martedì 18 novembre 2014

Viterbo - Il PD Dolly, secondo Matteo



Eggià, il… Pd secondo Matteo.
Epproprio: il Pd secondo… don Matteo.
Eccerto: il Pd secondo il bullo-bello della politica di Pontassieve, Matteo Renzi.
Evvero: il Pd secondo un personaggio – Matteo Renzi -  che a nostro avviso, ovviamente, di politica capisce poco ma che capisce tutto dei… c**zi suoi.

Buongiorno, egregio segretario provinciale del Pd viterbese, Andrea Egidi.
Buongiorno.

Chissà se il bullo… pardon, il bello.. pardon, il bullo-bello di Pontassieve Matteo Renzi   ha mai sentito il nome ( e cognome) di un certo… del signor Giorgio Patisso.

Eggià: Giorgio Patisso, di San Martino al Cimino, frazione di Viterbo.

Chissà se il nome di questo nostro concittadino, una volta che fosse in grado di raggiungere in Australia ( ove attualmente si trova ) il duro e puro ( dice lui) della politica del centrosinistra italiano don Matteo ( Renzi ), chissà – dicevamo – se a Matteo Renziil nome di Giorgio Patisso da San Martino al Cimino, una volta che ne venisse a conoscenza, direbbe qualcosa.

EpproprioGiorgio Patisso di San Martino al Cimino, pensionato, già dipendente dell’ACI di Viterbo.

Maccerto: siamo convinti che il nome di Giorgio Patisso di San Martino al Cimino, frazione di Viterbo, al premier Matteo Renzi non direbbe assolutamente nulla.
Eppure… eppure noi siamo convinti che – forse – qualcuno glielo dovrebbe far conoscere.

Epproprio, egregio Andrea Egidi segretario provinciale del Partito Democratico di Viterbo.
Pensi che casino sarebbe – per lei, ovviamente – se a Viterbo anziché uno solo… se a Viterbo anziché uno solo di Giorgio Patisso ce ne fosse più di uno, se a Viterbo ne spuntassero tanti altri.

Eccerto: pensi che casino sarebbe( per lei) se i Giorgio Patisso a Viterbo e provincia crescessero e si moltiplicassero… come i pesci ed il pane di (e)vangelica memoria.
Essì: dieci… cento… mille… diecimila Giorgio Patisso per lei e per il PD viterbese rappresenterebbero un autentico disastro!

E pensi se – anziché a Viterbo o anziché ‘ solo ‘ a Viterbo – i Giorgio Patissocrescessero e si moltiplicassero (come i pani ed i pesci) a livello nazionale.

Epproprio, a… livello nazionale.

Pensi, egregio segretario provinciale del Pd viterbese Andrea Egidi: 10.000… 100.000… un milione… più milioni di Giorgio Patisso sparsi ( e dispersi) sull’intero territorio nazionale.
Pensi che immane casino scoppierebbe, carissimo Andrea Egidi segretario provinciale del Pd di Viterbo, se comparissero ( più o meno) tutti insieme.
Pensi che … catastrofe.
Che catastrofe politico-economica per il Pd.
Per il Pd nella Tuscia e per il Pd in tutta Italia.

Essì… perché… perché Matteo Renzi non sa chi sia Giorgio Patisso di San Martino al Cimino, ma lei… ma lei sappiamo per certo che lo conosce e che difficilmente lo dimenticherà dopo che quest’ultimo per più giorni sicuramente avrà turbato i suoi sonni procurandole inevitabili incubi e facendole apparire dal buio… inevitabili fantasmi.

Maccerto che lei conosce e ricorda e non potrà mai dimenticare…  Giorgio Patisso,pensionato di San Martino al Cimino, già dipendente dell’ACI di Viterbo, tesserato del Pd viterbese.
Tesserato o – per meglio dire -… ex tesserato.
Epproprio: ex tesserato in quanto lui quella tessera del Pd l’ha restituita !
Eggià: un bel giorno… anzi, un brutto giorno… un bruttissimo giorno ( per lei, sicuramente) lei se lo è visto presentare nella sede del PD di Viterbo e si è sentito chiedere la…  restituzione dei soldi della tessera.

Epproprio: Giorgio Patisso è quel signore alto, distinto, con i capelli più o meno brizzolati che un brutto giorno ( per lei) lei si è trovato davanti alla sua scrivania con la tessera del Pd in mano, tessera che poco dopo lei si è trovato sulla scrivania ed il signorGiorgio Patisso che le chiedeva la restituzione dei soldi pagati per sottoscrivere quella tessera (restituita).

