domenica 19 maggio 2013

Altra alimentazione ... altra stagione... altra specie... altri ragionamernti




Perché l'HOMO SAPIENS è alla continua ricerca della  GIUSTA ALIMENTAZIONE?

A cosa dovrebbe servire la GIUSTA ALIMENTAZIONE?
Qual'è la GIUSTA ALIMENTAZIONE?

La prima risposta più logica che affiora nella mia mente è: l'HOMO SAPIENS è alla continua ricerca della  "SALUTE" e quindi ad una LUNGA VITA. E' contestabile questo?

Perché questa continua RICERCA quando TUTTI gli animali ONNIVORI che vivono su questo pianeta come lui NON HANNO e NON SI PONGONO questo problema e mangiano di TUTTO pur dimostrando giorno dopo giorno di vivere una vita sana, senza MALATTIA=SOFFERENZA+ASTINENZA, ma sopratutto senza diete né OBESITA'?

Nel tempo dall'HOMO SAPIENS sono state sperimentate le ALIMENTAZIONI più disparate, anche solo per il gusto di alimentarsi in un certo modo piuttosto che in un'altro.

Cosa si intende per "CICLO DELL'ALIMENTAZIONE"?
Vediamolo insieme......

Ogni mattina all'alba TUTTI gli animali di questo pianeta si spostano alla ricerca di "cibo", ma sopratutto perché sanno di far parte di questo "cibo" e quindi di essere delle POTENZIALI PREDE.

TUTTI lo sono e sanno di esserlo persino l'HOMO SAPIENS lo sa e lo è, ma quando TUTTI gli animali del mondo iniziano una nuova giornata laboriosa, l'HOMO SAPIENS si gira dall'altra parte.


Questo è innegabile vero?

Purtroppo di questo se ne dimentica sovente e volentieri comportandosi come il peggiore degli animali nascondendosi dietro alle varie parole e concetti vari, che in fondo sono solo STECCHINI per chi ha una minima esperienza.



Stabilito questo, ora per capire questo "CICLO DELL'ALIMENTAZIONE" che è parte di TUTTI gli animali della terra, continuo con una domanda: "Perché la caccia è aperta in autunno e non in primavera?"
E' risaputo, ed i cacciatori ce lo confermano, che l'apertura della caccia è in autunno e mai in primavera. 

Difatti questo avviene a  ragion veduta e mai per pietà, ma come recita la frase sopradetta. La ragione è una UNICA ed è che in questo periodo le prede hanno una  carne soda e sono grasse il che comporta un cibo prelibato al contrario dell'inverno-primavera, periodo nel quale questi animali sono magri e striminziti, tutto pelle ed ossa. 

L'inverno-primavera è il periodo in cui i corpi di TUTTI gli animali, per sopravvivere, data la obbligata scarsità di cibo, digiunano ed il loro corpo per sopravvivere consuma i grassi accumulati nell'estate-autunno precedenti. 

Un esempio lampante lo abbiamo dall'orso (ed altri come lui) che in inverno va in letargo per svegliarsi in primavera magro e snello, che per sopravvivere alla stagione fredda ha consumato i grassi accumulati l'estate-autunno precedenti.

"Qual'è il periodo di ABBONDANZA DI CIBO durante l'anno?"

In primavera-estate, è vero? Il periodo delle "vacche grasse". Tutte le qualità di cibo, cominciando dalle fragole seguite dalle ciliegie e via via fino all'uva, pieni di sapore e di calorie poiché questo è il periodo della procreazione della maggior parte delle specie di esseri viventi, che infine sono anche PREDE, per l'ALIMENTAZIONE di certo animali compresi i vegetali che grazie a questo forniscono abbondante cibo a molte specie animali. 

Questo è il periodo in cui TUTTI questi animali mangiano in abbondanza e con INGORDIGIA. Sono certo che non solo l'uomo ha questo difetto (se difetto si può chiamare) l'"INGORDIGIA" ma TUTTI gli animali del mondo. 

