martedì 9 aprile 2013

Altra Viterbo... con Michele Bonatesta


"SAREMO NOI L' UNICA E VERA
ALTERNATIVA A FIORONI E
MICHELINI AL COMUNE DI VITERBO "

Il senatore Bonatesta annuncia la sua candidatura ufficiale a sindaco



VITERBO. Ora è ufficiale: il senatore Michele Bonatesta si candida a sindaco di Viterbo alle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale del 25 e 26 maggio prossimi.

“Abbiamo atteso l’esito delle primarie del Pd – spiega il senatore Michele Bonatesta in una nota ufficiale affidata a tutta la stampa locale – per decidere se saremmo stati presenti anche noi di “Insieme per il territorio” alle elezioni per il rinnovo del Comune di Viterbo.

La vittoria di Leonardo Michelini ci ha quindi indotti a rompere ogni indugio essendo fortemente preoccupati per quello che potrà essere il futuro di Viterbo se la scelta dovesse rimanere tra i vecchi partiti di un centrodestra oramai inesistente e del tutto dequalificato nei suoi ‘ cespugli camuffati ’ ed un centro sinistra ancora più fortemente consolidato nelle mani dei soliti padrini politici di sempre.

Al di là della figura di
Leonardo Michelini che noi non giudichiamo dato che saranno gli elettori a doversi esprimere in merito – prosegue Bonatesta non possiamo infatti restare inermi e fuori dalla competizione politica di fronte al pericolo che Il Comune di Viterbo resti sotto il padronato dei vari Giuseppe Fioroni, Ugo Sposetti e Nando Gigli e , quindi, sottomesso agli interessi politici di questi ultimi anziché essere rivolto ai legittimi e dovuti interessi della collettività viterbese.



Saremo noi – dunque – la vera alternativa al centrodestra decotto e riciclato ed al centrosinistra dei padrini politici
– conclude il senatore Michele Bonatesta alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Viterbo.

Noi di “Insieme per il territorio” , senza né padrini né padroni, senza compromessi con i partiti tradizionali, senza padronati di poteri forti, solo dalla parte dei viterbesi e del territorio con un ‘ progetto ‘ per la città anch’esso unico dato che gli altri hanno solo dei programmi ma non un progetto complessivo che guardi al futuro del territorio, senza vincoli di subordinazione agli interessi personali di chicchessia”.




L’addetto stampa di
“Insieme per il territorio“

Nessun commento:

Posta un commento