giovedì 26 novembre 2009

CONSORZIO TIBERINA - Agenzia di sviluppo per la valorizzazione integrale e coordinata del Bacino del Tevere - Appuntamento ad Orte il 28.11.09

INVITO A TUTTI GLI INTERESSATI,

e soprattutto ai possibili Consorziati Fondatori, Ordinari, Onorari e Aggregati (questi ultimi a costo nullo ora e sempre), per discutere della bozza di Statuto del "CONSORZIO TIBERINA - Agenzia di sviluppo per la valorizzazione integrale e coordinata del Bacino del Tevere".

Appuntamento: Sabato 28 novembre, ore 10.30-12.30, presso la Biblioteca dell'Ente Ottava Medievale di Orte, Palazzo Roberteschi, Via Vittorio Emanuele n°5/7, Orte (http://www.ottavamedievale.it/biblioteca.html), sede secondaria di AMICI DEL TEVERE.

Il Consorzio sarà aperto a imprenditori, enti pubblici, enti privati di ricerca ed assistenza tecnica dalle 6 Regioni del Centro Italia interessate. Tipicamente Consorziati Aggregati potrebbero essere i piccoli Comuni del Bacino del Tevere, quelli Onorari le Università ed altri Enti pubblici e privati a rilevante ruolo sul territorio.
Il rapporto con i cittadini, utenti e fruitori, sarà garantito anche attraverso il legame con l'Associazione Amici del Tevere, ideatrice dell'iniziativa. Lo scopo è dar corso ad attività e programmi che un'Associazione - per sua stessa natura - non può e non deve condurre; difatti, il CONSORZIO TIBERINA opererà per un grande progetto di sviluppo delineatosi in alcuni anni di lavoro (togliamo l'ormai troppo generico "sostenibile" ...... anche perche l'"insostenibile" tendenzialmente non dovrebbe volerlo nessuno).

I principi generali sono riassunti nel bell'articolo alle pagine da 25 a 28 di http://www.ebtl.it/roma-e-lazio/anno-2009/doc_download/576-maggio-giugno-2009.html, anche se il Consorzio si è rivelato strumento più idoneo di una Public Company, soprattutto per la facilità di adesioni successive nel tempo. La chiave di lettura è nel taglio consono alla natura e alle identità del Centro Italia, con attività tecniche e operative in aree quali:
- supportare le Amministrazioni Locali a realizzare e ottimizzare la rete di fruizione del patrimonio materiale e immateriale, per turismo (e micro-turismo) urbano e rurale, anche con attività di riqualificazione (“adozione” di Borghi in via di abbandono, etc, con il coinvolgimento delle comunità locali);

- certificazione di operatori secondo criteri elaborati ad hoc, per costituire un "sistema d'accoglienza" diffuso realmente caratterizzato da criteri di identità, genuinità, ospitalità, qualità del servizio erogato, capacità di soddisfare le attese;

- assistenza per colmare disparità in infrastrutturazione di base (“digital divide” fra Comuni, etc);

- promuovere studi, ricerche ed editoria, gestire “Osservatori”, etc;

- supporti tecnici al settore pubblico e al settore privato, anche nel reperimento e nella gestione di finanziamenti nazionali, europei ed internazionali;

- avviamento alla costituzione di micro, mini e medie imprese;

- consulenza allo sviluppo d’impresa locale, progettazione e valutazione di investimenti, “attrazione” di investitori;

- coordinare progetti integrati in concorso con imprese, altri consorzi, enti territoriali;

- organizzare, coordinare o costituire gruppi di vendita e d’acquisto per prodotti e servizi del Bacino del Tevere;

- partecipare ad “accordi di programma” con Pubbliche Amministrazioni coerenti con i suddetti obiettivi.

Sarà "consorzio ad attività esterna" per poter provvedere al proprio auto-mantenimento, con una gestione attenta e mirata delle risorse procurate. Il Consiglio di Amministrazione sarà proprio rappresentativo delle quattro polarità da mettere assieme per cooperare proficuamente: associazionismo, imprese, istituzioni, organi di studio e ricerca.

Vi prego di dare conferma, per predisporre un numero adeguato di copie dei documenti da esaminare insieme (ovviamente non serve da parte di chi lo ha già fatto).

Grazie.
Giuseppe M. Amendola
Presidente di AMICI DEL TEVERE
3395852777-063202087

Nessun commento:

Posta un commento