mercoledì 30 ottobre 2013

Regione Lazio, 21 novembre 2013 - "New economy: dalla tecnologia alla centralità dell’uomo"


Madre Natura - Affresco di Carlo Monopoli

Si svolgerà il 21 novembre 2013, nell’arco dell’intera giornata, un importante incontro ospitato dalla Regione Lazio e co-organizzato dal Consorzio Tiberina, con titolo "New economy: dalla tecnologia alla centralità dell’uomo" e sottotitolo "Un laboratorio di cooperazione sulla regione Tiberina, verso una rigenerazione dell’habitat e del lavoro in aree interne e città". L’interesse progettuale sarà rivolto all’intersezione fra Regione Lazio e regione Tiberina (il Bacino idrografico del Tevere, che interessa 6 Regioni d’Italia), vale a dire la macro-area omogenea centrale del Lazio stesso.

Due saranno le sessioni di lavoro: una più specificamente istituzionale al mattino (per lo più con interventi programmati da Pubbliche Amministrazioni di diverso livello, ivi compresa Presidenza del Consiglio dei Ministri e Regione Lazio, oltre che varie Università e altri Soggetti), una più di carattere progettuale al pomeriggio.

Il programma (in Sala Tirreno dell’Edificio della Giunta Regionale) ha una redazione tuttora dinamica. Per dare enfasi (non solo nel titolo) alla centralità dell’uomo – rivolgendo tutte le considerazioni sullo sviluppo dei “distretti” produttivi caratteristici, di beni e servizi, ad una visione rivolta al benessere fisico, psichico e sociale –, sia la mattina sia il pomeriggio vedranno a protagonisti, come relatori o moderatori, personalità del mondo del lavoro di diversa estrazione: sindacale, accademica, imprenditoriale. E’ dunque chiaro che l’accezione di una new-soft-green economy vedrà gli aspetti tecnici non come fine, ma come mezzo per contribuire a un’effettiva forma di “rigenerazione” vista come indispensabile in tutti i sensi, in un momento di grave crisi non solo economica, ma forse anche di pensiero, cercando di proporre – con costruttiva modestia – nuovi approcci etici, concreti e sostenibili al contempo. 

L’idea è di costruire una “visione”condivisa da più attori sociali, coerente e unitaria pur se riferita a più aree d’interesse, da cui far discendere, attraverso la cooperazione, azioni mutuamente rafforzate e dagli effetti sinergici amplificati.

E’ già pervenuto (sesta volta in neanche quattro anni di vita del Consorzio Tiberina) l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ad unire non solo simbolicamente, ma anche concretamente, le prospettive più teoriche del mattino e quelle più finalizzate del pomeriggio abbiamo chiesto un rinnovato pregnante saluto del Presidente On. Nicola Zingaretti, possibilmente di persona, proprio all’inizio della seconda sessione, come del resto ricevuto in occasione del Terzo Rapporto Annuale del Consorzio Tiberina presentato a Maggio in Sala Tevere.

Al pomeriggio è prevista una sorta di tavola rotonda no-stop su progetti/attività/iniziative orientati soprattutto allo sviluppo socio-economico dei territori, al lavoro, alla crescita delle PMI, al supporto agli Enti Locali, alla semplificazione amministrativa operativa, a un concetto allargato di cooperazione intersettoriale e interdisciplinare, tavola rotonda aperta a rappresentanti di Amministrazioni Pubbliche, Agenzie Regionali, Associazioni degli Enti Locali, Parchi, Associazioni dell’Imprenditoria (agricola, manifatturiera, dei servizi), Sindacati, Istituti di Credito, Fondazioni, Associazioni tematiche, “terzo settore”, Università, Centri di Ricerca, altri Enti, singoli operatori di tutte le aree, anche per dare il via – dall’indomani – al già lanciato Progetto "CUSTODE"Attendiamo quindi proposte di partecipazione e contributi, possibilmente con i titoli degli stessi.

Grazie.

CONSORZIO TIBERINA – Agenzia di sviluppo per la valorizzazione integrale e coordinata del Bacino del Tevere     
[t] 063202087-0632500420  [f] 0632650283  [@] tiberina@unpontesultevere.com 

Nessun commento:

Posta un commento