martedì 24 aprile 2012

Oro, oro, oro... ma dove è andato a finire l'oro italiano?



L’Italia potrebbe contare su quasi 2.500 tonnellate di oro, la quarta riserva al mondo dopo Usa, Germania e il Fondo monetario internazionale, per un valore stimato intorno ai 102 miliardi di euro. Ma quest'oro sta pian piano scomparendo, non si sa dove non si sa come. Anzi praticamente non esiste più. A parte che non viene conservato in Italia ma è suddiviso fra Inghilterra, USA e Svizzera, nel frattempo sono scese le riserve in oro, diminuite in valore di 5,669 miliardi a 98,123 miliardi al 31 marzo 2012. Si vendono l’oro e senza dire niente ai cittadini!? Dov’è finito quell’oro: venduto ai russi o ai cinesi, avidi compratori di riserve auree in questo momento?

Provocatoriamente, il mese scorso, un deputato tedesco aveva chiesto che l'Italia si vendesse una parte dell'oro per ripagare i debiti.. ma dalla boutade si è passati alla meraviglia sulla triste realtà... Chavez si è ripreso l'oro che conservava nei forzieri USA ma può fare altrettanto l'Itlia? Di fatto l'oro italiano è sparito... dalla fine dell'ultima guerra. Preso in "ostaggio". Ma intanto assistiamo anche al lento evaporare della riserva "nominale" aurea.

Sull'oro scomparso ci scriveva A. R.: "E' UFFICIALE: IL VALORE DELLA NOSTRA RISERVA AUREA E' DIMINUITO DI 5,6 MILIARDI DI EURO NEL TOTALE SILENZIO DI POLITICI E MEDIA. TUTTO SECONDO COPIONE. ANCHE NIGEL FARAGE, NELL'INTERVISTA CHE HA RILASCIATO A NOCENSURA.COM DUE MESI FA AVEVA PREVISTO TUTTO..."

Al grido di dolore sulla sparizione dell'oro italiano si univa R. Z.: "HANNO MANDATO MONTI A SVALIGIARE L'ITALIA! FERMATE IL PAZZO! L'Italia è una economia di 2 miliardi di dollari con più di 2400 tonnellate di oro. L'Italia, ha la seconda posizione aurea nella zona europea. Ha un bella quantità di oro che il Fondo Monetario Internazionale, la UE e la gente come Mario Monti e gli altri terroristi banchieri stanno cercando di agevolare il furto delle 2400 tonnellate di oro italiano..."

Poi ci si mette di mezzo un certo G.B., che scrive: "ORO SCOMPARSO - CERCO NOTIZIE. Salve, per un libro che sto completando sarei interessato ad avere più notizie su quanto ricevuto oggi, a firma A.P. , che riporto “E, dal 29 giugno 1998 il comitato internazionale del "Pool dell'oro" ha definitivamente stabilito che kg. 24.885 di oro fino, già italiani, sono "definitivamente e misteriosamente scomparsi" dopo il 5 maggio 1945, pur "gestiti" dalle forze armate Alleate, che li avevano "custoditi"!
EVVIVA! Festeggiamo i fortunati CUSTODI che ci liberarono da tale PESO! A.P. “ E’ un’ulteriore ruberia dei liberatori? (intendendosi gli USA)"

Al che G.V. commenta: "VOLEVANO SEMPLICEMENTE PRENDERE L'ORO DI RIFERIMENTO PER LE LORO AMLIRE!"

Ma il già citato A.P. specifica: "TROPPA immaginazione! Ma non rammenti che da infante ti narrarono dei miracoli! I pani ed i pesci! (Oggi sopravvivono solo quelli dei PENI, che pascono!). L'oro italiano fu moltiplicato e (miracolo di Loreto!) trasferito - via Svizzera (un "caro Stato"!) - nella London Tower e a Fort Knox con "miracolo islamico tipo twin towers". [Forse sto mescolando troppi ricordi imprecisi!]. Le AMlire furono stampate nel 1942 in piccola parte in USA (suggerimento di Cuccia Enrico al bankiere Meyers, entrambi in vacanza a Lisbona!), poi nei territori AMGOT di Italyland da ... tipografi locali (staderini, sor romolo, sor totonno abbeto, sor...capanna) che - per ricordo - ne trattennero qualche pacco (sempre utile per il futuro!. Tanto erano 640 miliardi di AM-ham-lire! [Oggi c'è qualche historico ferrato che, fonte USA, dimostra che furono SOLO 170/180 mijiardi! Ovvio che il preciso conta/soldi/balle crede solo alle fonti originali USAegetta!]. Parte (assai buona!) dell'oro italico fu raccolto dal mons. MONTIni (ricorsi storici dei nomi!) per le collezioni personali nel colle vaticano. Da custodirsi con i carteggi della segreteria Mussolini (che vale più dell'oro!) fatti recuperare da Giuseppe Cordero Lanza, poi posto in quiescenza ... il 24 marzo 1944. Lo stesso monsIGNORINO provvide, poi, a "trasferire" gli immobili demaniali "fascisti" TUTTI ad antifascisti (valore odierno miliardi di miliardi di euri!). Così si fece Italyland, con assistenza della P.C.A. (Pontificia Commissione di Assistenza), oculta dispensatrice!".

E qui si innalza la prece di ringraziamento di G.V.: "AH! li HONESTUOMINI....COTESTI RICORDONMI ALTRI GANGSTER, d'altronde fran co-sassoni, che hodie NOMANSI CROCIATI, coloro hauendo, con la scusante della guerra al VEGLIO della Montagna et alli Mori, devastato et depauperato li possedimenta dello Grande Imperio Bizantino, onde arricchirne la sede vaticanense ad melior gloria DEI. DEO GRATIA!"

Insomma se ci avete capito qualcosa siete bravi.. ma non domandate più nulla sull'oro italiano, che italiano non è....

Paolo D'Arpini

Nessun commento:

Posta un commento