mercoledì 8 gennaio 2014

Curiosità sulla sedia gestatoria papale ed altri karati


Caro Paolo, oggi sono in vena di amenità e voglio raccontarti un paio di cose.
Quando ero alla Direzione Personal Computer di IBM avevo un collega con cui usavo scambiare curiosità. Un giorno, saputo che aveva studiato dai salesiani, gli chiesi: “Perché la sedia del Papa si chiama gestatoria?”

E lui: “Perché, dopo lo scandalo della Papessa (circa nell’800) non si voleva più che accadesse, quindi fu introdotta tale sedia, simile a quella usata dalle gestanti per partorire, cioè con un buco al centro della seduta. Il neoeletto Papa, prima che venisse ufficializzato, si doveva e si deve sedere (presumibilmente senza mutande) sulla sedia, in modo che le p. e il p. gli penzolino dal buco. Un cardinale, dal retro della sedia, in modo che il Papa non veda chi è, allunga una mano e tasta per assicurarsi che le p. e il p. ci siano davvero e che, quindi, il neoeletto sia un uomo”.
E dopo questa bella curiosità io gli dissi: “Ed ecco la mia. Sai perché le pietre e i metalli preziosi si misurano in carati ? Perché, essendo di altissimo valore, bisogna misurare con la massima precisione e allora, fin dall’antichità, venivano usati i karat, che in arabo sono i semi delle carrube, di forma diversa l’uno dall’altro ma tutti di peso uguale. Da qui l’oro puro è 24 carati, quello al 92% è da 22 carati, ecc.”
E poi un documentario fotografico interessante, a dimostrazione di come il NOM stia andando avanti a grandi passi: http://thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=762&id_categoria=12&id_sottocategoria=77
Saluti, Marco Bracci

Nessun commento:

Posta un commento