sabato 9 maggio 2015

Viterbo - Monterazzano è molto esaurito... (la monnezza nun c'entra più)



A volte si sa, il dialetto offre spunti e scorciatoie che rendono immediato e più comprensibile ciò che si vuole dire; in questo caso, parlando della discarica di Monterazzano che sta per esaurirsi ci chiediamo e lo chiediamo soprattutto all’amministrazione comunale: che intenzioni avete? Che volemo fà?

Facciamo un micro riassunto delle puntate precedenti: dopo aver chiesto inutilmente per 1 anno e mezzo i dati della capienza della discarica di Monterazzano grazie a una interrogazione presentata in regione Lazio dai nostri portavoce scopriamo che questa andrà ad esaurirsi in circa 2 anni; allarmati da questo dato e dal fatto che il 44% circa dei rifiuti conferiti viene da fuori Viterbo (Rieti, Roma ecc. dati fornitici dal comune) e prendendo atto che la raccolta differenziata arranca ne abbiamo chiesto conto in consiglio comunale e ci siamo sentiti rispondere dal sindaco che c’erano ragioni di solidarietà!

Ora, posto che l’amministrazione ha bellamente ignorato un nostro Ordine del Giorno approvato il 20 febbraio 2014 che indicava la possibilità di ricorrere al TAR contro il conferimento dei rifiuti da altre province se si fosse presentata una situazione di emergenza che visti i dati è sotto gli occhi di tutti, ci chiediamo: che volemo fà?

Da parte nostra, presenteremo  a brevissimo una interrogazione in comune (l’ennesima) nella quale chiederemo che venga rispettato l’Ordine del Giorno approvato e le ragioni  per le quali, da quanto ci risulta, non sia ancora stata attuata nessuna azione per fermare il conferimento dei rifiuti da altre province che stanno esaurendo la discarica di Casale Bussi.

Al di là di queste azioni amministrative a tutela dei cittadini che riteniamo nostro dovere fare, da viterbesi ci domandiamo: è mai possibile che anche davanti a dei dati inconfutabili forniti dai propri uffici e provenienti da fonti ufficiali, l’amministrazione comunale di Viterbo non corra ai ripari rapidamente tra l’altro magari scusandosi con i cittadini per l’inerzia durata oltre due anni? È mai possibile che debbano venire sempre prima gli interessi di bottega e non quelli dei cittadini? Sindaco Michelini, che volemo fà?


MoVimento 5 stelle Viterbo

Nessun commento:

Posta un commento