martedì 28 gennaio 2014

Bambini persi nel bosco? Niente paura ci pensa il microchip massonico a individuarli

"La storia di Pollicino smarrito nel bosco si ripete... ma stavolta ci pensano i  massoni a fargli ritrovare la strada di casa... non servono i sassolini,  basta un microchip ed il sentiero è individuato."   - (Saul Arpino)


http://4.bp.blogspot.com/-QCIawLuukNE/UuFE7AzJevI/AAAAAAAAss8/sK7uEJ0uhKA/s1600/gh.png

La promozione di programmi di identificazione di bambini da parte di obbedienze massoniche, negli Stati Uniti, è ormai una realtà affermata. Ogni stato confederato ha il suo programma massonico per la promozione e la somministrazione di kit per l’identificazione di bambini. Esistono, negli Stati Uniti, decine di siti internet che promuovono la somministrazione di kit per l’identificazione di bambini.
 
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/images-131.jpg
 
Perfino Wikipedia possiede una pagina dedicata al Masonic Child Identification Programs (CHIP)
 
“Massonica Child Identification Programmi (CHIP) è una iniziativa benefica delle logge massoniche del nord america per facilitare l’identificazione e il recupero dei bambini scomparsi . Programmi CHIP sono supportati monetariamente dalla Gran Loggia, e sono gestiti da volontari provenienti da logge subordinate, nonché da forze dell’ordine e professionisti del settore dentistico
 
I programmi CHIP permettono ai genitori l’opportunità di creare un kit di identificazione per il loro bambino, a titolo gratuito. Il kit contiene una scheda di impronte digitali, una descrizione fisica, un video, disco computer o DVD del bambino, una impronta dentale, e un campione di DNA. Lo scopo del kit è quello di fornire informazioni critiche per il pubblico e per l’applicazione della legge nel caso in cui un bambino scompaia. Il programma è stato lodato dal Centro Nazionale per bambini scomparsi e sfruttati.
 
La videocassetta o DVD, oltre a catturare l’aspetto e la voce, include domande mirate verso gruppi di età del bambino e può aiutare a trovare bambini che potrebbero mancare per altri motivi oltre a sequestro.
 
 
Il programma massonico Child ID è stato fatto riferimento per statali e locali forze dell’ordine come modello per la creazione di questo servizio. La differenza tra CHIP massoniche e gli altri è che le agenzie di polizia municipale e di diritto in genere mettono tutti i dati raccolti (comprese le impronte digitali) in un database. Il Child ID programma massonico opera con la massima riservatezza, con tutti i dati su computer portatili rimuovere da sistemi subito dopo che i dati DVD è stato scritto. Se un DVD o un video si perde da un genitore o tutore, possono semplicemente avere un altro creato gratuitamente frequentando un altro evento massonico Child ID”.
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/images-34.jpg
 
Ora che ci è più chiaro in cosa consiste questo Programma Massonico per l’Identificazione di Bambini proseguiamo con le evidenze.
 
Quella che segue è una citazione presa direttamente dal sito Masonichip.org, il sito web nazionale statunitense del programma massonico identificativo:
 
“Siamo lieti di annunciare che a partire dal 1990 le nostre Grandi Logge e le loro locali costituenti locali logge massoniche hanno:Generato oltre 1,5 milioni di “Pacchetti ID Completo” di bambini per i genitori e condotto oltre 15.000 eventi divulgatici e promozionali in America, ciò ha aumentato la consapevolezza dei pericoli che affrontano i bambini e sul come evitarli”
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/mason-chip2.jpeg
 
Non vi sentite un po’ più sicuri anche voi? Non vorreste anche voi che vostro figlio fosse monitorato da una Gran Loggia massonica?
 
Proseguiamo con un’altra citazione direttamente dalla home del sito webMasonichip.org:
 
“Ogni anno, dal 1 aprile – 15 giugno alla National Center for Missing & Exploited Children in partnership con il Masonichip International si tiene la Campagna PRENDERE 25. Quest’anno sfidiamo gli adulti a prendere 25 minuti per parlare con un bambino, adolescente o giovane adulto sulla sicurezza. Partecipano logge massoniche del Nord America nel conseguimento dell’attuale sfida di 5000 bambini … 25 minuti alla volta.” 
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/t300-mechipbanners.jpg
 
Per chi volesse sapere in cosa consiste la campagna PRENDERE 25, VISITI QUESTA PAGINA. Qui di seguito potete visitare il sito ufficiale della campagna massonica PRENDERE 25. Visitando quest’altra pagina dello stesso sitomasonichip.org potrete, oltre a comprendere in cosa consiste la campagna PRENDERE 25, scaricare diversi volantini che illustrano come convincere e sensibilizzare dei bambini o degli adolescenti sul problema della sicurezza e delle possibili soluzioni promosse da Masonichip. Volantini comeQUESTO, o QUESTO.
 
