venerdì 4 ottobre 2013

Grillo, una lancia spezzata a suo favore... da Marco Bracci


"Non temere il cambiamento... anche se non sai dove ti porta" (Saul Arpino)


A commento ed integrazione dell'articolo pubblicato qui:


Brava Adele Caprio! Non riesco a capire come si possa contrastare un modello di cambiamento, Grillo, l'unico del momento, semplicemente criticando chi lo propone per suoi veri o presunti difetti. Come se chi ci governa al momento fosse perfetto. Anzi, no, lo è: è un perfetto imbroglione!

Distruggendo il "distruttore", quale si pensa che sia l'alternativa ? Solo una, rimanere come si era e si è, che non va bene, e lasciare che gli imbroglioni attuino i loro piani impunemente.

Ma tant'è, gli uomini in generale amano molto criticare, ridicolizzare e denigrare ogni cosa e ogni persona semplicemente perché hanno paura del cambiamento, anche se dentro di loro sentono che potrebbe essere positivo, e preferiscono rinunciarci. Ma questo non vogliamo ammetterlo e quindi diamo la colpa a chi propone di cambiare, trovandogli questo o quel difetto. Noi abbiamo paura di non saper gestire il cambiamento perché, lasciami dire, abbiamo paura poi di essere felici, condizione a cui non si è abituati, e quindi ci sentiamo spinti a voler distruggere ogni novità, preferendo sguazzare nella melma del quotidiano, perché sappiamo dove sono i punti in cui è meno profonda per appoggiarci i piedi e non affogarci .... e continuare a sopravvivere.

GRANDE è colui, e dovrebbe essergli fatto un monumento, che ha inventato i talk show: arrivi la sera stanco dal lavoro, con i bambini che ti assillano perché reclamano la tua attenzione, mangi qualche cibo spazzatura confezionato, ti piazzi davanti alla TV e inveisci contro il politico di turno che parla da Santoro o a Ballarò o.. (ce n’è per tutti i gusti, per poter irretire tutti, di qualunque tendenza siano i telespettatori) e, sfogata la rabbia quotidiana, si va a letto appagati “perché gliele abbiamo cantate a quelli lì”. E’ quello che vogliono. Se non fosse così, magari prima o poi il popolo farebbe una rivoluzione !


Nessun commento:

Posta un commento