantenere unito questo gruppo di persone che , nel frattempo, sta riabitando un vecchio borgo di Asso, Fraino, e ne sta facendo un ecovillaggio, un antico borgo con campi, bosche e sorgenti. In esso, come anche nel borgo di Cranno, sempre ad Asso, sopra la splendida cascata Vallategna- il nostro gruppo ha lottato aspramente per difenderla assieme ad altri soggetti da una paventata costruzione di un ennesimo supermercato- noi, le nostre famiglie, i nostri bambini mandiamo avanti questa "Civiltà contadina", noi che siamo architetti, insegnanti, giardinieri o casalinghe.

Sempre, ad ogni nuova persona che incontriamo, noi abbiamo propsto di venirci a trovare, i momenti di lavoro, di semina, di raccolta sono stati e saranno momenti conviviali, stare insieme e stare insieme senza televisione, fuori dagli schemi imposti dai media, starci nella semplicità, è per noi parte integrante della visione della nuova "Civiltà contadina" che intendiamo costruire.
Vi aspettiamo, per la decima giornata, dopo dieci anni, siamo ancora poco più che ragazzi, c'è ancora tanto, tanto da fare. Venite.

Teodoro Margarita
Alice Pasin

Nessun commento:

Posta un commento