venerdì 29 giugno 2012

Roma, 5 luglio 2012, protesta in Campidoglio per dire no alla cementificazione dell'Agro Romano

"Salviamo Roma e l'Agro Romano dal cemento" Paolo D'Arpini

Cari tutti, ci siamo.

Giovedì 5 Luglio andiamo tutti in Campidoglio per dire No alla cementificazione dell'agro romano (2.300 ettari di nuove aree di riserva in aree agricole per un totale di 22 Milioni di mc considerate idonee alla trasformazione), e più in generale a tutta la politica urbanistica della Giunta Alemanno (valorizzazioni meramente immobiliariste delle aree militari dismesse e del patrimonio comunale, compensazioni creative, assurdi raddoppi delle centralità, mancanza e cancellazione di servizi e opere pubbliche, etc...).

Questa iniziativa, alla quale hanno aderito PD, SEL, IDV, FDS è anche l'occasione per avviare un primo coordinamento delle numerose vertenze in atto nei quartieri e nei territori.

Poniamo al centro del nostro agire l'interesse pubblico, la riqualificazione e il riordino della città consolidata, lo sviluppo di una nuova agricoltura multifunzionale e di qualità, e la costruzione di un'area metropolitana basata sulla discontinuità ambientale.

Partecipiamo in massa e diffondiamo l’iniziativa tra i nostri contatti dando a tutti appuntamento per giovedi 5 Luglio alle ore 17,30 a piazza Bocca della Verità.


Con l'adesione del Circolo Vegetariano VV.TT. e della Rete Bioregionale Italiana


Per aderire scrivete agli indirizzi email:

info@ideeincorsa.it
info@territorioroma.it.
agricoltura.coraggio@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento