mercoledì 6 agosto 2014

NATO: "La meta finale è la Russia, viva o morta...!"


La NATO ha come sua priorità quella di strappare le risorse naturali della Russia, impedendo una soluzione pacifica della crisi in Ucraina. Lo scrive il giornalista Pepe Escobar su OpEdNews.

Secondo Escobar, i plutocrati governi occidentali che cercano di governare il mondo considerano la Russia “una grande opportunità”, perché è un tesoro di risorse naturali: dalle foreste all’acqua dolce, dal petrolio al gas. Per cogliere queste risorse, gli Stati Uniti usano il loro ‘poliziotto globale’: l’Alleanza Atlantica. “La NATO sta progettando una guerra per impadronirsi delle risorse della Russia”, scrive l’autore.
La prima fase del piano della NATO è quella di schierare i suoi lancia missili sul territorio dell’Ucraina. Questa variante è già stata discussa dai membri dell’Alleanza come parte dei preparativi del vertice che si terrà a settembre 2014 nel Regno Unito, ricorda Escobar.
Nel frattempo, Washington cercherà di allontanare i sostenitori di una federalizzazione in Ucraina orientale con la Russia e, contemporaneamente, fornirà a Kiev armi e mezzo milione di consiglieri militari. Per realizzare il loro piano, gli Usa cercheranno di approfittare della situazione creatasi dopo l’abbattimento del Boeing-777 della Malaysia Airlines in Ucraina orientale. L’episodio secondo Escobar – che ricorda come le analisi sulle cause dell’incidente del AH5017 Air Algerie schiantotosi dopo siano già state rese pubbliche – è stato un errore dei militari ucraini in un’operazione orchestrata dagli Stati Uniti. Il fatto che lo studio sulla scatola nera malese impiega così tanto tempo, del resto, significa, secondo l’autore, che stanno manipolando i dati.
Nel frattempo, l’Occidente insiste nel “punire” la Russia con sanzioni nonostante la mancanza di prove concrete. Si tratta di un “insieme di luoghi comuni in una ricerca infruttuosa per la tesi di base”, vale a dire strappare alla Russia le sue risorse, conclude Escobar.
Fonte: ANTIPLOMATICO
Fonte secondaria: Imola Oggi

.................................

Integrazione:
Data la scarsa efficienza dell’esercito ucraino che non riesce a chiudere la partita con uno “scarno manipolo” di ribelli filorussi e dato anche l’alto numero di disertori che varcano a centinaia la frontiera e si consegnano direttamente all’Orso siberiano , ai vertici del Pentagono e ad Obama in persona è apparso opportuno che una “discreta” presenza militare usa di alto livello professionale avrebbe potuto creare una inversione di marcia .
Così 180 rangers sono stati catapultati nelle aree più calde della guerra ,con il risultato che dieci di loro sono stati già uccisi . Morti tre istruttori ( di non poco conto essendo ufficiali ) . Ferito il regista delle operazioni punitive niente di meno che il Generale Maggiore Randy Allen Key .
Ricordo per inciso (lo dico perché non mi pare che Rainews ne abbia parlato) che un gruppo di commandos era sbarcato sulle coste della Crimea allo scopo di attuare azioni terroristiche per destabilizzare la regione prima del referendum . Pescati , sono stati posti sotto giudizio all’istante . Il governo russo non aveva voluto mettere in risalto l’operazione di “intelligence” come atto di provocazione e di invasione del “territorio russo” e non ha intrapreso nessuna importante azione diplomatica , nella consapevolezza che ciò che vogliono gli States in Ucraina è coinvolgere la Russia in un conflitto o per lo meno farla passare come aggressore davanti all’opinione pubblica internazionale (cioè Usa , Israele e “servi sciocchi”) .
MISERIA MORALE dei nostri media che ,leggendo le veline di Washington e di Bruxelles , parlano dei tanti soldati russi presenti in Ucraina mentre non se ne è visto nessuno e nulla ci dicono non solo dei rangers ma neanche dei mercenari ,degli ufficiali israeliani e polacchi ,dei jihadisti … che invece si sono visti …eccome .
La guerra continua e i morti sono ormai migliaia . Se a Gaza vengono colpite anche le scuole sotto tutela Onu qui vengono colpiti anche gli ospizi . E se nella trista Israele c’è chi propone lo sterminio delle madri perchè danno alla luce futuri terroristi qui non mancano giornalisti e politici che ritengono necessario ripulire il Paese ,uccidendo almeno un milione e mezzo di persone .
La barbarie sionista di Gaza non è dissimile dalla barbarie nazista dell’Ucraina . E identici sono i protagonisti della barbarie come identici sono i complici ( si veda Mr. Renzi “Israele fa bene ad attaccare i palestinesi per difendersi”) .
A. Boassa
Fonte: https://www.facebook.com/pages/Una-parola-contro-le-guerre/357627327685247?fref=photo

Nessun commento:

Posta un commento