venerdì 4 maggio 2012

"Altro che calcio... questo sport è de coccio..." - Agonismo sportivo al capolinea nel racconto di Giuseppe Altieri

amare la terra...

Il dio denaro ho costruito il suo mondo osceno anche nello Sport

Scommesse su tutto, pubblicizzate come per depravati inglesi, pubblicità perverse (Sangue, Sesso e Stupidità) negli intervalli delle partite, trucchi e regolamenti artefatti, non per l'arbitraggio bensì per l'arbitrarietà sul campo di gioco, con la tecnologia moderna (replay istantaneo) buttata nel cesso.

Non è bastato l'omicidio di un poliziotto a Catania, quello di un povero ragazzo sull'autogrill, cosi come quello di un tifoso a Genova...

Stiamo arrivando al capolinea... dal dramma del povero Morosini, perdono la testa prima i tifosi (Genova e Roma, col Totti sotto gli urli della curva)... poi i calciatori professionisti (Udine)... infine gli allenatori (Firenze), esasperati dalla mancanza d'educazone di giovani calciatori viziati dai troppi soldi... e dalle eccessive pressioni del sistema, dove si sono perse dimensioni e valori... con tutti i soldi possibili nelle tasche degli attori.

I dirigenti di Lega e della FIGC probabilmente l'hanno persa (o nascosta sotto terra) da un bel pezzo, per correr dietro al Circo telecomandato senza regole ne morale... dove i "posti in Champions" (Tutti i soldi per pochi) hanno alterato le regole, di fatto.

Bene, nessun male viene per nuocere... son solo segnali dal cielo.

Forza brava gente, mettiamo a posto quest'Italia e questo Mondo, con la forza della Santa Ragione e non solo nello sport, laddove è necessario in primis:
1. Introduzione immediata della moviola automatica su fuorigioco e questioni di linea, goals e palle fuori. Eliminazione del fallo da espulsione se si da il rigore (a meno di un atto violento pericoloso). Possibilità data all'Arbitro di rivedere le immagini in caso di proprie decisioni dubbie su rigori, ammonizioni ed espulsioni.
2. riduzione dei posti in Champions league a 2: Vincitori dello Scudetto e della Coppa Italia (così questa competizione tornerebbe al suo valore, con beneficio del mass media)
3. Coppa Uefa in base al merito sportivo delle singole nazioni, con massimo 4 posti per Nazione. In tal modo questa competizione tornerebbe al fasto di un tempo e le televisioni ne guadagnerebbero così come i calciatori, che non sarebbero costretti a turni eccessivi infrasettimanali con la riduzione delle squadre in Coppa Campioni (Champions).
4. Ridimensionamento drastico delle scommesse sportive, che stanno impoverendo le famiglie in tutte le nazioni. E gestione rigorosamente sotto il controllo degli Stati. Divieto assoluto di scommesse per tutti i tesserati professionisti e i loro familiari.

Quando si è troppo ricchi si finisce spesso per diventare Poveri...

Caro Mondo dello Sport, ricco e pulito, utilizzate questa ricchezza per promuovere il cambiamento verso il Bene... e non solo nello Sport.
...diventeremo tutti più ricchi e sani.

Anche in Denaro... Scommettiamo?

Giuseppe Altieri

Nessun commento:

Posta un commento