domenica 8 febbraio 2015

Ungheria alla riscossa e liberazione da sion/ue/nato

"Orbán ha introdotto il pensionamento anticipato per i giudici della Corte suprema. Ha riformato la Banca Centrale Ungherese, prevedendo che la nomina del governatore spetti al governo e ha cambiato nel 2012 la legge elettorale. «È il Chavez europeo», diceva nel gennaio 2012 il capogruppo dei Verdi al Parlamento Ue nel gennaio 2012.

«Vi assicuro – spiega Spinelli – che il processo democratico in Ungheria funziona senza problemi, le elezioni sono sempre state libere».

Mentre in Europa l’indignazione verso Orbán cresce (ai servi sionisti non piacciono quelli che vogliono riprendersi la sovranità, ndKS), in Ungheria il consenso per il premier aumenta. Tanto che durante l’ultima tornata elettorale, alle amministrative di metà ottobre, il suo partito Fidesz ha raggiunto la maggioranza assoluta in tutte le contee del Paese.
Perché il premier, in tutti questi anni al governo, ha ribaltato non solo le istituzioni ma anche l’andamento economico del Paese che dal 2013 a oggi, ha ridotto la disoccupazione, dall’11% all’8%. Il rapporto deficit/Pil è rientrato sotto la soglia del 3%, ed è sceso il tasso d’inflazione. In piena crisi economica europea, il Pil ungherese è tornato a crescere, e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo (Oecd) ritiene che la ripresa continuerà anche nel 2014.
La Banca centrale ungherese ha appena annunciato che varerà prestiti speciali per la crescita, che riducano sotto l’attuale 10% il tasso di interesse per i piccoli imprenditori. Ma Orbán ha agevolato la ripresa tassando soprattutto i profitti di banche e istituti finanziari stranieri, introducendo misure a favore delle imprese nazionali. E portato un rinnovato clima di fiducia che ha attratto diversi capitali stranieri. Misure etichettate come nazionalistiche, in un Paese dove la presenza di aziende straniere e soprattutto gruppi bancari internazionali è sempre stata forte." (cit.)
Link: http://www.linkiesta.it/viktor-orban-tassa-internet
(26 Gennaio 2015), "GLI STATI UNITI VOGLIONO ATTENTARE (ancora) AL GOVERNO DEMOCRATICAMENTE ELETTO DI ORBAN CON UN COLPO DI STATO PILOTATO": http://www.libreidee.org/…/golpe-in-vista-gli-usa-si-prepa…/
Queste le ragioni che anche il regime conferma (pur in parte, da buoni servi sionisti):
"Ungheria, Cina e Russia. Il triangolo che non piace agli Stati Uniti d'America
L'Ungheria si avvicina a Russia e Cina, ma gli Usa non gradiscono. E vietano a sei uomini di Orban di entrare negli Stati Uniti"
http://www.ilgiornale.it/…/ungheria-cina-e-russia-triangolo…
VIDEO: i Parlamentari ungheresi si ribellano all'Europa e buttano fuori la bandiera dalle finestre del Parlamento invitando tutti a fare lo stesso in tutti gli edifici pubblici ungheresi, i media non ve lo dicono ma guardate con i vostri occhi:http://youtu.be/bCmVz9-CEaA
L’Ungheria di Orban caccia a calci in culo i massoni, la Troika, i banchieri Rothschild e Monsanto dalla nazione. Emette moneta senza debito, abbassa le bollette, alza gli stipendi, diminuisce la povertà ma è definito dittatore. Di lui l'occidente dice solo che ha messo la tassa su internet che colpisce i grandi colossi, al contrario di quello che fanno in Commissione UE dove l'ubriacone Junker fa pagare alle multinazionali killer l'1% di tasse e morire i popoli così come ordinato dai banchieri sionisti della moneta-debito euro.
(Notizie raccolte da: https://www.facebook.com/KilluminatiResistence)

Nessun commento:

Posta un commento