lunedì 18 gennaio 2016

Pranzo veloce fuori casa. Conviene al sistema



In due serate abbiamo incontrato incredibili coincidenze sulla questione del consumare il pranzo fuori casa velocemente e della pressione a diffondere questa moda. 

16.01.2015:
In una conferenza sulle statistiche ISTAT, tenuta dall'ing. Carlo Del Vecchio, presso l'associazione Le Colline di Ville di Fano di Montereale, è emerso che nell'Annuario Statistico Italiano dell'ISTAT, si trova scritto (come una denuncia) che l'Italia ANCORA è lontana dal modello di un pranzo veloce e fuori casa e che il 72% degli italiani ANCORA pranza in casa.


17.01.2015
Carlo Del Vecchio, apre facebook e legge la notizia ANSA che oggi è il 90esimo compleanno del tramezzino, il quale assieme al panino è il re dei consumi fuori casa (per un pranzo veloce). Segue un articolo in cui viene osannato il pranzo veloce fuori casa.

17.01.2015, discutendo con Carlo Del Vecchio di questa coincidenza, lui si ricorda che quando una decina di anni fa passò qualche settimana negli USA per lavoro, i suoi colleghi americani gli dicevano che il lunch è per buoni a nulla (Lunch is for wimps). Per trovare l'esatta traduzione, abbiamo provato a mettere su Google "Lunch is". Suggerisce subito come prima scelta "Lunch is for wimps traduzione". Nello smartphone viene presentato il libro "Lunch is for Losers"! 

Morale della favola, visto che noi siamo complottisti, possiamo asserire che c'è una chiara regia mondiale a spingere la gente a pranzare fuori casa e velocemente! L'Istat è complice di questa pressione.

Cesare

Nessun commento:

Posta un commento