mercoledì 8 gennaio 2014

Roma, 10 gennaio 2014 - Protesta contro la vivisezione




Il 10 Gennaio 2014 dalle ore 10, manifesteremo contro il
Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, colpevole di
favorire logiche di profitto anziché tutelare la vita
sotto qualsiasi forma si manifesti.

Le notizie inedite ed i retroscena inaspettati di quello che
sta accadendo veramente dietro le quinte delle stanze
ministeriali, saranno comunicate in diretta streaming, in
Italia e all'estero ed in quattordici lingue differenti,
pertanto se una certa stampa di regime vorrà far finta di
ignorare queste verità, saranno comunque diffuse sulle
rete. Sun Tzu ci ha insegnato che è più abile colui che
vince una guerra senza combatterla; per questo useremo
precise strategie, visto il nemico che abbiamo di fronte ed
i mezzi di cui dispone.

VIVISEZIONE, STAMINA, DIRITTO ALLA CURA,
LOBBY DEL FARMACO & CORRUZIONE POLITICA

Da giorni i media, hanno voluto condizionare l’opinione
pubblica con il caso di Caterina Simonsen, venuta alla
ribalta per gli insulti subiti quando ha preso le difese
della fondazione Telethon, da noi fortemente osteggiata per
il suo continuo fallimento, da oltre vent’anni,
nell’utilizzo di falsi modelli “murini” per curare le
malattie neurodegenerative negli esseri umani; per
l’avversione che i propri ricercatori hanno avuto contro
il metodo Stamina; per un servizio pubblico come la RAI che,
appoggiato dalla BNL, sostiene da troppo tempo Telethon in
maniera faziosa, tacendo su altre questioni.

Il confronto che ne è scaturito non si è svolto in un
contesto "scientifico" ma in un coinvolgimento
"sentimentale" e televisivo o postato su una bacheca di
FaceBook. Pertanto dal momento che è in essere un TAVOLO
MINISTERIALE SUI METODI ALTERNATIVI, di cui nessun giornale
noto ha mai richiamato l'attenzione e che fa molta paura al
Ministero della Salute, in quanto lo stesso sta cercando di
farlo finire nel dimenticatoio, consideriamo d'obbligo che
la manifestazione e conferenza stampa del 10 gennaio
rappresenti un momento propositivo per contro-informare
sulle verità non dette da chi effettua e fonda la sua
carriera sulla sperimentazione animale.

Il Ministro Beatrice Lorenzin si è dichiarato:

1) contro la cura compassionevole del Dr. Vannoni: Stamina
è una speranza per tante famiglie e la speranza è già
di per se una cura perché permette ad un malato di non
essere semplicemente passivo ma di diventare attivo rispetto
ad una possibilità anche remota di guarire. Lo affermava
Ippocrate e ce lo ricorda in ogni istante la Natura che la
medicina migliore sta dentro di noi;

2) a favore della vivisezione: stravolgendo arbitrariamente
l'art. 13 della legge 96/2013 di delegazione europea
(emendamenti Brambilla) in 10 su 13 principi e criteri
direttivi vincolanti, quindi di fatto svuotandone tutta la
portata;

3) a favore della vivisezione: in merito al Tavolo
ministeriale sui metodi sostitutivi alla sperimentazione
animale inaugurato dal precedente ministro Balduzzi ma
bloccato dall'attuale.

Il Ministro Beatrice Lorenzin è responsabile:

1) di avere composto commissioni faziose (sia per Stamina
bocciata dal Tar del Lazio, sia per il tavolo sui metodi
sostitutivi alla sperimentazione animale) su pressione di
chi antepone il profitto alla salute ed alla vita delle
persone e degli animali;

2) di avere un conflitto di interesse dal momento che
risulta essere iscritta alla fondazione Vedrò, cui fa
parte anche l’attuale premier Letta e che ha tra i suoi
maggiori finanziatori Farmindustria.

Non siamo più disposti a restare a guardare mentre
avvengono vergognosi colpi bassi da parte di istituzioni
sempre più colluse con lobbie del farmaco e saremo pronti
e determinati a giocarci il tutto per tutto!

Restiamo uniti per questa battaglia di giustizia e verità!

Ministero della Salute
Lungotevere Ripa 1 - Venerdì 10 Gennaio alle ore 10,00

Archivio completo articoli Memento Naturae:
http://www.mementonatura.org/notizie/archivio.php



Riccardo Oliva
Presidente Associazione Memento Naturae

Volontari a Difesa di Ciò che è Vita!!!

Nessun commento:

Posta un commento