domenica 19 luglio 2015

Ronciglione, 1 agosto 2015 - Accademia Kronos torna al passato... ma resiste!




La grande crisi, figlia dell’austerità teutonica, colpisce anche chi opera per salvare l’ambiente

Accademia Kronos, essendo un ente riconosciuto dal Ministero
dell’Ambiente, fino al 2010, ogni anno, beneficiava di finanziamenti
statali finalizzati a specifici progetti ambientali. Oltre a ciò
essendo anche un laboratorio regionale INFEA ( scuola e ambiente )
riceveva sempre ogni anno un piccolo contributo dalla Regione Lazio
per operare nelle scuole. Tutto questo, a partire dal 2010, è
terminato! Accademia Kronos è stata costretta a specializzarsi
nell’erogazione di servizi ambientali verso le istituzioni e i
privati, vedi la campagna europea “Frutta nelle Scuole”. Purtroppo, in
quest’ultimo caso, la società intermedia che utilizzava Accademia
Kronos per gestire le scuole in 10 regioni italiane è fallita nel
2013. Un evento drammatico per l’associazione che ha perso così di
colpo 80.000 euro. Nonostante ciò ha continuato ad operare sostenuta
in parte dalle quote associative e a da qualche contributo extra da
parte di amici e soci. Alla fine, però, non è più riuscita a sostenere
le ingenti spese di gestione di alcune sue importanti strutture, così
ha dovuto iniziare a disfarsene fino a giungere a chiudere il suo
principale centro operativo nazionale.

Pertanto il 1 agosto 2015 il centro studi e congressi AK di
Ronciglione chiude per sempre i battenti. Ovviamente Accademia Kronos
non chiude, continua nella sua missione, torna alle origini, ad
operare in un paio di piccoli locali.

Cosa dire? Certo che la rabbia nei fondatori e dirigenti di AK è
tanta, soprattutto quando si vedono sperperi di denaro pubblico in
operazioni di dubbia utilità sociale o quando la collusione tra
politici e organizzazioni criminali arricchisce i potenti e
impoverisce la gente. In un’Italia dei salotti televisivi,
dell’incapacità di gestire il flusso dei clandestini, di negare il
futuro dei giovani, nell’opprimere con tasse e balzelli chi ancora
cerca di sopravvive, in un Paese che ha venduto la propria anima alle
banche tedesche, ecc. , la questione ambientale e la qualità della
vita passano in secondo piano o, peggio, non passano proprio. Soltanto
il Papa Francesco nella sua ultima enciclica ecologica ha riconosciuto
l’impegno e il valore di tutti gli ambientalisti, come noi, che da
sempre si prodigano nel difendere l’ambiente e la vita su questo
pianeta. Non è retorica la nostra, ma una presa d’atto,. Basta vedere
cosa abbiamo fatto in 8 anni utilizzando la sede nazionale di
Accademia Kronos di Ronciglione per capire cosa perde il nostro Paese.
La dispensa allegata vuol dimostrare quanto è stato fatto per
l’ambiente e quanto più non si potrà fare.

W l’Italia!

Nessun commento:

Posta un commento