Tutto questo è importante in quanto è il periodo che gli animali ingrassano per poi presentarsi all'inverno belli grassi e pasciuti onde poter superare il periodo delle "vacche magre", quello invernale.

Ecco questo è per TUTTI il periodo dell'ALIMENTAZIONE GIUSTA e NATURALE di cui MADRE NATURA ha provveduto che vi fosse sulla terra. Come per lo SPERMA questa MADRE NATURA ha previsto TUTTO e NON ha lasciato NULLA AL CASO. Però questa MADRE NATURA non aveva previsto che l'HOMO SAPIENS inventasse ogni mezzo per ovviare per SUO COMODO cambiando ogni regola NATURALE.
 

MADRE NATURA NON ha previsto che l'uomo ad un certo punto della sua esistenza inventasse il frigorifero e che con la sua chimica inventasse i vari conservanti. 

Sotto la lista di CONSERVANTI di cui si serve l'INDUSTRIA ALIMENTARE per CONSERVARE i cibi del periodo delle "vacche grasse" per il periodo SBAGLIATO dell'ALIMENTAZIONE UMANA l'inverno-primavera poiché a differenza degli altri animali questo è per lui il periodo delle "vacche grasse". 

Ho letto su vari programmi TV: "mangiando questo, quello e quell'altro, mi alimento secondo TRADIZIONE". 

E' vero? Certo questo è quanto i nostri avi ci hanno tramandato, ma secondo questo RAGIONAMENTO NON mi risulta che questa TRADIZIONE sia giusta. Sono CERTO che questa TRADIZIONE l'ha inventata chi IMMAGAZZINA, ma poi DEVE VENDERE, non per il bene del suo simile, ma per SUO LUCRO. Dico questo perchè sono certo che della salute del suo simile non gliene può fregar di meno. 

Si pensi che in questo periodo SBAGLIATO si è concentrato le festività più importanti dell'anno, cominciando dai Santi e finendo alla Pasqua durante le quali ci si abbuffa causando una super alimentazioni di cibi CONSERVATI quindi NOCIVI alla sua salute, che lo rendono GRASSO ed OBESO,  evitando così, il più delle volte, gli ALIMENTI NATURALI della stagione, mentre TUTTI gli altri animali del mondo vivono il periodo delle "vacche magre" bruciando quei grassi superflui immagazzinati nel periodo giusto.

Nell'industria alimentare si usano  dei CONSERVANTI ammessi a tale scopo. Si deve tenere conto che dall'invenzione sono già stati eliminati moltissimo di questi prodotti della CHIMICA che, col tempo, si sono riscontrati NOCIVI alla salute umana, ma mi chiedo: chissà quanti altri ancora ora ammessi causano dei danni di cui non si immagina la potenzialità mortale nel tempo. A deciderlo è SEMPRE SOLO l'UOMO con i suoi scopri SEMPRE più LUCROSI che anche se a danno di migliaia di persone non vuole sapere di cambiare le sue ENTRATE. 

Ma la cosa che ritengo peggiore è che queste persone ingannate si lasciano manovrare senza rendersi conti di esserlo, o non vogliono pensarlo e capirlo.
Un esempio eclatante è quello del CAFFE' che nessun animale beve e che invece fa parte delle abitudini di TUTTE le ALIMENTAZIONI. 

"A questo punto devo dedurre però che NON E' STATA LA MIA ALIMENTAZIONE AD ESSERE SBAGLIATA, (io ipotetico) in quanto che se così fosse dovrebbero ammalarsi solo quelli che mangiano come me. Ma così non è quindi, se come detto sopra si ammalano con TUTTE le ALIMENTAZIONI allora vuol dire che quel QUALCOSA è parte di TUTTE le ALIMENTAZIONI."

Genfraglo - http://digilander.libero.it/genfranco1/Immagini/cafferaggiro.ht


Nessun commento:

Posta un commento