mercoledì 6 maggio 2015

Altra informazione... sul miracolo di San Gennaro e sulla casta sacerdotale



In fondo siamo GRATI alle televisioni di berlusca che ci permettono di conoscere alcune cosette di interesse precipuo. Assieme a STRISCIA la notizia, che è diventato l'unica fonte di informazione sicura, abbiamo anche LA VIA DEI MIRACOLI su Rete Quattro. Una vera carrellata nei meandri della società umana.Nella trasmissione del 5 maggio 2015 abbiamo potuto AMMIRARE  il fenomeno di San Gennaro. Come abbiamo più volte sottolineato, il Tesoro di San Gennaro, bontà sua, e lo hanno detto con GIUSTO ORGOGLIO i detentori di tale prestigioso TESORO, è ben superiore a quello dalla regina d'Inghilterra, della quale sappiamo il tesoro essere frutto di RAPINE protratte nei secoli, fin dai tempi dei PIRATI inglesi che rapinavano i galeoni spagnoli i quali a loro volta rapinavano i nativi americani.

Tra parentesi, NON venga mai in testa ai preti (soprattutto al CARDINALE detentore del tesoro), di alienare questa ricchezza per darla ai POVERI. Ai poveri DEVONO dare gli ALTRI. PENA l'INFERNO!

Dunque dicevamo del rito propiziatorio dello scioglimento del sangue di cotale santo. Ci hanno fatto vedere che, con l'arrivo del papa Francesco il sangue si è sciolto, ma a metà. Il cardinale ha detto però che basta così. E' sufficiente. A san Gennaro Franceschiello PIACE! E poi, vuoi mettere, c'è anche Napolitano, di Napoli e da Napoli, che intercede! 

Hanno poi interrogato i credenti ed i non credenti. Una vera SAGA! Nessuno che abbia detto cose sensate. Solo frasi scontate. La morale però è stata evidente: si tratta di un RITO MAGICO. Come è giusto che sia.

CONSIDERAZIONE  SUL "SACERDOS". 
La parola SACERDOTE significa DATORE DI SACRO.
nella Roma repubblicana & PAGANA, i sacerdoti erano molti, e questi erano suddivisi in gruppi che veneravano le singole divinità. Ogni divinità aveva i suoi sacerdoti. I sacerdoti gestivano i legami della Comunità con L'AL DI LA. Vestali, Pontefici, Aruspici gestiscono il tempo attraverso RITI e CERIMONIE. I sacerdoti hanno coscienza di essere ingranaggi e contemporaneamente SOVRANI, perché l'interruzione o l'inesattezza della LORO FUNZIONE causerebbe la PARALISI dei rapporti con gli DEI. 

Il Signore del Campidoglio e della intera Religione: il Pontefice Massimo, si inchina lui stesso davanti alla sola AUTORITA' che può contrastare la volontà dei Dei: ROMA, essa stessa DEA, essa stessa SACRA. Come ci ricorda la studiosa Danielle Porte...

Ecco pertanto spiegata la nascita del potere ASSOLUTO del PAPATO e del sacerdozio cristiano-kattolico: scomparso il potere sovrastante della DEA ROMA, solo il sacerdozio lo può usurpare. Abbiamo così un DIO unico che sostituisce la molteplicità degli Dei, e quindi UNA SOLA CASTA SACERDOTALE CHE SERVE QUELL'UNICO DIO. Di qui, la OVVIA dittatura dogmatica & inquisitoriale.

Ecco l'importanza del POLITEISMO. 

Nota suppletiva: abbiamo preti che nelle cerimonie vestono abiti ORIENTALI, del FASTO ORIENTALE BABILONICO. Abbiamo suore che, pur dedicandosi ad un Dio chiamato Cristo o quant'altro, vestono come donne arabe, cercando di nascondere soprattutto i capelli. Meno le seguaci di Teresa da Calcutta che vestono come le Vestali. Mistero ( o...mestiere )  della FEDE! 

Giorgio Vitali 


 

Nessun commento:

Posta un commento