domenica 12 luglio 2015

La minaccia della Russia è un'invenzione USA per favorire i propri interessi economici e geopolitici (contro l'Europa)



Per i funzionari americani è molto facile fare i duri con la Russia, ma l’Europa è ben consapevole dei rischi legati al pericolo di una guerra mondiale, dice l’analista politico Brian Becker.

I leader europei capiscono bene che gli USA vogliono i loro soldi e per questo stanno obbligando l'Europa a comprare armi americane. Con questo scopo è stata inventata la cosiddetta minaccia della Russia, ha rilevato l'analista politico e attivista dell'organizzazione Answer Coalition, Brian Becker.

I rappresentanti dell'esercito USA dichiarano che la Russia sia una delle più gravi minacce all'esistenza degli Stati Uniti, perciò dicono ai membri della NATO: "Mettetevi in fila. Qui si tratta di una minaccia esistenziale. Dovete spendere più soldi, ritirandoli da altri settori dell'economia europea", ha detto l'analista.

Tuttavia, osserva Becker, i leader europei sanno che la presunta minaccia da parte della Russia è una stupidata. Sanno con certezza che gli USA stanno battendo il tamburo della guerra per obbligarli a spendere più soldi per le armi. Sanno che i generali USA sono dei politici in divisa, che poi vengono catapultati nel mondo degli affari. Per i funzionari americani è molto facile fare i duri con la Russia, ma l'Europa conosce sin troppo bene la pericolosità della guerra reale, di un eventuale conflitto mondiale.

Brian Becker ha anche rilevato che la NATO sta costringendo l'Europa ad aumentare gli stanziamenti militari nonostante la crisi, per impedire la normalizzazione dei rapporti con la Russia, pertanto il principale compito degli USA in questo momento è "provvedere alla disciplina degli alleati".    

Fonte: http://it.sputniknews.com/

Nessun commento:

Posta un commento