lunedì 5 maggio 2014

Viterbo - Criterio M5S per la scelta degli scrutatori (uniforme ed equo)



Fare lo scrutatore ai seggi elettorali rappresenta un importante atto di partecipazione alla vita democratica del nostro paese. Si tratta di essere responsabili del corretto svolgimento delle consultazioni elettorali che rappresentano l'atto supremo della nostra democrazia.
In tempi di crisi economica, però, fare lo scrutatore rappresenta anche una piccola possibilità di guadagno e proprio per questo abbiamo chiesto che la scelta degli scrutatori per le prossime consultazioni europee avvenisse dando precedenza a persone prive di reddito.

Oggi la normativa non indica criteri specifici e quindi la commissione elettorale del Comune di Viterbo, composta da 2 consiglieri comunali e dal Sindaco, hanno piena autonomia nella scelta dei nomi contenuti nell'albo.

Per ridurre il rischio di nomine “politiche” e per garantire un criterio generale che venga rispettato indipendentemente dalle amministrazioni al governo, abbiamo presentato una mozione comunale per regolamentare la scelta degli scrutatori.

Proponiamo che si reintroduca il criterio del sorteggio pubblico e si indichi la volontà di dare precedenza a cittadini privi di reddito o in evidente stato di difficoltà economica. Inoltre, per i posti ancora da assegnare, richiediamo che sia data priorità ai cittadini iscritti all'albo annuale del Comune ma sempre con il metodo del sorteggio pubblico.

Se la nostra mozione verrà approvata, il comune si fornirà di un metodo più trasparente ed equo per gestire la scelta degli scrutatori.

Gianluca De Dominicis

Consigliere portavoce Movimento 5 Stelle

Nessun commento:

Posta un commento