Quella tessera che sicuramente aveva contribuito insieme a tante altre, a far nascere il mito di don Matteo ( Renzi),  il mito di un PD differente ( Partito Differente) dal passato, il mito di un Pd che finalmente si sarebbe occupato della gente normale, come Giorgio Patisso… come i tanti, tantissimi Giorgio Patisso esistenti in Italia, sottraendoli alle fauci sempre più sanguinolente ed affamate delle banche, dei poteri forti, degli evasori, dei politici che rubano…  eccetera eccetera eccetera.

Eggià, egregio segretario provinciale del PD ( che non vuol dire, per l’appunto…Partito Differente) di Viterbo, Andrea Egidi: cosa ha provato quando si è visto quella tessera ‘ in restituzione ‘ sulla sua scrivania ?
Dica la verità: ha avvertito il crollo del mondo su di lei ?
Il crollo di quel mondo politico – quantomeno – che lei rappresenta qui a Viterbo ?
Il crollo del teorema legato al ‘ mitico ‘  don Matteo (Renzi), il bullo-bello di Pontassieve che pure aveva fatto sperare in qualcosa di differente ben…  il 40 per cento di quel 51 per cento di italiani che si era lasciato convincere ad andare ancora una volta a votare?

Evvero che lei, gentilissimo segretario del Pd viterbese Andrea Egidi,… evvero che lei ha cercato di opporsi con tutte le sue forze ( e con la forza di tutte le motivazioni giuridiche, politiche, sentimentali che le sono venute in mente) al rimborso di una tessera che il signor Giorgio Patisso da San Martino al Cimino sentiva invece di dover restituire non riconoscendovicisi più nemmeno lontanamente ?


Evvero che – alla fine – lei ha dovuto rimborsare quella  tessera stante la garbata ma irremovibile intransigenza del pensionato Giorgio Patisso da San Martino al Cimino che avrebbe addirittura commentato: “ questi soldi stanno meglio in tasca mia che nelle tasche di Matteo Renzi “ ( o qualcosa di simile) ?

Evvero, egregio Andrea Egidi Segretario del Pd ( che non vuol dire Partito Differente di Matteo Renzi )… evvero, egregio segretario del PD viterbese – dicevamo – che alla fine lei ha dovuto rimborsare il costo di quella tessera ma… con i soldi suoi, non certo prelevandoli dalle casse dei Pd viterbese ?

Capisce ora cosa intendevamo dire quando denunciavamo il pericolo di un improvviso ‘crescete e moltiplicatevi ‘ dei…  Patisso viterbesi ?
Capisce ora cosa intendevamo quando denunciavamo la catastrofe di un possibile diffondersi dell’epidemia-Patisso a livello nazionale, una epidemia in grado di fare molti ma molti ma molti più morti all’interno del PD di Matteo Renzi di quanti ne stia facendo l’Ebola nei Paesi africani ?

Capisce ora cosa potrebbe diventare tra qualche ora il PD, vale a dire… il PatissoDay?

Capice ora cosa intendevamo quando dicevamo che se il bullo-bello don Matteo ( Renzi) da Pontassieve fosse a conoscenza del possibile diffondersi a livello nazionale della pandemia-Patisso , una pandemia dalla quale nemmeno il (patto del ) ‘ Nazareno ‘ riuscirebbe a salvarlo, si precipiterebbe a tornare in Italia (anche saltellando) dalla lontana… lontanissima terra dei canguri ?

A proposito, sa dirmi lei cosa caspita è andato a fare Matteo Renzi, premier del Pd (che non vuol dire Partito Differente) nella lontanissima Australia, produttrice di ottimi vini ( che abbiamo anche noi in Italia), portatrice di numerose occasioni di lavoro per i giovani che - comunque - in Australia dovrebbero andare con i soldi loro e non con i nostri come fa da sempre il turista-istituzionalgovernativo Matteo Renzi ?

Massì, egregio don Andrea… pardon…  egregio segretario del Pd viterbese Andrea Egidi: faccia attenzione alla ‘ Patissopandemia ‘ che potrebbe colpire il Pd viterbese e faccia presente agli altri segretari provinciali del Pd sparsi in tutta Italia… faccia presente al premier Matteo Renzi che…  che dietro ogni tessera del Pd ( che non significa Partito Differente) oggi potrebbe nascondersi il ‘ germe Patisso ‘ pronto ad esplodere in tutta la sua virulenza, senza guardare in faccia nessuno .

Epproprio:  Renzi… Fioroni… Sposetti… Michelini… Egidi…, fate attenzione allaPatissopandemia che potrebbe colpirvi anche domani.

Ed allora… allora… sarebbero… c**zi amari.

Epproprio, carissimo Andrea Egidi: una Patissopandemia che dovesse esplodere improvvisa in tutta la Tuscia sarebbe… sarebbero proprio… c**zzi vostri !!!


O no ?


Senatore Michele Bonatesta

Nessun commento:

Posta un commento