Proseguiamo scoprendo come si può partecipare al Programma Massonico per l’identificazione dei Bambini, cito sempre il sito web nazionale del movimento:
 
“Iniziative MasoniCHIP sono uniche intraprese da ogni singola giurisdizione massonica, o “Gran Loggia”, che ha competenza su tutti i “regolamenti massoni” in una determinata area geografica, come uno Stato o Provincia. Ogni Gran Loggia decide autonomamente il livello al quale può dedicare risorse e volontari necessari per operare la sua iniziativa Masonichip. Ognuno deve decidere la natura e la portata ed individuare elementi da includere nei pacchetti per i genitori in occasione degli eventi. La Gran Logge di New York e del Massachusetts, due delle prime giurisdizioni “massonica Child ID” i cui programmi risalgono al 1990 e al 1996, rispettivamente, hanno entrambi pubblicato un manuale che rende facile i diversi passaggi” 
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/images-219.jpg
 
Come potete leggere nella citazione precedente esiste un manuale chiamato “MYCHIP manual”, pubblicata la SESTA edizione nel 2005, in cui vengono sintetizzati tutti gli accorgimenti necessari per realizzare un efficiente ed operativo Programma Massonico per l’Identificazione di Bambini, il manuale può essere scaricato aqui o qui.
 
Quella che segue è una riproduzione del frontespizio del manuale del Masonichip Program:
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/mochip-182x300.png
 
Ora, dopo aver sommariamente introdotto il Programma Massonico per l’Identificazione dei Bambini, passiamo alle diverse giurisdizioni statali. Ebbene si. Come avete potuto leggere nelle citazioni precedenti esiste un programma masonichip per ogni stato degli USA che desiderasse attuarlo. Quindi esistono diverse giurisdizioni per ogni stato che ha voluto iniziare un Programma Massonico per l’identificazione infantile. Tenterò di proporre un censimento che non ha intenzione di essere completo ed esauriente, tenterò di fare un elenco delle Gran Logge Massoniche statali che promuovono un programma Masonichip.org. in uno degli stati confederati USA.
 
Infatti come potete verificare QUI la questione Masonichip ha coinvolto tutte le obbedienze massoniche nord americane e centro americane: “Gran Logge delle Province del Canada, degli Stati degli Stati Uniti d’America, tra cui il Distretto di Columbia e Puerto Rico, gli Stati del Messico, e l’americano-canadese Gran Loggia di Germania”.
 
Qui di seguito una lista delle Gran Logge Massoniche statali che hanno avviato un Masonichip Program:
 
Partiamo con la gran loggia che da più tempo pratica questo programma: La Gran Loggia del Missouri, cliccando potete visitare il sito web del Programma Massonico d’Identificazione per Bambini promosso dalla Gran Loggia del Missouri. Potete visitare il loro calendario colmissimo di eventi in programma e inoltre verificare che hanno perfino aperto la possibilità di organizzare eventi nel 2015!
 
Proseguiamo con:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Come potete verificare anche in CANADA sono attivi Programmi Massonici per l’Identificazione dei Bambini.
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/download-32.jpg
 
Credendo di aver dimostrato a sufficienza l’esistenza di un vastissimo programma internazionale per l’identificazione tramite DNA di migliaia di bambini da parte di diverse Gran Logge Massoniche, ora vi mostrerò altri articoli di giornalisti e blogger che si preoccuparono e scrissero di incresciosi eventi come quelli appena descritti.
 
Per esempio è utilissimo leggere questo articolo di Amy McPherson, avvocatessa statunitense, pubblicato sull’Huffington Post.
 
Passiamo velocemente a citare quest’altra storia, tutta statunitense. Sull’onda dei programmi d’identificazione infantile fu introdotto, l’anno scorso, un programma per il tracciamento di migliaia di studenti della Middle School di San Antonio, per mezzo di un chip RFID, a causa delle proteste fu interrotto. 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/chip10_014.172164624_std-300x239.jpg
[Nell'immagine un bambino sta subendo il processo identificativo]
 
 
 
 
http://www.losai.eu/wp-content/uploads/download-22.jpg
CONCLUSIONE
 
Tenterò di trattenermi confidando nella diplomazia e nell’autocontrollo. Dal 1990 è attivo un programma internazionale che punta a identificare quanti più minori possibile su territorio Nord Americano. Questi tipo di identificazione non è tracciabile dal punto di vista satellitare, non si tratta di un’identificazione tramite chip sottocutanei (rfid), ma si tratta di un’identificazione tipica di quelle riservate agli arrestati ed ai carcerati: impronta dentale, dna, impronte digitale, registrazione vocale ecc. Faccio notare che in Italia la procedura identificativa per gli arrestati verte e si limita a delle semplici impronte digitali e ad una semplice fotografia.
 
Dovremmo tutti domandarci, non avendo la presunzione di rispondere immediatamente,
 
“è veramente per la sicurezza delle famiglie che la massoneria statunitense, con l’aiuto del governo e di diverse istituzioni, anche mediatiche, sta identificando migliaia di infanti?”
 
 
http://3.bp.blogspot.com/-f5ylwDQfjm0/Uti5vM6RQ5I/AAAAAAAAPSc/bjRONS4NdjI/s1600/image002-230x300.jpg
 
 
 


Nessun commento:

Posta un commento